Comune di Ferrara

lunedì, 23 ottobre 2017

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Con la nuova App dedicata a Biagio Rossetti una bussola digitale per visitare le sue architetture in città

CELEBRAZIONI ROSSETTIANE - Già consultabile anche il sito web sul grande architetto ferrarese

Con la nuova App dedicata a Biagio Rossetti una bussola digitale per visitare le sue architetture in città

05-10-2017 / Giorno per giorno

A cinquecento anni dalla morte, Biagio Rossetti non smette di stupire, approdando al mondo del digitale con una nuova app e un sito web tutti dedicati alle sue grandi creazioni architettoniche. A commissionarne la realizzazione, all'azienda start up SmartFactory, è stato il Comitato Tecnico-scientifico per le celebrazioni del cinquecentenario della morte del celebre architetto ferrarese, che ha così voluto contribuire a divulgare la conoscenza delle opere rossettiane, offrendo inoltre, tramite l'app, una guida video e audio a portata di clic, per facilitare la visita di alcune delle principali architetture monumentali Ferraresi.
Tutti i dettagli del progetto relativo al sito www.biagiorossetti500.it e alla relativa app sono stati illustrati stamani in conferenza stampa dall'assessore comunale ai Lavori pubblici e Beni monumentali Aldo Modonesi, dal presidente del Comitato tecnico-scientifico per le celebrazioni rossettiane Francesco Ceccarelli e da Vittorio Cavani di SmartFactory, alla presenza anche di Daniele Ravenna e Michele Pastore.
"Quello del sito web è uno dei principali progetti del Comitato - ha ricordato l'assessore Modonesi - che fin dalla sua costituzione si era prefissato l'obiettivo di portare avanti un percorso di approfondimento e scoperta sull'opera del grande architetto ferrarese, che fosse in grado di lasciare segni concreti e duraturi a beneficio della città, a conclusione delle celebrazioni. Percorso che stiamo compiendo da un lato attraverso grandi opere di recupero, restauro e riapertura di edifici monumentali, come quella di San Cristoforo alla Certosa appena partita, e dall'altro realizzando strumenti multimediali per la diffusione della conoscenza del patrimonio rossettiano che resteranno a disposizione dei ferraresi e dei turisti e saranno costantemente implementati".
Nel presentare i due nuovi strumenti Francesco Ceccarelli ha ricordato anche la figura di Carlo Bassi, presidente onorario del Comitato, recentemente scomparso. "Lo ricordiamo, fra l'altro, - ha dichiarato Ceccarelli - per la sua inesauribile capacità divulgativa e per averci indirizzato verso l'utilizzo dei nuovi strumenti tecnologici come mezzi per avvicinare in particolare i più giovani alla cultura". "In vista della grande mostra che abbiamo in programma su Biagio Rossetti - ha continuato Ceccarelli - abbiamo voluto creare un sito web destinato a diventare, grazie a progressive implementazioni, il più completo e organico sistema documentario on line sul grande architetto ferrarese, con tutta la produzione relativa alla sua opera, tra foto di alta qualità, documenti recuperati dagli archivi di Ferrara, Modena e Venezia, e testimonianze di vario genere, anche video. Accanto al sito, abbiamo poi voluto dar vita all'app che ne rappresenta il braccio operativo e che sfrutta l'innovativa tecnologia dei beacon, dispositivi che funzionano da ponti wi-fi per chi si avvicina con il proprio smartphone o tablet ai luoghi rossettiani fornendo informazioni approfondite e stimolando gli interessati a recarsi a visitare da vicino i monumenti". "Abbiamo già installato più di una ventina di beacon in corrispondenza di altrettanti edifici rossettiani in città - ha precisato Vittorio Cavani -. Si tratta di dispositivi, con funzione proattiva, in grado di microlocalizzare l'utente fino a 60 metri di distanza, per poi offrire contenuti video e audio sui relativi monumenti".

Immagini scaricabili:

sito Biagio Rossetti home page.jpg biagio ross_5ott2017.jpg