Comune di Ferrara

mercoledì, 20 giugno 2018

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Modalità di pagamento della Tari (Tassa rifiuti) 2017 e l'invio degli avvisi di accertamento

BILANCIO E TRIBUTI - Illustrazione in Comune dell'ass. Vaccari e di responsabili del settore Tributi

Modalità di pagamento della Tari (Tassa rifiuti) 2017 e l'invio degli avvisi di accertamento

24-03-2017 / Giorno per giorno

Sono state illustrate questa mattina, venerdì 24 marzo 2017 in residenza municipale, le modalità di pagamento della Tari (Tassa rifiuti) 2017 e le operazioni di invio degli avvisi di accertamento delle annualità precedenti.
All'incontro con i giornalisti sono intervenuti l'assessore al Bilancio e alla Contabilità Luca Vaccari, la dirigente responsabile Servizio Servizi Tributari Piera Pellegrini e la responsabile dell'Unità organizzativa Tari e altri tributi Paola Scanavini.

"Nulla cambia per i cittadini rispetto alle tariffe all'anno scorso - ha affermato l'assessore comunale Vaccari - e faremo di tutto per procedere in questo modo anche nei prossimi anni. Invitiamo i cittadini a non precipitarsi agli uffici comunali di via Maverna entro metà aprile (scadenza prima rata, ndr) in caso di chiarimenti e variazioni per ricalcolare la tariffa, ma una volta pagata la prima rata potranno procedere con le segnalazioni necessarie e presentare la documentazione utile". Relativamente alla riscossione dei tributi "evasi" nel 2016 - che coinvolgono circa l'11% dei contribuenti - è stata sottolineata dalle funzionarie comunali la necessità di rispettare i 60 giorni previsti dalle procedure per presentare osservazioni e chiedere l'eventuale rideterminazione del tributo.

LA SCHEDA - (a cura dell'Assessorato alla Contabilità e Bilancio)

Nei prossimi giorni l'Ufficio TARI del Comune di Ferrara procederà alla spedizione degli inviti di pagamento della TARI per l'anno 2017, le cui tariffe rimangono invariate rispetto al 2016.

Complessivamente verranno inviati 70.526 inviti ad altrettanti contribuenti: 62.343 utenze domestiche e 8.183 utenze non domestiche (imprese, associazioni ecc.).
Il dato dei contribuenti è quello definito al 7/3/2017, la composizione dei nuclei familiari è quella presente in Anagrafe al 23/2/2017.
Le dichiarazioni - relative a nuove utenze, cessazione o variazione di utenze in corso - pervenute dopo quella data non sono state considerate nella compilazione degli invii.

Per quanto riguarda le utenze domestiche, gli inviti saranno recapitati a mezzo posta ordinaria indicativamente a partire dalla quarta settimana di marzo. Agli utenti che ne avevano fatto specifica richiesta (circa 3 mila) l'invito verrà recapitato tramite posta elettronica certificata e/o mail.

Per le utenze non domestiche gli inviti saranno recapitati via posta elettronica certificata a tutti i contribuenti presenti nella banca dati della Camera di Commercio, oltre a quelli che avevano indicato l'indirizzo PEC in dichiarazione (circa 5 mila); per i rimanenti l'invio verrà effettuato a mezzo posta ordinaria.

Materialmente la stampa e la spedizione verrà effettuata da Maggioli SpA (aggiudicataria della gara), che utilizzerà Nexive come postalizzatore.

Come per gli anni precedenti insieme all'invito di pagamento verranno recapitati i modelli F24 semplificato da utilizzare per i pagamenti.
L'invito di pagamento contiene il dettaglio dei dati utilizzati per il calcolo dell'imposta complessiva, il prospetto di rateazione e una serie di informazioni di servizio.

I pagamenti si possono effettuare:

  • in unica soluzione entro il 16 giugno, utilizzando il primo modulo, oppure

  • in 4 rate alle scadenze del 16 aprile, 16 giugno, 16 settembre e 16 dicembre, utilizzando gli altri 4 moduli.

Per le utenze domestiche gli eventuali crediti derivanti dal conferimento nelle isole ecologiche avvenuti nel corso del 2016, comunicati da Hera, e/o i crediti derivanti da maggiori pagamenti intervenuti nel corso del 2016 sono riportati nell'invito e vengono compensati con la tassa, riducendo l'importo da pagare.

Per le utenze non domestiche le riduzioni di tariffa - previste dal Regolamento TARI per l'avvio a riciclo (art. 25 Regolamento TARI) o per i progetti "last minute market" e "ancora utili" relativo a prodotti alimentari e non (art. 27) - saranno riconosciute nel corso del secondo semestre 2017, come lo scorso anno.

Il contribuente potrà consultare la propria posizione via web - e, se necessario, ristampare il modello F24 -, accedendo allo sportello telematico LINKMATE, le cui credenziali di accesso sono riportate nell'invito al pagamento.

Al fine di evitare il massiccio afflusso di pubblico e le conseguenti lunghe ore di attesa, si ricorda che le variazioni delle posizioni e il conseguente ricalcolo dei pagamenti vanno effettuate:

  • entro il 30/6/2017 le variazioni relative al 2016 non ancora inserite e/o pervenute,

  • entro il 31/12/2017 le variazioni relative al 2017, che andranno a conguaglio nell'anno successivo( art. 30 Regolamento TARI) .

Le denunce possono anche essere inviate via posta elettronica all'indirizzo: servizitributari@cert.comune.fe.it , corredate da copia del documento di identità del dichiarante.

Per ridurre i tempi di attesa e le code agli sportelli, si invitano gli utenti TARI a presentarsi con i moduli già compilati e la documentazione richiesta già in fotocopia.

Tenuto conto dei tempi da dedicare a ogni pratica, il numero di accessi verrà stabilito in funzione delle ore di apertura degli sportelli, pertanto nei giorni di ricevimento nella fascia mattutina (dalle 8:40 alle 12:40) il numero massimo di prenotazioni (numeratore elimina code) sarà pari a 150, mentre per la fascia pomeridiana (il martedì dalle 14:40 alle 16:40) il numero massimo di prenotazioni scende a 35.

Oltre che agli sportelli (gli orari sono indicati nell'invito) i contribuenti potranno rivolgersi al numero verde 800-654.866 e/o utilizzare i canali di posta elettronica.

 

>> Avvisi di accertamento 2015 e anni precedenti

Esauriti gli invii degli inviti al pagamento per l'anno 2017, verranno spediti gli atti di accertamento TARI per omesso o parziale pagamento del tributo per gli anni antecedenti il 2016.

Trattandosi di un tributo che deve coprire tutti i costi relativi al servizio di raccolta rifiuti, è opportuno che ognuno sia chiamato a contribuire in maniera appropriata. Pertanto, effettuando un incrocio tra diverse basi di dati disponibili, saranno emessi circa 10 mila atti di accertamento, che verranno recapitati entro il primo semestre del 2017.

Ricevuto l'atto di accertamento, il contribuente avrà 60 giorni di tempo per presentare osservazioni e chiedere l'eventuale rideterminazione del tributo.
Si invita a rispettare questo termine, trascorso il quale l'atto diventa definitivo, dando avvio alla fase di esecuzione coattiva: notifica delle ingiunzioni e dei conseguenti procedimenti cautelari (fermo amministrativo) ed esecutivi (pignoramento).

Nella sede dei Servizi Tributari di via Maverna 4 è attivo uno sportello dedicato esclusivamente alla riscossione coattiva, gestita direttamente dal Comune di Ferrara con il supporto del Raggruppamento Temporaneo di Imprese costituito tra Municipia SpA (ex Engineering Tributi SpA - mandataria), SORIT - Società Servizi e Riscossioni Italia SpA, ABACO Spa, ESSEBI srl e Poste Italiane SpA. Il Raggruppamento di aziende è risultato aggiudicatario della gara regionale indetta da Intercent-ER, alla quale il Comune di Ferrara ha aderito.

 

Immagini scaricabili: