Comune di Ferrara

lunedì, 18 dicembre 2017

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Interventi e contributi per servizi alla persona e sociali, per iniziative e progetti culturali; sostegno al commercio, concessione immobili; nuovi cantieri e lavori pubblici

GIUNTA COMUNALE - Le principali delibere approvate nella seduta del 6 dicembre 2016

Interventi e contributi per servizi alla persona e sociali, per iniziative e progetti culturali; sostegno al commercio, concessione immobili; nuovi cantieri e lavori pubblici

06-12-2016 / Giorno per giorno

E' stata la sede della scuola d'infanzia Casa del Bambino (in corso Biagio Rossetti) a ospitare, nella mattinata di oggi (6 dicembre), la riunione della Giunta comunale, a prosecuzione del programma di incontri mensili organizzati all'interno degli istituti educativi comunali per la prima infanzia. Obiettivo dell'iniziativa, come spiegato dal sindaco Tiziano Tagliani è quello di "avvicinare sempre più gli organi istituzionali alla vita dei servizi e dei cittadini. [...] Con questi incontri di Giunta, avremo anche l'occasione per confrontarci direttamente con gli operatori e riflettere sullo stato dei servizi educativi ferraresi che in questi ultimi anni hanno subito profonde trasformazioni, mantenendo un'alta qualità dell'offerta formativa, e sulle sfide per il futuro in chiave innovativa".

Nel corso della mattinata, al termine della trattazione degli argomenti all'ordine del giorno, i componenti della Giunta hanno incontrato il personale e i piccoli allievi della scuola che li ha ospitati.

 

Queste le principali delibere approvate nella riunione della Giunta comunale di martedì 6 dicembre:

 

- Assessorato alla Sanità, Servizi alla Persona, Politiche Familiari, assessore Chiara Sapigni:

Stanziati i contributi per gli abbonamenti annuali al trasporto pubblico

Ammonta a 10.412 lo stanziamento previsto per l'erogazione dei contributi a favore delle categorie sociali beneficiarie di tariffe agevolate di abbonamento annuale di trasporto per l'anno 2016. I beneficiari, residenti nei Comuni di Ferrara, Masi Torello e Voghiera, le cui domande di contributo sono state presentate nei mesi scorsi all'ASP - Centro - Servizi alla Persona di Ferrara sono 125.

 

Contributo associazione per assistenza veterinaria - La Giunta ha approvato l'impegno di spesa di 1.000 euro relativo a un contributo destinato all'associazione "A coda alta" con sede a Ferrara in piazza Fioravanti 7, finalizzato all'assistenza veterinaria dei gatti delle colonie feline per l'anno 2016. C'è tempo fino al 12 dicembre per presentare ulteriori domande di contributo da parte di cittadini residenti nei nove comuni del distretto Centro Nord.

 

Contributo per l'attività fisica adattata - La Giunta ha approvato l'impegno di spesa di 4.000 euro finalizzati al contributo per l'attività organizzata dal Gruppo estense Parkinson di Ferrara, Progetto Parkinson trasporto per gli associati Gepa per l'attività fisica adattata presso il Centro "Esercizio Vita", somma prelevata dal fondo regionale per la non autosufficienza dell'anno 2016.

 

Sostegno alle famiglie morose assegnatarie di alloggi popolari con fragilità socio sanitarie - La Giunta ha approvato la delibera  per  autorizzare ACER a trattenere, come previsto nella concessione degli alloggi di erp all'Azienda, parte delle entrate derivanti da canone Erp pari al  2% del fatturato (corrispondenti ad euro 91.044,87 per il 2015, per il 2016 da quantificare dopo l'approvazione del relativo bilancio consuntivo da parte di ACER) a copertura della morosità di nuclei con particolari fragilità, seguiti dai servizi socio sanitari e, più in generale, nuclei familiari rientranti nei casi di cui al comma 5, dell'art. 32, della L.R. n. 24/2001, ovvero con morosità non riconosciuta come welfare ma motivata da gravi situazioni personali e familiari dell'assegnatario (per canoni non corrisposti o per spese di gestione non pagate). Le modalità per l'utilizzo di queste risorse e per i individuare i nuclei sarà definita con ACER e ASP e delle stesse verrà data opportuna conoscenza alle Associazioni sindacali degli inquilini.

