Comune di Ferrara

martedì, 19 settembre 2017

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Nota del sindaco Tiziano Tagliani sull'esposto del consigliere Simeone

Nota del sindaco Tiziano Tagliani sull'esposto del consigliere Simeone

07-06-2017 / Punti di vista

di Tiziano Tagliani*

In riferimento all'"Esposizione sintetica e segnalazione dei fatti", inviata dal consigliere comunale SERGIO SIMEONE del Gruppo Movimento 5 Stelle all'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC), in merito all'appalto del servizio di Refezione Scolastica, si evidenzia quanto segue:

- il Project Financing per la realizzazione di un Centro Pasti Comunale e la gestione del servizio di refezione scolastica, ai sensi dell'art.153, comma 19, del Codice dei Contratti del 2006, è stato proposto dalla Ditta CIR all'Amministrazione Comunale in data 28.08.2015;

- va tenuto presente che il Project Financing è un importante strumento previsto dalla normativa dei Contratti per regolare i rapporti fra Soggetti Privati e Amministrazioni Pubbliche e può essere una importante opportunità per le pubbliche amministrazioni, subordinata all'accertamento dell'interesse pubblico;

- al fine di valutare l'interesse pubblico del suddetto progetto, è stata costituita dall'Amministrazione Comunale una specifica Unità di Progetto il 6.10.2015, composta da Dirigenti di diversi Settori Comunali, espressione di diverse competenze, che si è riunita più volte;

- l'Unità di Progetto non ha ritenuto di riconoscere l'interesse pubblico del progetto stesso, come da comunicazione del Dirigente Responsabile del 17.01.2017, perché a seguito dell'uscita del D.Lgs 50/2016 la documentazione presentata non risultava adeguata ai contenuti della nuova normativa ed alle specifiche richieste di modifica avanzate dagli Uffici Comunali (fra cui proprio la Istituzione Scolastica).

Per cui al momento della definizione del Capitolato della Refezione (Settembre-Novembre 2015) la determinazione o meno del pubblico interesse del Project Financing era ancora tutta da verificare.

La tempistica prevista dal Bando (1 anno + 1 + 1) è coerente con quel contesto.

In riferimento alle proroghe effettuate nel periodo 2015-2016, il periodo massimo di un anno era esplicitamente previsto in origine dal Capitolato Speciale di Appalto (art.2), così come il rinnovo triennale.

Il periodo di proroga è stato utilizzato per la definizione degli atti di gara e per l'espletamento della gara medesima, comprendente il lavoro della Commissione.

L'"attrattività economica" o meno della gara di appalto effettuata è stata confermata dalla partecipazione di 2 Ditte, in linea con la partecipazione delle gare precedentemente svolte.

Indipendentemente dalla tempistica della durata del Contratto, si evidenzia che in base alle caratteristiche del servizio richiesto ed alla base d'asta fissate, il Comune di Ferrara ha potuto contenere il costo del servizio di Refezione Scolastica di circa 150.000 Euro all'anno.

Rispetto alla esigenza di "rotazione" dei Soggetti coinvolti in questi anni nella gestione della Refezione Scolastica, non ha alcun senso accostare Dipendenti Pubblici con Soggetti esterni che hanno operato con l'Amministrazione a vario titolo, richiamando il Piano Nazionale Anticorruzione del 2016.

Per quanto riguarda il prof. E.Canducci (Docente all'Università di Ferrara, con funzione di Direttore del Corso di Laurea in Scienza dell'Alimentazione), ha collaborato con l'Amministrazione per la attuazione delle direttive di legge in materia di gestione della sicurezza, adeguatezza e controllo della qualità della refezione scolastica e di tutti gli aspetti igienico-sanitari e nutrizionali di tale sistema.

Per quanto riguarda la dr.ssa M.Bignardi (Biologa - libera professionista iscritta all'Albo), le sono stati affidati incarichi professionali per lo svolgimento del servizio controllo qualità refezione scolastica.

Per entrambi i collaboratori esterni sono state esperite le procedure di affidamento previste dalle normative e dai regolamenti comunali vigenti al momento della assegnazione, peraltro modificate più volte ed anche in maniera consistente nel corso degli anni.

Per quanto riguarda il dr. M.Vecchi, è Direttore della Istituzione Scolastica dal 31.12.2010. L'introduzione del principio della rotazione è assai più recente e credo che la sua applicazione non possa condurre a risultati aberranti quali quello di non avere , nei ruoli direttivi, persone sufficientemente competenti, in ogni caso , dato che purtroppo il dottor Vecchi andrà in pensione tra poco più di un anno, il tema è assai poco significativo.

 

La presente nota è redatta per la corretta informazione ai nostri concittadini. L'esposto all'Anac del Movimento 5 Stelle oltre ad evidenziare una colossale ignoranza delle normative vigenti non rappresenta alcun elemento di preoccupazione per l'Ente che, come già in passato, è in grado di fornire all'Autorità (posto che ce li chieda) tutti gli elementi di riscontro a conferma del rispetto delle normative e della trasparenza dell'azione amministrativa.

*Sindaco del Comune di Ferrara