Comune di Ferrara

sabato, 18 novembre 2017

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Il nuovo programma triennale dei lavori pubblici; richiedenti asilo e rifugiati: al via un percorso di autonomia per i neomaggiorenni

GIUNTA COMUNALE - Le principali delibere approvate nella seduta del 14 ottobre 2016

Il nuovo programma triennale dei lavori pubblici; richiedenti asilo e rifugiati: al via un percorso di autonomia per i neomaggiorenni

14-10-2016 / Giorno per giorno

Queste le principali delibere approvate nella riunione della Giunta comunale di venerdì 14 ottobre:

Assessorato ai Lavori Pubblici e Mobilità, Sicurezza Urbana, Protezione civile, assessore Aldo Modonesi:
Il nuovo programma triennale dei lavori pubblici
Si apre con il via libera della Giunta l'iter di approvazione del programma triennale dei lavori pubblici 2017/2019 del Comune di Ferrara. L'atto contiene l'elenco degli interventi da realizzare su immobili, infrastrutture e strade del territorio comunale, con l'indicazione del tipo di finanziamento e dell'importo di eventuali contributi provenienti dallo Stato, dalla Regione o da altri enti pubblici.
Il programma dovrà ora essere sottoposto al vaglio della specifica Commissione consiliare, per essere poi adottato dal Consiglio comunale, contestualmente al prossimo Bilancio di previsione del Comune, con allegato l'elenco dei lavori da avviare nel prossimo anno.

Assessorato alla Sanità, Servizi alla Persona, Politiche Familiari, assessore Chiara Sapigni:
Richiedenti asilo e rifugiati: al via un percorso di autonomia per i neomaggiorenni

(Nota a cura dell'Assessorato ai Servizi alla Persona)
Nell'ambito del progetto SPRAR (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) categoria MSNA (Minori stranieri non accompagnati), di cui il Comune di Ferrara è titolare, la Giunta ha approvato oggi l'adesione alla richiesta del Ministero dell'Interno di proseguire l'accoglienza avviando un percorso di autonomia ed indipendenza per i neomaggiorenni inseriti nella Comunità per MSNA "fr. Matteo Ponteggia" Città del Ragazzo - Istituto don Calabria.
Il percorso di autonomia è in particolare rivolto a 11 beneficiari già accolti nella struttura ferrarese che al compimento dei 18 anni si troveranno nella situazione di uscire dalla comunità per minori.
L'iniziativa mira a promuovere un percorso di crescita dell'identità personale e sociale, che favorisca la progressiva responsabilizzazione ed autonomia di vita (cura della persona; gestione dell'alloggio; preparazione dei pasti; accesso ai servizi sociali, sanitari, scolastici, per l'apprendimento della lingua italiana, la formazione professionale e il lavoro, nonché la mobilità e i trasferimenti con i mezzi pubblici, ...).
"Si tratta - sostiene l'assessore Chiara Sapigni - di un percorso che mira a favorire una quotidianità dell'integrazione che ha nella reciprocità e dinamicità, oltre che nella responsabilità ed autonomia gli elementi di qualità. Un percorso di autonomia per neo-maggiorenni che garantisca il continuum della relazione educativa con quegli operatori, adeguatamente qualificati, che ne hanno curato l'accoglienza fino al raggiungimento delle maggiore età".
Il Ministero dell'Interno, per le attività progettuali previste (vitto, alloggio, assistenza psicologica e sanitaria, assolvimento dell'obbligo scolastico, insegnamento della lingua italiana, formazione secondaria e professionale, attività di socializzazione e per il tempo libero, ....), riconoscerà un contributo di 35 (Iva inclusa) al giorno pro capite e senza richiesta di cofinanziamento da parte dell'Ente Locale titolare della progettazione.
Le attività saranno realizzate dalla coop.soc. Camelot - Officine cooperative e dalla Congregazione dei Poveri Servi della Divina Provvidenza - Casa Buoni Fanciulli - Istituto don Calabria, riuniti in Raggruppamento Temporaneo di Impresa (RTI), già attuatori del progetto SPRAR per minori stranieri in essere.
Anche per questo progetto, il Comune di Ferrara e le Organizzazioni del Terzo Settore riunite in RTI, che realizzano le misure di autonomia ed integrazione, aderiscono alle modalità di attivazione, gestione e rendicontazione disposte (manuale operativo per l'attivazione e la gestione di servizi di accoglienza integrata e manuale unico di rendicontazione) dal Servizio Centrale SPRAR e dal Ministero dell'Interno.


Le delibere approvate nel corso delle sedute della Giunta comunale vengono pubblicate nei giorni successivi, con le modalità e nei termini di legge, sulle pagine internet dell'Albo Pretorio on line del Comune di Ferrara all'indirizzo http://www.comune.fe.it/index.phtml?id=1818