Comune di Ferrara

giovedì, 20 settembre 2018

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Presentati i risultati del 'Bando per l'attrazione e lo sviluppo di nuove attività produttive nel comune di Ferrara'

ATTIVITA' PRODUTTIVE E LAVORO - Da sindaco Tagliani, ass. Ferri e Serra, vertici Camera di Commercio e imprenditori

Presentati i risultati del 'Bando per l'attrazione e lo sviluppo di nuove attività produttive nel comune di Ferrara'

09-02-2016 / Giorno per giorno

Sono stati presentati questa mattina, martedì 9 febbraio in residenza municipale i risultati del 'Bando per l'attrazione e lo sviluppo di nuove attività produttive nel comune di Ferrara' a cura dell'assessorato comunale Attività produttive e Lavoro in collaborazione con la Camera di Commercio di Ferrara.

All'incontro con i giornalisti sono intervenuti il sindaco Tiziano Tagliani, gli assessori comunali alle Attività Produttive e Lavoro Caterina Ferri e al Commercio Roberto Serra, il presidente e il segretario generale di CCIAA Ferrara Paolo Govoni e Mauro Giannattasio, gli imprenditori che hanno beneficiato del contributo.

 

"La gestione delle risorse comunali del 2014 - ha esordito il sindaco Tagliani - ci ha permesso di istituire un bando insieme alla Camera di Commercio che favorisse lo sviluppo delle imprese sul nostro territorio. Bando vincolato dall'assunzione di personale che finanziasse con un contributo serio e non irrisorio sei società meritevoli. Pertanto abbiamo disposto 300mila euro, 175mila dell'Amministrazione più 125mila della stessa Camera di Commercio, che sono stati suddivisi tra tre attività in centro storico e tre in periferia, seguendo determinati parametri prefissati. Dal novembre 2014 al novembre 2015 le aziende in questione hanno attivato oltre 2milioni e 500mila euro di investimenti, creando 39 nuovi posti di lavoro".
"Non è scontato presentare un bando congiunto da 300mila euro - ha confermato il presidente Govoni - che ci ha resi gli apripista a livello italiano: grazie alla comunanza di intenti con l'Amministrazione comunale abbiamo incrementato in loco l'incidenza del sistema camerale. Inoltre questa collaborazione intende dare una duplice risposta: in parte economica per mezzo degli incentivi, in parte volta a semplificare certi iter burocratici. Nel 2015, 567 imprese di giovani che stanno scommettendo sul loro futuro, hanno aperto i battenti nella nostra provincia".
«Dei 300mila euro stanziati - ha specificato l'assessora Ferri - il residuo di circa 37mila sarà ulteriormente impiegato a favore di coloro che sono stati espulsi dal mercato del lavoro, in maniera da non perdere un bagaglio di professionalità funzionali per il territorio. Sono ancora da decidere le modalità con le quali disporre dei fondi in avanzo e se aumentarli, garantendo comunque che nostra la finalità resterà la creazione di nuovi posti di lavoro. Non nascondiamo l'orgoglio di aver ricavato il contributo dal taglio del 10% delle indennità di noi componenti della Giunta, riuscendo a essere doppiamente utili nei confronti dei cittadini".
"Fa sempre piacere - ha concluso l'assessore Serra - rendersi conto che ferraresi e non continuano a scommettere concretamente sulla nostra città. La riprova è arrivata dai comuni circostanti, specialmente da quelli con una ampia densità demografica, che ci hanno chiesto come sia stato possibile raggiungere questo traguardo, per il quale è stata importante anche la condivisione con i sindacati".

 

LA SCHEDA (a cura di Comune e Camera di Commercio di Ferrara)  

6 imprese, 2.502.016,26 euro di investimenti previsti (di cui la metà in Centro storico), 262.695,31 euro di cofinanziamento Comune-Camera di commercio: il tutto con una ricaduta occupazionale di ben 39 unità. Questi i risultati - davvero rincuoranti - del bando promosso da Comune e Camera di commercio con l'obiettivo di favorire l'ingresso nella Città capoluogo di nuove attività produttive e commerciali. Anche in periodi di recessione, dunque, Ferrara attira l'interesse di nuove imprese: più di due milioni e mezzo gli investimenti attesi, con una ricaduta non solo in termini produttivi e di sviluppo dell'indotto, ma anche sul sistema locale della Ricerca (con il coinvolgimento dell'Università) e sull'occupazione.

 

Ma non c'è solo il bando nei programmi di Comune e Camera di commercio. Tre gli ambiti di azione individuati: l'individuazione di opportunità territoriali per gli investimenti, l'attrazione degli investimenti veri e propri e l'attivazione di facilitazioni per l'insediamento di imprese. Si opererà, in particolare, in Paesi target per orientare le scelte di investimento nei settori ritenuti strategici. Tra le attività previste, la promozione all'estero delle opportunità di insediamento, la ricerca di investitori potenzialmente interessati, lo sviluppo del posizionamento internazionale del Comune di Ferrara nell'ambito delle azioni di promozione del sistema nazionale, anche attraverso l'organizzazione di eventi mirati.

 

Relativamente, poi, alle azioni da mettere in campo per facilitare l'insediamento di imprese provenienti dall'esterno, Comune e Camera di commercio, in collaborazione con Sipro e le associazioni territoriali di categoria, assisteranno gli investitori nelle diverse fasi di realizzazione del progetto, a completamento del pacchetto di servizi offerto dalla misura contributiva: sono previsti servizi nella fase di accompagnamento alla localizzazione, la razionalizzazione delle procedure di insediamento e la semplificazione degli aspetti procedurali e burocratici.

  

Per maggiori informazioni ci si può rivolgere al servizio "Promozione e sviluppo" della Camera di commercio (tel. 0532/783820; e-mail: promozione@fe.camcom.it).

 

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: