Comune di Ferrara

mercoledì, 18 ottobre 2017

Dove sei: Homepage > Lista notizie > A proposito della riorganizzazione delle isole ecologiche a Porotto, Casaglia e Ravalle

A proposito della riorganizzazione delle isole ecologiche a Porotto, Casaglia e Ravalle

10-03-2017 / Punti di vista

di Cristina Corazzari*

A Porotto, Casaglia e Ravalle è iniziata la riorganizzazione delle isole ecologiche. Il progetto avviato nel 2010 prende forma in questi giorni, purtroppo senza il necessario coinvolgimento dei residenti. La lodevole intenzione del gestore di inviare informatori ambientali presso le famiglie interessate per spiegare i comportamenti corretti per svolgere al meglio la raccolta differenziata rimane però lettera morta!
In alcune delle zone interessate, infatti, i cassonetti delle isole ecologiche sono stati riposizionati senza alcun preavviso e in luoghi non sempre idonei, basti citare lo spiacevole episodio occorso a Porotto: un'intera isola ecologica spostata di pochi metri senza alcuna informazione preventiva e posizionata in un parcheggio che serve un nucleo di villette. In questo caso il decoro urbano come anche la preparazione del nuovo alloggiamento non sono stati assolutamente considerati e la posizione scelta risulta inopportuna e pericolosa, ma ancor più inopportuno è il metodo, che ha provocato la reazione dei residenti, la cui richiesta di chiarimenti ha ricevuto pronta risposta dall'amministrazione e che si spera sia in via di risoluzione.
Il gestore non ha evidentemente fatto tesoro delle buone prassi già sperimentate proprio nello stesso territorio che in passato hanno visto coinvolti i cittadini, i rappresentanti dell'amministrazione e i tecnici della multiutility. Si è infatti già messo in atto un sistema di comunicazione efficace l'anno scorso nelle piccole frazioni con bassa densità abitativa, come ad esempio a Fondoreno, in cui prima dell'inizio della raccolta porta a porta sono stati tenuti incontri informativi e di ascolto delle opinioni e delle esigenze dei residenti. Lo stesso metodo è stato utilizzato nelle vie di sperimentazione a Pontelagoscuro.
L'esperienza dunque c'è, è fondamentale che se ne faccia tesoro per raggiungere l'obiettivo importante di aumentare e migliorare la raccolta differenziata, consapevoli del fatto che per ottenere il risultato desiderato sono fondamentali la collaborazione, la consapevolezza e la responsabilità dei cittadini-residenti-utenti.

*Consigliera comunale grupp PD