 

- Assessorato al Commercio, Semplificazione Amministrativa, Servizi Informatici, Patrimonio, assessore Roberto Serra

A Ferrara Tua un contributo per la valorizzazione del centro storico

E' di 10mila euro il contributo destinato a Ferrara Tua srl per la partecipazione al "Progetto per la promozione e valorizzazione dell'area urbana del Centro Storico di Ferrara" approvato dalla Giunta comunale nel 2015 e finanziato dalla Regione Emilia Romagna. Ferrara Tua, soggetto a cui fa capo tra le altre funzioni anche quella riguardante la manutenzione dei beni di proprietà comunale, ha in particolare preso parte alla realizzazione del progetto di ridisegno dell'arredo urbano al fine di restituire alla città un disegno organico e coerente degli impianti, per renderla facilmente fruibile a cittadini e turisti, favorendo una più agevole lettura delle opportunità (attività commerciali, artigianali e servizi) offerte dal centro storico quale Centro commerciale naturale. Il progetto ha consentito lo sviluppo della mappatura degli impianti esistenti, la progettazione di interventi manutentivi e la sostituzione di impianti nel Centro Storico della città.

 

Integrazione sostegno attività imprenditoriali di commercio - La Giunta Comunale, che con Delibera dell'ottobre scorso ha approvato il "Bando pubblico del Comune di Ferrara per la concessione di contributi a sostegno delle attività imprenditoriali di commercio, somministrazione, artigianato site nel territorio comunale" per 50mila euro, considerate le richieste già pervenute ha formalizzato l'integrazione di questa somma con altri fondi disponibili per un totale complessivo di 75.636,72 euro; la somma è finanziata con apposite variazioni di bilancio già approvate con Delibera di Consiglio Comunale.

[notizia di Cronacacomune http://www.cronacacomune.it/notizie/29753/il-comune-aumenta-i-fondi-per-commercio-somministrazione-e-artigianato.html]

 

Sede in comodato Ferrariae Decus, Italia Nostra e Dante Alighieri - La Giunta ha approvato l'assegnazione in comodato d'uso alle associazioni Ferrariae Decus, Italia Nostra e Dante Alighieri, di locali facenti parte dell'immobile comunale in via Mentessi 4 a Ferrara, con relativo schema di comodato che ne stabilisce le modalità.

 

Auditorium e cella del Tasso, concessione e convenzione - La Giunta ha approvato la delibera relativa alla Concessione a favore del Comune di immobile di proprietà dello Stato appartenente al Demanio Storico Artistico e alla relativa Convenzione per la gestione tra il Conservatorio di Musicale di Ferrara e il Comune di Ferrara, secondo quanto previsto dal Protocollo di intesa sottoscritto tra Comune, Demanio e Conservatorio il 30 giugno 2016.

Link alla scheda (da Cronacacomune del 30giu2016): http://www.cronacacomune.it/notizie/28725/firma-del-protocollo-di-intesa-per-il-recupero-e-la-valorizzazione-dellauditorium-del-conservatorio-gfrescobaldi.html

 

- Assessorato alla Cultura, Turismo, Giovani e Personale, vicesindaco Massimo Maisto:

 

Contributi attività culturali cittadine - La Giunta ha approvato l'erogazione di un contributo di 9.651 euro all'Istituto di Storia Contemporanea a fronte dell'organizzazione e il coordinamento di iniziative ed eventi culturali messi in campo nell'anno 2016. E' stato inoltre riconosciuto un contributo di 1.500 euro all'Utef - Università di educazione permanente città di Ferrara, per l'attività che ha coinvolto nell'anno accademico già concluso un notevole numero di cittadini.

Altri contributi ad associazioni cittadine per attività culturali:

- Associazione Ultimo Baluardo, per la realizzazione dell'iniziativa "Festa della Legalità e responsabilità 2016" attraverso la quale s'intende sensibilizzare i giovani verso i principi della democrazia e della legalità per mezzo della musica. Richiesta PG 71245/16, in atti per euro 3.135,00;

- Società Canottieri Ferrara a.s.d., per la realizzazione di una serie di attività 2016 con finalità di promozione turistica, legate al Fiume Po, alla sua cultura e alla sua storia. Richiesta PG 79888/16, in atti per euro 3.000.00;

- Parrocchia di San Giacomo, per la realizzazione del Premio Letterario San Giacomo 2016, incentrato quest'anno sulla figura di San Giovanni Bosco, noto pedagogo. Richiesta, PG 23746/16, in atti per euro 300,00;

- Associazione Casa degli Angeli di Daniele Onlus, per la realizzazione del "Premio Internazionale Daniele Po 2016", dedicato alla divulgazione dei principi ambientalisti e pacifisti presso le Scuole e le Autorità cittadine. Richiesta, PG 104666/16, in atti per euro 500,00;

- Associazione Aspettando Godot, per la realizzazione della "Rassegna Storica e Nuova Canzone d'Autore" al fine di promuovere la storia della canzone d'autore italiana. PG 64412/16, in atti per euro 1.000,00;

- Associazione Bal'Danza, per la realizzazione dell'iniziativa "La compagnia di Orlando", costituita da una serie di iniziative tra letture, musica e danza destinate ai bambini delle scuole materne ed incentrate sulla figura dell'Orlando. Richiesta, PG 7424/16, in atti per euro 2.000,00;

- Associazione Italiana soci costruttori IBO Italia, per la realizzazione dell'iniziativa "Festival della Magia 2016", un complesso di 3 iniziative itineranti dedicate all'illusionismo e alla magia con finalità filantropiche. Richiesta, PG 73349/16, in atti per euro 3.000,00 ;

- Associazione Federico Aldrovandi Onlus, per la realizzazione dell'iniziativa "Sulle note di Federico - Parole, Musica e Immagini per Federico". Concerto in memoria di Federico Aldrovandi che ha avuto luogo in città il 24 settembre 2016. Richiesta, PG 103852/16, in atti per euro 3.000,00;

- Associazione Pro Art, per la realizzazione della mostra d'arte Shodoka e relativi eventi performativi tesi alla diffusione della cultura artistica. Richiesta, PG 120470/16, in atti per euro 500,00 ;

- Associazione Culturale Charles Bukowsky, per la realizzazione dell'iniziativa "Autori a Corte 2016". L'iniziativa si è tenuta presso il giardino delle Duchesse nel mese di luglio con lo scopo di divulgare testi di autori noti in ambito nazionale e locale accompagnando le iniziative a diverse degustazioni locali. Richiesta, PG 129259/16, in atti per euro 2.500,00;

- Associazione Gruppo del Tasso, per le celebrazioni del settantesimo anno dello scrittore Roberto Pazzi, con lo scopo di sensibilizzare e coinvolgere nuovi pubblici alla conoscenza dell'autore ferrarese. Richiesta, PG 131090/16, in atti per euro 500,00;

- Associazione Culturale Ferrara Off, per la realizzazione dell'iniziativa "Biblioteca itinerante di letteratura: omaggio a Giorgio Bassani 2016", nella quale si è stato promosso un percorso di letture e incontri di approfondimento dello scrittore. Richiesta, PG 129261/16, in atti per euro 5.000,00;

- Parrocchia San Giorgio, per l'iniziativa "Avvento Organistico a San Giorgio", dedicato alla promozione della cultura musicale sacra, che si terrà a Ferrara durante le ultime 4 domeniche dell'Avvento. Richiesta PG. 135788/16, in atti per euro 500,00;

- Circolo Culturale Musicale Orchestra a Plettro Gino Neri, per il concerto presso la Sala Estense in programma il 19 dicembre 2016 a favore delle popolazioni colpite dal sisma. Richiesta PG. 136396/16, in atti per euro 1000,00 ;

- Associazione Musicisti di Ferrara, per l'organizzazione e realizzazione dello spettacolo teatrale dell'opera rock "Roadissea", tratto dall'Odissea di Omero, da tenersi presso il Teatro Nuovo in data 10 dicembre 2016, rivolto sia al grande pubblico che alle scuole medie superiori. PG. 137023/16, in atti per euro 3500,00

 

Convenzione con Anci per il progetto "Giardino Crativo" - La Giunta ha approvato lo schema di convenzione tra il Comune di Ferrara e l'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI), per l'attuazione del progetto "Giardino Creativo"; con successivi atti si provvederà all'accertamento del contributo finanziario di 200.000 euro concesso al Comune di Ferrara da ANCI per la realizzazione del progetto "Giardino Creativo" alle apposite voci di bilancio sulle annualità 2017 e 2018 previste con variazione del bilancio pluriennale 2016-2018 in corso di approvazione, e per quel che concerne il cofinanziamento in capo al Comune di Ferrara, si provvederà ad assumere gli impegni di spesa necessari sulla base degli stanziamenti approvati nella variazione del bilancio pluriennale 2016-2018 in corso di approvazione per le annualità 2017 e 2018; il progetto prevede per la sua realizzazione una spesa complessiva di 300mila euro, per la quale sarà richiesto un contributo di 200mila euro all'Anci, cui si sommerà il cofinanziamento di 90mila euro che sarà garantito dal Comune di Ferrara, conteggiando le spese per il proprio personale dipendente coinvolto e le spese generali per i luoghi coinvolti, oltre ai 10mila euro messi a disposizione dai partner del progetto.

 

Dal comunicato di Giunta del 21 giugno 2016 - Candidato ai finanziamenti dell'Anci un progetto per la rigenerazione urbana del Quartiere Giardino

Si propone la ridefinizione dell'identità del Quartiere Giardino a partire dall'ex caserma dei vigili del fuoco, il progetto 'Giardino Creativo' che il Comune di Ferrara intende candidare alla concessione dei finanziamenti dell'Anci e della Presidenza del Consiglio dei ministri - Dipartimento della Gioventù, per 'progetti di sviluppo della creatività giovanile per la rigenerazione urbana a livello comunale'. Come indicato nella proposta progettuale approvata oggi dalla Giunta 'gli obiettivi specifici che si vogliono raggiungere con il progetto sono: creare nuove opportunità di lavoro per i giovani del territorio nell'ambito delle imprese e professioni creative; stimolare la nascita ed il consolidamento di start-up ed esperienze di co-working in ambito creativo; costruire metodologie di progettualità condivisa e partecipata nel campo della rigenerazione urbana; riqualificare, attraverso il riuso di uno spazio fisico dismesso, il Quartiere Giardino, ridefinendone la sua identità urbana, economica, sociale e culturale'.

Le finalità generali del progetto sono di ordine economico, sociale e culturale e comprendono, tra l'altro, 'la creazione di un hub della giovane creatività a Ferrara, per offrire concrete opportunità lavorative a giovani ed adolescenti'; 'la riqualificazione e ridefinizione dell'identità del Quartiere Giardino, tramite un processo partecipativo e condiviso di rigenerazione dell'ex Caserma e del contesto urbano nel quale è inserito, che veda gli adolescenti, i giovani, le famiglie, la comunità educante, i vari attori culturali, le categorie produttive ed economiche protagonisti attivi nella riappropriazione fisica e simbolica degli spazi; e 'la realizzazione di iniziative ed eventi culturali nell'ex Caserma (in particolare nella corte interna) e nel relativo contesto urbano (in particolare nell'area della Darsena del fiume Po e nella corte interna dell'ex Mercato Ortofrutticolo) con giovani creativi, per fare conoscere ed interagire gli abitanti con lo spazio oggetto del percorso di rigenerazione e le pertinenze territoriali'. (...)

 

- Assessorato alla Pubblica Istruzione, Pari Opportunità, Cooperazione Internazionale, assessore Annalisa Felletti:

Contributo attività Cies - La Giunta ha approvato l'erogazione di un contributo di 1.500 euro al CIES - Centro Informazione e Educazione allo Sviluppo di Ferrara a parziale sostegno delle spese sostenute per la realizzazione della 15ma edizione del Convegno nazionale Franco Argento "Culture e letteratura dei mondi".

 

- Assessorato al Decentramento e Sport, assessore Simone Merli:

Concessione campo di calcio a Villanova di Denore - La Giunta ha approvato la concessione per l'uso e la gestione del campo di calcio comunale a Villanova di Denore - Ferrara in via Ponte Assa, alla società A.C.Villanova. La concessione ha una durata di 3 anni.

 

- Assessorato ai Lavori Pubblici e Mobilità, Sicurezza Urbana, Protezione civile, assessore Aldo Modonesi:

LAVORI PUBBLICI - Sono stati illustrati stamani dall'assessore Aldo Modonesi con una informativa alla Giunta alcuni  nuovi progetti di opere pubbliche in programma nel territorio comunale. Gli interventi sono in via di approvazione e assegnazione da parte dell'Amministrazione comunale, con determine dirigenziali.

 

LE SCHEDE a cura dei tecnici del Settore Opere Pubbliche e Mobilità:

 

- Progetto esecutivo per la realizzazione di un "Laboratorio aperto nell'ex Teatro Verdi di Ferrara, nell'ambito della programmazione Asse 6 Por Fers: Città Attrattive e Partecipate in attuazione dell'Agenda Urbana", dell'importo complessivo di Euro 2.000.000

OGGETTO DELL'INTERVENTO

L'ex Teatro Verdi sarà un organismo complesso ad alta permeabilità di circolazione interna, in diretta continuità con gli spazi pubblici esterni (primo tra tutti l'ambito di Piazza Verdi) e garantirà il maggior grado di accessibilità ai fruitori in relazione ai vincoli imposti dalla situazione esistente.

Trovano spazio negli ambienti del piano terra un bike cafè con affaccio diretto su Piazza Verdi, dove l'utenza potrà riposare, prendere un caffè, consumare un piccolo pasto, noleggiare, riparare e ritirare biciclette. Sarà realizzato, a fianco del bike cafè, un Visitor Center UNESCO; nell'ingresso principale, un'area dedicata all'accoglienza che possa fungere da Foyer della Città in cui esporre e vedere esposti altri materiali dedicati alla cultura e all'identità del territorio tra terra e acqua. Altro spazio sarà dedicato al Centro per la Mobilità Sostenibile inteso come luogo d'incontro dove sviluppare ricerche, lavorare, studiare, osservare e progettare tutto ciò che ruota attorno alla questione della mobilità leggera a basso impatto ambientale e sociale.

Al piano primo sono state inserite due delle funzioni specifiche: l'area dedicata ai Lab Space in tutte le loro declinazioni (una decina di spazi flessibili) e l'area da dedicare al "museo della bicicletta", organizzato all'interno del "ferro di cavallo" degli ex palchi. Al secondo piano lo stesso "ferro di cavallo" sarà organizzato per ospitare postazioni di lavoro e garantire aree di co-working, nonchè per offrire ai visitatori della palazzina una vista panoramica privilegiata dall'ex loggione verso gli interni dell'ex teatro. Durante il periodo estivo sarà possibile accedere, dal secondo livello, alle terrazze posta sul tetto piano dell'ex ingresso Teatro Verdi e su via Camaleonte; una piazza urbana pensile a livello +7 metri rispetto il piano urbano.

 

- Progetto esecutivo per la realizzazione di interventi di riparazione e miglioramento strutturale post sisma del Centro Sociale Acquedotto sito in Corso Isonzo, 42 a Ferrara, dell'importo complessivo di Euro 163.999

A seguito del sisma l'edificio sede del Centro Sociale Acquedotto in corso Isonzo 42 a Ferrara ha manifestato diverse lesioni passanti e diffuse, in modo particolare nella parete Nord-Ovest del corpo retrostante, mentre nel corpo prospiciente Corso Isonzo vi sono fessure passanti in corrispondenza del cornicione di copertura, delle finestrature e dei relativi architravi e sulle murature perimetrali. Internamente sono presenti distacchi di intonaco (vano scale) e fessure passanti nella parete a contatto con il corpo "produttivo"

Descrizione interventi:

Relativamente alla parete Nord-Ovest del corpo retrostante è necessario provvedere al confinamento dell'intera parete mediante un sistema di telai metallici, vincolati in fondazione, con aggiunta di tiranti che scongiurino il ribaltamento della stessa fuori dal proprio piano.

Per il restante intervento generale, si prevedono l'inserimento generalizzato di cerchiature e/o tiranti a quota impalcati e per tutte le fessure passanti si rendono necessari interventi di cuci-scuci.

 

- Progetto esecutivo relativo ai lavori di riparazione con miglioramento strutturale post sisma della sede della Procura - via Mentessi 9 - Ferrara, importo complessivo di 311.335 euro

A seguito della verifica di Vulnerabilità Sismica dell'immobile ospitante la sede della

Procura della Repubblica di Ferrara sita in via Mentessi 9, si è proceduto alla progettazione

esecutiva degli interventi di riparazione con rafforzamento locale e miglioramento soprattutto in quegli elementi dove la vulnerabilità, e di conseguenza la pericolosità, era maggiore.

La torre dell'orologio migliora dal punto di vista della vulnerabilità sismica attraverso la

realizzazione al suo interno di una struttura metallica, formata da telai verticali ed orizzontamenti tali da trasferire e sopportare le sollecitazioni sismiche. Sarà realizzata una scala in ferro con pianerottoli rigidi (UPN e lamiera grecata con soletta collaborante) e telai orizzontali nei passaggi di sezione della torre. La parte sommitale della torre dell'orologio, la più danneggiata, vedrà lo smontaggio ed il successivo montaggio dei 4 pilastri attraverso il metodo dello scuci e cuci, e saranno successivamente legati tra loro da un telaio in ferro interno alla cella campanaria.

La cupola, anch'essa danneggiata, realizzata in mattoni faccia a vista con parte sommitale in marmo sarà rinforzata con opere si scuci e cuci, iniezioni e cerchiature con corda d'acciaio interne alle commessure e da intonaco a base calce su rete in fibra di basalto e acciaio inox con connettori a fiocco posato all'interno della cupola stessa.

I corpi laterali della torre dell'orologio che presentano due grandi aperture a livello della copertura sub orizzontale, saranno migliorati inserendo una cerchiatura interna formata da UPN e tiranti posati a scacchiera. Un altro importante intervento locale di rafforzamento riguarda le volte a crociera ed il solaio lungo il porticato. Si procederà alla rimozione del pavimento, del sottofondo e del riempimento dei rinfianchi delle volte. Successivamente dopo aver pulito la superficie estradossale della volta e sigillato le eventuali lesioni presenti si procederà al loro rinforzo e consolidamento mediante placcaggio estradossale con fasce in fibra di acciaio galvanizzato UHTSS e geomalta di pura calce idraulica naturale.

Completano gli interventi sulla parte storica dell'edificio la sistemazione della volta in muratura sotto il corridoio del porticato che funge da collegamento delle fondazioni in muratura. Si interverrà puntellando la volta e utilizzando il metodo dello scuci e cuci con ristilatura dei giunti. Si procederà anche alla tesatura delle catene presenti nel porticato tra pilastri e pilastri e tra pilastri e muro portante.

Nei corpi di fabbrica costruiti negli anni '60, nello specifico nel corpo A al piano terra nel

vano archivio a doppio volume dove le tramezzature sono molto snelle, si realizzeranno alcuni interventi atti ad impedire il ribaltamento delle tramezzature con contestuale miglioramento del comportamento sismico globale soprattutto in direzione perpendicolare a quella dell'orditura dei telai in c.a.

 

- Progetto esecutivo relativo ai lavori di ristrutturazione del Motovelodromo Comunale di Via Porta Catena n° 73 - Ferrara, importo complessivo di 150.000 euro

L'intervento in progetto si prefigge di recuperare la funzionalità della pista per le attività propedeutiche, formative e di mantenimento del ciclismo ma non, al momento, per le attività agonistiche. Tali finalità determinano la classificazione della tipologia dell'impianto, all'interno della normativa CONI per l'impiantistica sportiva, tra gli IMPIANTI SPORTIVI DI ESERCIZIO

Nella fattispecie, vista la totale mancanza di propri servizi, si rendono disponibili presso l'attiguo pattinodromo, come evidenziato negli allegati grafici di progetto, spogliatoi e servizi igienici distinti per sesso di dimensioni e dotazioni sufficienti ad entrambe le attività. Tali ambienti risultano attualmente funzionanti e confortevoli e non abbisognano di lavorazioni per essere resi fruibili.

L'intervento all'impianto motovelodromo comprende invece sostanzialmente due distinte lavorazioni.

La prima prevede il completo ripristino della pista, inutilizzata da quasi due decenni, coi giunti infestati da vegetazione, con presenza di fessurazioni e scalini e col manto d'usura parzialmente compromesso.

La seconda, comprende le lavorazioni di parziale demolizione e rimozione della tribuna est, attualmente ricoperta da una fitta vegetazione, inutilizzata ed irrecuperabile, mediante completo sbancamento terrapieno allo scopo di reperire gli spazi in cui, con un intervento futuro, poter collocare spogliatoi, magazzini e locali di servizio propri, dedicati agli utilizzatori della struttura essendo, come detto, non più disponibili da quando, nel 2009, il Centro di Medicina dello Sport si è insediato nei vecchi spogliatoi inutilizzati, ubicati sotto la tribuna ovest.

Nello spazio recuperato dallo smantellamento del terrapieno sarà possibile eventualmente realizzare in seguito anche una nuova tribuna in previsione di ospitare manifestazioni sportive con presenza di pubblico.

 

- Progetto esecutivo per lavori di riparazione e miglioramento strutturale post sisma del "Teatro Comunale -  1° stralcio", importo complessivo di 1.515.000 euro

Il progetto riguarda l'assistenza impiantistica alle opere di riparazione e miglioramento strutturale post sisma, comprendente rimozioni, spostamenti, smontaggio di componenti e parti di impianti elettrici e termoidraulici, nonché dei successivi ripristini e delle necessarie verifiche di funzionalità degli stessi impianti dopo la riattivazione.

Tali lavori sono da intendersi comprensivi di tutto quanto occorrente per la completa assistenza alle opere edilizie e strutturali e per ripristinare la completa funzionalità dell'impiantistica interessata dall'intervento; esse comprenderanno:

  • accessori di montaggio, collegamento, riassemblaggio, fissaggio,ecc.;

  • posa in opera di staffe, tasselli e quant'altro necessario per il riposizionamento di tubazioni, canali dell'aria, canaline portacavi, vie cavi, materiali ed apparecchiature impiantistiche rimosse;

  • fori passanti e relativi ripristini.

Tale elenco è da considerarsi solamente indicativo e non esaustivo

 

- Progetto esecutivo relativo agli interventi di manutenzione straordinaria alle Mura Estensi, dell'importo complessivo di 133.000 euro

Il progetto si riferisce al primo degli interventi del secondo lotto, occupandosi del recupero e restauro della muratura di paramento e degli scavi archeologici della Punta di Francolino e Peschiera del Duca d'Este alle Mura Nord.

MURA NORD

Porta degli Angeli - dal Torrione n°8 alla punta di Francolino - La peschiera del Duca d'Este

Si tratta della parte della cortina muraria visibile più antica e da cui è iniziata l'opera di restauro del primo Progetto Mura (FIO 1986). Oggetto dell'intervento è il tratto compreso dal Torrione n°8 alla Punta di Francolino con al centro gli scavi archeologici della "Peschiera del Duca d'Este".

Si prevede l'intervento di verifica, consolidamento strutturale e restauro conservativo del paramento murario verticale della muratura di sommità con interventi di stuccatura di protezione. Gli scavi archeologici saranno trattati analogamente a quelli della Punta di Francolino già riscoperti in occasione del primo Progetto Mura (FIO '86).

Punta di Francolino - La zona è stata oggetto di importanti Scavi Archeologici sulle fondazioni di Bastioni, lasciati poi visibili al pubblico fruitore dell'area Vallo Mura.

In funzione della tipologia allora adottata "a Scavo Aperto", ed essendo comunque proseguita l'azione degradante del tempo, si prevede il consolidamento della muratura decoesa e la conseguente stuccatura di protezione.

 

- Progetto esecutivo relativo ai lavori di ristrutturazione del Campo Sportivo Scolastico Comunale di Via Porta Catena, dell'importo complessivo di 310.000 euro

Pista di atletica allo scoperto e pedane connesse:

Le lavorazioni che si rendono necessarie e che di seguito vengono elencate sono riconducibili all'Intervento conservativo mediante Spruzzatura così come indicato al punto 4.2.1 delle Circolare Impianti FIDAL 2015:

  1. Smontaggio e successivo rimontaggio del cordolo interno di alluminio adiacente alla prima corsia, al fine di consentire l'intervento di ristrutturazione del manto sportivo;

  2. Rifacimento del manto sportivo sintetico nelle zone distaccate e lesionate (prevalentemente lungo i bordi interno ed esterno della pista ad anello e bordo perimetrale delle pedane), mediante:

  • asportazione del manto sportivo (spessore mm 12/14 circa), trasporto a rifiuto del materiale di risulta;

  • accurata pulizia del sottofondo bituminoso esistente o sua fresatura e rifacimento nelle zone dove si sono verificati cedimenti e deformazioni , applicazione di speciale primer poliuretanico onde favorire l'adesione del nuovo manto;

  • esecuzione di nuovo manto sportivo avente le medesime caratteristiche fisico - meccaniche di quello esistente, posto in opera con speciale finitrice e costituito da un impasto in granuli di gomma nera pezzatura mm 1 - 4 legati con resina poliuretanica monocomponente;

  • esecuzione dello strato di usura superficiale costituito da una miscela 50% resina poliuretanica rossa e 50% granuli di gomma EPDM rossa pezzatura mm 0,5-1,5 (le lavorazioni sono eseguite a mano)

  1. Fornitura e posa in opera di diserbante-antimuschio dato a spruzzo su tutta la superficie, accurata pulizia del manto sportivo esistente mediante l'utilizzo di speciale macchina idropulitrice dotata di lancia con getto d'acqua a pressione al fine di rimuovere polvere e altro materiale estraneo, liberare la porosità della pavimentazione e garantire l'adesione del nuovo strato di usura;

  2. Esecuzione di "SPRUZZATURA" per la ristrutturazione del manto sportivo esistente, mediante: trattamento del manto sportivo esistente per la formazione del nuovo strato di usura superficiale colorato mediante spruzzatura di speciale impasto perfettamente compatibile costituito da 50% di resina poliuretanica monocomponente elastica colore rosso e 50% di granuli di gomma EDPM colore rosso pezzatura mm 0.5/1.5 applicato uniformemente in due mani successive mediante apposita macchina spruzzatrice in ragione di circa 2,5 kg/mq;

  3. Fornitura e posa in opera, lungo il perimetro interno della pista, di speciale cordolo in alluminio smontabile, antinfortunistico sagomato secondo le prescrizioni FIDAL, fissato al sottostante baggiolo in cemento mediante appositi giunti di alluminio e tappi meccanico ad espansione, il tutto eseguito a regola d'arte, si calcolano circa 100 ml di cordolo da sostituire;

  4. Fornitura e posa in opera di serie completa di targhette segnaletiche in alluminio, necessarie per l'omologazione dell'impianto da parte della FIDAL, il tutto secondo regolamento tecnico federale;

  5. Esecuzione di nuova segnatura delle corsie della pista e pedane per atletica, comprese partenze, arrivo, cambi staffette, posizione ostacoli, ecc, mediante tracciamenti con speciale vernice poliuretanica colore bianco e nei vari colori come da regolamento federale, il tutto eseguito a regola d'arte e conforme alle prescrizioni FIDAL per la successiva omologazione dell'impianto.

La superficie complessiva d'intervento è pari MQ 5.496,00

 

Tribuna e relativi servizi igienici fabbricato B - II progetto è finalizzato ad adeguare i servizi igienici alla normativa vigente e a verificare la struttura della tribuna con prove di carico per addivenire alla Certificazione d'idoneità statica. L'area attualmente occupata dai servizi igienici sarà ristrutturata completamente fermo restando i limiti oggettivi imposti dal fabbricato. Saranno ricavati, nel rispetto delle norme sull'abbattimento delle barriere architettoniche e delle norme CONI (si considera a questo proposito un affluenza massima in tribuna di 400 spettatori), un servizio igienico per gli uomini con due bagni e antibagno con due lavabi, un servizio igienico per donne con due bagni di cui uno dotato di lavabo e antibagno con lavabo. Inoltre, accessibile dal servizio igienico donne, sarà realizzato un bagno accessibile ai diversamente abili dotato di lavabo interno. I due servizi igienici, donne e uomini, avranno accesso autonomo dal percorso esterno privo di barriere architettoniche.

Saranno sostituiti tutti gli infissi, i pavimenti (da realizzarsi in gress antiscivolo) e i rivestimenti. I locali w.c. saranno rivestiti con piastrelle in ceramica fino ad un'altezza di ml. 1,80 mentre le pareti degli antibagni saranno tinteggiate con materiale lavabile fino alla medesima altezza.

Gli impianti, sia idrico che di scarico ed elettrico saranno realizzati ex novo. Per quanto riguarda l'impianto di scarico è prevista la posa di una vasca biologica in polietilene monoblocco allacciata alla linea esistente previa manutenzione e revisione di quest'ultima. Considerato l'uso della tribuna esclusivamente nella stagione primavera-estate, non è previsto l'impianto di riscaldamento dei servizi igienici, mentre l'acqua calda sanitaria sarà garantita dall'installazione di un boiler elettrico.

Per quanto riguarda la struttura della tribuna, ad oggi fatte le verifiche presso gli uffici e gli archivi del Comune di Ferrara e presso il gestore dell'impianto sportivo, non è stato possibile reperire la documentazione relativa alla denuncia opere in c.a. ne il prescritto collaudo. Il presente progetto quindi prevede, oltre il necessario approfondimento dell'indagine storico-critica e la ricerca dei progetti esecutivi, anche una serie di verifiche in sito dei materiali costituenti la struttura e le prove di carico al fine di ottenere il collaudo statico definitivo.

Saranno inoltre eseguiti degli interventi di risanamento superficiale della gradonata mediante ripristino delle parti ammalorate del cls. con battitura, pulizia dei ferri scoperti e applicazione di 2 mani di protezione anticorrosiva e successivo ripristino volumetrico delle zone demolite con malta bicomponente a base di cementi ad alta resistenza e impermeabilizzazione finale con rivestimento elastomerico a base di polimeri sintetici in dispersione acquosa addizionato con fibre che lo rendano idoneo al calpestio continuo.

Il presente intervento alla tribuna e locali igienici, così come relazionato, era già stato progettato dal Servizio Edilizia nel settembre 2013 e preventivato mediante l'adozione dei prezzi unitari editi dal prezzario ufficiale della Regione Emilia Romagna opportunamente aggiornati dove necessario.

 

Locali spogliatoio e servizi connessi fabbricato A - Dato il modesto stato di conservazione degli ambianti tutt'oggi regolarmente in uso e funzionali, per la risoluzione delle criticità illustrate in precedenza, il progetto prevede la realizzazione delle seguenti lavorazioni di modesta entità e di risanamento conservativo:

-rifacimento di tutti i rivestimenti ammalorati dei locali docce con mattonelle di gres porcellanato dimensione 20*20;

-rifacimento di tutte le tinte interne ammalorate degli spogliatoi zone docce e servizi igienici;

-sostituzione e ammodernamento dei terminali dell'impianto docce (erogatori e leve di comando);

-sostituzione rinnovamento degli infissi interni ai locali igienico sanitari.

La superficie complessiva dei locali ammonta a circa 250 mq.

 

Le delibere approvate nel corso delle sedute della Giunta comunale vengono pubblicate nei giorni successivi, con le modalità e nei termini di legge, sulle pagine internet dell'Albo Pretorio on line del Comune di Ferrara all'indirizzo http://www.comune.fe.it/index.phtml?id=1818 

 

Immagini scaricabili: