Comune di Ferrara

martedì, 19 settembre 2017

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Raccolta differenziata ed 'economia circolare': primi risultati e prospettive

AMBIENTE E RACCOLTA DIFFERENZIATA - Presentazione in Comune con ass. Ferri e dirigenti Hera. Il 16 maggio alle 18 incontro al 'Quadrifoglio'

Raccolta differenziata ed 'economia circolare': primi risultati e prospettive

15-05-2017 / Giorno per giorno

Si è svolta questa mattina, lunedì 15 maggio 2017 in residenza municipale, una conferenza stampa per illustrare gli elementi essenziali del programma per lo sviluppo della raccolta differenziata a Ferrara finalizzata alla creazione di una nuova 'economia circolare' e in particolare i risultati della sperimentazione delle nuove modalità di raccolta differenziata messa in atto a Pontelagoscuro.

All'incontro coi giornalisti sono intervenuti l'assessora comunale all'Ambiente Caterina Ferri, il responsabile di area Ferrara-Modena dei Servizi Ambientali Hera Spa Alberto Santini Sandro Berghi (responsabile del distretto Ferrara dei Servizi Ambientali Hera Spa). 

"Ringrazio tutti i cittadini residenti a Pontelagoscuro - ha affermato in apertura di incontro l'assessora Ferri - perchè hanno dimostrato responsabilità e collaborazione nel mettere in pratica azioni nuove che ci permettono di essere ottimisti per la diffusione delle calotte della raccolta differenziata e l'applicazone della tariffa puntual nel 2018. Notevole anche il lavoro dei tutor che hanno spiegato efficacemente le nuove modalità di conferimento dei rifiuti. Questa proposta operativa, che per i cittadini ha un impatto minore rispetto alla modalità 'porta a porta', contiamo ci consenta di raggiungere l'obiettivo del 70% di raccolta differenziata - oggi siamo al 56% - nel nostro territorio senza aumentare le tariffe".    

Martedì 16 maggio alle 18, nella sede del Centro sociale Quadrifoglio in viale Savonuzzi 54 a Pontelagoscuro, l'ass. Caterina Ferri e Alberto Santini di Hera Spa illustreranno alla cittadinanza i risultati di questo primo periodo di sperimentazione della nuova raccolta differenziata con i cassonetti a calotta.   

 

>> DOCUMENTAZIONE scaricabile in fondo alla pagina (relazione e schede) 

 

LA SCHEDA (a cura di Hera Spa)

A Pontelagoscuro differenziata oltre il 70%: un grazie ai cittadini e alle attività

Cresce di oltre 14 punti percentuali nel quartiere coinvolto dalla riorganizzazione sperimentale. E a luglio parte la fase due

Raccolta differenziata al 70%, in crescita di oltre 14 punti percentuali, 3.000 le famiglie e attività contattate per informazioni e per la consegna diretta dei materiali per utilizzare i nuovi servizi di raccolta, 44 le isole ecologiche riorganizzate e dotate di cassonetti con l'indifferenziato con calotta, 6 i mesi di sperimentazione.

Questi sono solo alcuni dei numeri che caratterizzano la prima fase della riorganizzazione dei servizi di raccolta rifiuti a Ferrara, promossa dall'Amministrazione comunale in collaborazione con Hera, che ha coinvolto nei mesi scorsi frazione di Pontelagoscuro (per oltre 6.000 cittadini) e che proseguirà dal mese di Luglio, coinvolgendo, per prime, le zone sud e nord-ovest di Ferrara per poi estendersi a tutto il comune.

Martedì 16 maggio, alle ore 18 presso il Teatro del Centro di Promozione Sociale Il Quadrifoglio, in viale Savonuzzi 54 a Pontelagoscuro, si svolgerà un incontro pubblico con i cittadini per illustrare i primi risultati del nuovo sistema di raccolta rifiuti.

 

Grande collaborazione e impegno da parte della cittadinanza

La raccolta differenziata a Pontelagoscuro è passata da 56,6% del 2016 (media comunale) a oltre il 70% di aprile 2017, un risultato ottenuto grazie alla disponibilità e collaborazione dei cittadini e delle attività produttive e commerciali, ingredienti fondamentali per la buona riuscita del progetto. Se il trend si confermerà anche nei prossimi mesi, è ipotizzabile, con il progetto a regime, il pieno raggiungimento, nel territorio comunale, dell'obiettivo previsto dalla normativa regionale (70%).

A Pontelagoscuro la sperimentazione ha dato un forte impulso alla raccolta differenziata che ha registrato punte di eccellenza: + 105% per la plastica e + 92% per la carta, mentre il rifiuto indifferenziato ha avuto una riduzione del - 38%. I quantitativi di rifiuto indifferenziato includono una stima del fenomeno della migrazione dei rifiuti. Infatti, da un lato la chiusura dei cassonetti ha limitato la storica importazione da fuori comune, dall'altro sono stati registrati e stimati incrementi dei conferimenti nei quartieri limitrofi.

Affiancamento dei cittadini con l'informazione e la presenza a Pontelagoscuro

Una informazione costante sul sistema ha affiancato l'avvio della sperimentazione a Pontelagoscuro, sostenendo l'impegno dei cittadini in questo nuovo processo con 4.000 dépliant distribuiti e con 6.000 lettere esplicative inviate ai cittadini e alle attività coinvolti. Sportelli informativi con distribuzione delle tessere ambientali (Carta Smeraldo) sono stati allestiti presso la sala Nemesio Orsatti, dal 17 ottobre al 12 novembre totalizzando 222 ore di apertura e oltre 2.500 cittadini serviti. Inoltre è stato attivato, per due mattine alla settimana, un punto di distribuzione fisso presso la stazione ecologica di via Diana. Presso l'eco sportello era stato predisposto uno sportello TARI, presidiato dal Comune, che ha registrato complessivamente 166 accessi. Sono state inoltre realizzate 3 serate informative (più di 800 partecipanti) e un banchetto informativo durante la fiera di Pontelagoscuro (900 contatti) dove è stato possibile provare i nuovi cassonetti e trovare personale esperto a cui rivolgersi in caso di dubbio.

La creazione di un percorso partecipato con la comunità locale

L'avvio del nuovo sistema di raccolta è stato affiancato da "Angelo", il progetto di educazione ambientale pensato per coinvolgere le associazioni di volontariato nell'ambito della riorganizzazione dei servizi di raccolta rifiuti. Nato da un'idea di HeraLAB Ferrara, questo progetto mette in campo gli eco volontari come tutor ambientali per presidiare, informare e sensibilizzare i cittadini sulla corretta gestione dei rifiuti urbani.

Gli eco volontari appositamente formati dai tecnici di Hera, svolgono tutt'ora una azione di tutoraggio e informazione su alcune isole ecologiche di base presenti a Pontelagoscuro. Tra i loro compiti: aiutare a comprendere le nuove modalità di raccolta, verificare se i residenti incontrano difficoltà ad attuarle, monitorare il territorio per individuare eventuali abbandoni e evidenziare situazioni critiche e necessità di intervento. Si favorisce così un "processo partecipato" della comunità locale allo sviluppo del progetto.

Monitoraggio continuo del sistema e aggiustamenti

Al fine di valutare la risposta dei cittadini e l'affidabilità del sistema, vengono periodicamente ispezionate le isole ecologiche di Pontelagoscuro, viene controllato il funzionamento delle calotte, vengono censiti e rimossi gli abbandoni di rifiuti.

Hera e Comune hanno affrontato man mano le criticità riscontrate, normali per riorganizzazioni di questo genere e di questa portata, al fine di trovare rapidamente le soluzioni necessarie in collaborazione con i residenti. Assestamenti iniziali sono naturali e inevitabili e per meglio soddisfare le esigenze dei cittadini, le nuove calotte che verranno posizionate su tutto il territorio comunale avranno dimensioni maggiori (30 litri anziché 20) e una forma meglio adatta a ricevere i sacchetti utilizzati per il conferimento del rifiuto. Nel corso del secondo semestre 2017 saranno modificate anche le calotte dell'Area Sperimentale di Pontelagoscuro.

Affidabilità del sistema e decoro urbano

Nei sei mesi di sperimentazione sono stati effettuati in totale 18 interventi di manutenzione delle calotte per indifferenziato e la possibilità percentuale di un cittadino di trovare la calotta non disponibile per rottura è risultata inferiore allo 0,1%. Una performance di funzionamento della calotta decisamente soddisfacente.

Per quanto riguarda il decoro urbano, dai controlli effettuati emerge una situazione non difforme dal resto del territorio. Si evidenziano solo alcuni punti di raccolta maggiormente oggetto di abbandono che coincidono con le vie di transito dal Veneto verso Ferrara.

Riorganizzazione isole ecologiche su tutto il territorio comunale

Contemporaneamente alla sperimentazione di Pontelagoscuro ha preso avvio il progetto di riorganizzazione delle isole ecologiche su tutto il territorio comunale. Saranno ridefinite alcune posizioni delle isole ecologiche di base e i cassonetti per rifiuti indifferenziati, localizzati in postazioni singole, verranno accorpati in isole ecologiche complete. Ogni isola ecologica sarà composta da cassonetti per plastica, carta, vetro, organico, sfalci/potature e indifferenziato e sarà posizionata nel rispetto delle distanze previste dal Regolamento Comunale. In questo modo ogni cittadino potrà conferire più agevolmente e con più sicurezza, nella stessa posizione, tutte le frazioni di rifiuto. Particolare attenzione sarà posta al decoro urbano con attività di manutenzione di tutti i contenitori stradali e sostituzione di quelli più obsoleti.

A luglio partenza della seconda fase del progetto

A partire dal secondo semestre 2017, si procederà con il posizionamento delle calotte sulla totalità del territorio comunale e verrà rinnovato l'intero parco cassonetti dedicato alla raccolta dell'indifferenziato e del verde. I cittadini saranno invitati a ritirare le attrezzature necessarie per accedere al nuovo sistema di raccolta presso gli eco sportelli temporanei che saranno realizzati, in successione, presso la sede Hera di Via Diana, presso gli uffici della ex Circoscrizione Centro Cittadino e a fianco della stazione ecologica di via Caretti.

Grande attenzione sarà data all'aspetto comunicazionale per garantire ai cittadini il supporto informativo necessario a conoscere e gestire con il minor disagio possibile il nuovo sistema di raccolta i cui fini principali sono aumentare la qualità e la quantità della raccolta differenziata portando il comune di Ferrara al raggiungimento dell'obiettivo del 70%.

In allegato - scaricabile in fondo alla pagina - la foto degli eco volontari di Pontelagoscuro e la mappa dell'organizzazione dei servizi ambientali.

 

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: