Comune di Ferrara

martedì, 21 novembre 2017

Dove sei: Homepage > Lista notizie > "Festa della Legalità e Responsabilità", proiezione film e consegna Premio Cittadinanza Responsabile 2017 - DOCUMENTAZIONE

LEGALITA' E RESPONSABILITA' - Martedì 21 novembre alle 21 al Cinema Boldini (Via Previati 18)

"Festa della Legalità e Responsabilità", proiezione film e consegna Premio Cittadinanza Responsabile 2017 - DOCUMENTAZIONE

15-11-2017 / Giorno per giorno

Martedì 21 novembre alle 21, al Cinema Boldini (Via Previati 18) è in programma la proiezione del film "Vivere alla grande" sul gioco d'azzardo, anticipato dalla presentazione del progetto "Lose for life" di Avviso Pubblico e la consegna del "Premio Cittadinanza Responsabile" 2017. (Ingresso libero)

LA SCHEDA - (a cura degli organizzatori)

PREMIO "CITTADINANZA RESPONSABILE" 2017 del Comune di Ferrara

a Riccardo Zaniboni, Daniele Gallo, Barbara Antolini

L'Italia è uno dei Paesi al mondo in cui il gioco d'azzardo (che, secondo l'art. 721 del Codice Penale, è quello per cui si gioca per vincere denaro e nei quali il risultato del gioco dipende, del tutto o in parte, dalla fortuna piuttosto che dall'abilità del giocatore) è più diffuso a livello pro capite. La maggior parte delle persone che gioca (alle videolottery, alle slot machine, al gratta e vinci, al lotto e al superenalotto, ai giochi al casinò, al win for life, alle scommesse sportive o ippiche, al bingo, ai giochi on line con vincite in denaro) gioca in modo responsabile; ma il gioco d'azzardo può anche diventare un rischio, a volte una vera patologia.

In Italia le persone con un gioco d'azzardo problematico sono 700 mila; tra questi, 300 mila hanno instaurato una vera e propria dipendenza. Per queste persone, il gioco non è più un passatempo, ma diviene un pensiero fisso che accompagna per tutta la giornata, con desiderio irresistibile di continuare, nella speranza di vincere o di riguadagnare i soldi spesi. Investono così nel gioco più denaro di quanto potrebbero permettersi, spesso contraggono debiti, tralasciano per il gioco impegni familiari, sociali o lavorativi.

Quando il gioco d'azzardo diventa un problema, ha conseguenze pesanti non solo per il giocatore, ma anche per la famiglia e il futuro dei figli, sul piano economico e psicologico.

La Regione Emilia Romagna ha preso a cuore il problema, tramite l'emanazione della delibera GR 831 del 12/06/2017, dando così un nuovo impulso alle norme per il contrasto, la prevenzione, la riduzione del rischio della dipendenza dal gioco d'azzardo patologico, nonché delle problematiche e delle patologie correlate, tra cui il divieto di installare nuovi impianti nelle vicinanze dei luoghi cosiddetti "sensibili" (es: gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, i luoghi di culto, gli impianti sportivi, le strutture residenziali o semiresidenziali operanti in ambito sanitario o sociosanitario, le strutture ricettive per categorie protette, i luoghi di aggregazione giovanile e oratori).

Anche il Comune di Ferrara si è occupato del tema. Infatti, la provincia ferrarese, con 21 locali provvisti di slot machine ogni diecimila abitanti, risulta essere al secondo posto in regione per concentrazione di "macchinette mangiasoldi".

Da qui anche il varo, nel giugno del 2016, dell'Odinanza comunale restrittiva per limitare l'orario di utilizzo delle slot, tramite la definizione di apposite fasce orarie di utilizzo.

Il Comune infatti rilascia una vetrofania (Slot-freE-R) a quegli esercizi che hanno dichiarato la volontà di non installare slot machine o videolottery. Tale marchio ha primariamente una valenza etica, in quanto testimonia che gli esercenti che lo espongono "hanno aderito concretamente nella loro attività quotidiana alla campagna di sensibilizzazione contro la diffusione del gioco con vincita aleatoria in denaro, in particolare nelle sue manifestazioni compulsive e patologiche."

Quest'anno il Premio "Cittadinanza Responsabile" va a Riccardo Zaniboni, Daniele Gallo, Barbara Antolini, tre esercenti ferraresi che gestiscono rispettivamente la Caffetteria Spisani, il Bar Centrale La Brasiliana, il Bar Stella.

Sono tre "eroi borghesi" che hanno scelto, con il loro impegno personale, di non installare macchinette per il gioco d'azzardo nel loro bar e che hanno così aderito al marchio Slot- FreE-R.

Si sono presi a cuore il benessere della collettività, scegliendo in modo consapevole di rinunciare a un facile guadagno, promuovendo valori di crescita consapevole della società civile e di contrasto all'illegalità.

Il Premio "Cittadinanza Responsabile 2017", assegnato a questi tre esercenti, testimonia della convinta collaborazione fra singoli Cittadini e Amministrazione Pubblica, in un'ottica di promozione della legalità, a partire dalle scelte individuali e da gesti quotidiani, anche non convenienti nel breve periodo.

 

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - 

Sabato 18 novembre dalle 10 alle 13 nella Sala della Musica (via Boccaleone 19, Ferrara)  si parlerà invece del processo alla mafia in Emilia Romagna con "Il Processo Aemilia: stato dell'arte e nuove prospettive", relatori: Sabrina Pignedoli, giornalista de "Il Resto del Carlino", vincitrice Premio Estense 2016; Vincenza Rando, avvocato, componente dell'Ufficio di Presidenza di Libera Associazioni (aggiornamento: interrverrà al suo posto l'avv. Antonio Monachetti dell'Uff. legale di Libera), nomi e numeri contro le mafie; Elia Minari, coordinatore dell'associazione antimafia Cortocircuito di Reggio Emilia; coordinano Federica Pezzoli di Libera Ferrara e Alessandro Zangara capo dell'Ufficio Stampa del Comune di Ferrara. 

Attraverso i diversi punti di vista e le esperienze dei relatori coinvolti (giornalista, avvocato, ricercatore universitario), nell'incontro di sabato 18 novembre verrà fatto il punto della situazione di una vicenda di cronaca giudiziaria che ha scosso un territorio che si riteneva ‘immune' da attività criminali operate da organizzazioni mafiose. Nel corso del seminario verranno esposti e analizzati gli elementi principali del processo Aemilia attraverso la cronaca dei fatti raccontata dai media locali e nazionali, gli aspetti legati alla professione giornalistica minacciata con atti intimidatori da parte di persone coinvolte nel processo, l'attività civica di associazioni contro le mafie.

 

LA SCHEDA (a cura di Libera Ferrara) - Aemilia è il più grande processo di ‘ndrangheta nel Nord Italia. Il 22 aprile 2016 a Bologna c'è stata la prima sentenza: 58 condanne su 71 imputati che hanno seguito il rito abbreviato, 305 anni di carcere. Poi, a fine settembre 2017, è arrivato il verdetto di appello, che dimostra come l'impianto accusatorio abbia retto: sono state confermate quasi tutte le sentenze del primo grado e due assoluzioni sono state modificate in condanne. Nel frattempo a Reggio Emilia è in corso il processo con rito ordinario per altri 150 imputati. È poi dell'aprile 2016 il primo scioglimento di un comune della regione per mafia: è Brescello, il paese di don Camillo e Peppone. Al centro dell'inchiesta il clan Grande Aracri di Cutro, presente da anni, con propri rappresentanti, in Emilia Romagna. Numerosi i capi d'imputazione, dal riciclaggio all'estorsione, dall'usura all'intestazione fittizia di beni, all'emissione di fatture false, all'associazione di stampo mafioso. Un brusco risveglio per un'Emilia che si è scoperta più che infiltrata, colonizzata dalla criminalità organizzata, ma che ha saputo reagire, come dimostra la partecipazione di tante persone alle udienze del processo per testimoniare che ‘società civile' non è solo un'espressione vuota e retorica e che il processo Aemilia e un processo che riguarda tutti i cittadini emiliano-romagnoli perché la conoscenza e la consapevolezza sono le prime armi nel contrasto alla criminalità organizzata, ai suoi metodi ai suoi (dis)valori.

 

>> AUDIO-VIDEO incontro sabato 18 novembre 2017 - Sala della Muisica Ferrara   

 

LINK UTILI:

https://www.processoaemilia.com/

http://www.cortocircuito.re.it/
https://svegliatiaemilia.wordpress.com/

http://mafiesottocasa.com/ 

https://www.facebook.com/Operazione-Aemilia-1518284798486148/

https://www.facebook.com/processoaemilia/
http://www.micheledisalvo.com/2015/01/la-mappa-delle-mafie-al-nord-italia.html
 

Le iniziative rientrano nel programma della Festa della Legalità e della Responsabilità, organizzata dal Comune di Ferrara e il Coordinamento di Ferrara di Libera Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, in collaborazione con il Laboratorio MaCrO dell'Università di Ferrara, la Fondazione Emiliano Romagnola per le Vittime dei Reati, il Movimento Nonviolento, Avviso Pubblico - Enti Locali e Regioni per la Formazione Civile contro le mafie, ARCI Ferrara, il Comune di Cento, il Comune di Fiscaglia, il Comune di Voghiera, la Pro Loco di Voghiera.
Il tutto reso possibile da un accordo di programma con la Regione Emilia Romagna.

Programma completo sul sito del Comune di Ferrara e sulle seguenti pagine FB:
Festa della Legalità e della Responsabilità
Centro Mediazione

Per info: Centro di Mediazione Sociale del Comune di Ferrara tel. 0532770504 centro.mediazione@comune.fe.it

-----------------------------------------------------------

Da CronacaComune di venerdì 10 novembre 2017

Martedì 14 novembre alle 21 al Cinema Boldini (via Previati 18, Ferrara) verrà proiettato il film documentario del regista Pierfrancesco Li Donni "Loro di Napoli", che racconta la storia dell'Afro Napoli United, una squadra di calcio partenopea composta da giocatori migranti e napoletani decisi a iscriversi, tra mille peripezie anche di tipo burocratico, al campionato di terza categoria della FIGC. I protagonisti affrontano assieme le difficoltà della vita e dello sport, che si conferma un importante veicolo di integrazione e unione di realtà e culture differenti. Il film ha partecipato a più di trenta festival nazionali e internazionali e ha vinto diversi premi, tra cui il premio "Cinemaitaliano.info" al Festival dei Popoli ed. 2015.

Al termine del film ci sarà un momento di incontro con i Buffalo Soldiers Camelot F.C., ragazzi richiedenti e titolari di protezione internazionale accolti nell'ambito del progetto SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) del Comune di Ferrara gestito da Camelot che, con il supporto dagli operatori della cooperativa, hanno formato una squadra di calcio iscritta per il secondo anno al campionato amatori della UISP. Questa attività rientra tra gli obiettivi dello SPRAR, che oltre ad accogliere e proteggere, mira anche ad integrare i migranti nelle comunità che li ospitano. I Buffalo Soldiers e gli operatori di Camelot e racconteranno in prima persona la loro esperienza. L'ingresso è gratuito.

Da CronacaComune di mercoledì 8 novembre 2017

Venerdì 10 novembre alle 21, alla sala Civica del Centro Polifunzionale di Migliarino, si terrà lo spettacolo "Ci deve pur essere un giudice a Berlino", letture a cura di Ferrara Off Teatro sui temi della legalità e della responsabilità.

"Ci deve pur essere un giudice a Berlino" è la famosa espressione pronunciata da un povero mugnaio che, in tribunale, riuscì a vincere contro un ricco conte. Non è certa l'origine di questa vicenda: alcuni la considerano una leggenda, altri la associano a Brecht, altri ad autori del '700, altri ancora la vedono come un'apologia sulla separazione dei poteri. Senza dubbio, è una frase che invoca il coraggio delle proprie azioni e la speranza in una giustizia imparziale. Ed è proprio a partire da questi temi che si sviluppa un percorso di letture che chiama in causa grandi figure della Storia - da Socrate a Pertini, da Pasolini ai giudici Falcone e Borsellino - per tenere vivo il dibattito sui diritti e sulla legalità. Sul palcoscenico, a interpretare i testi e i ruoli del presente e del passato, ci saranno un attore già affermato e giovani attori di Ferrara Off, per testimoniare la necessità di trasmettere valori di integrità e onestà alle nuove generazioni, e per esortare negli spettatori un profondo senso di responsabilità e di partecipazione alla vita civile.

Selezione dei testi a cura di Alkyoni Thilikou e Giulio Costa. Ingresso gratuito.

L'iniziativa rientra nel programma della Festa della Legalità e della Responsabilità, organizzata dal Comune di Ferrara e il Coordinamento di Ferrara di Libera Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, in collaborazione con il Laboratorio MaCrO dell'Università di Ferrara, la Fondazione Emiliano Romagnola per le Vittime dei Reati, il Movimento Nonviolento, Avviso Pubblico - Enti Locali e Regioni per la Formazione Civile contro le mafie, il Comune di Cento, il Comune di Fiscaglia, il Comune di Voghiera, la Pro Loco di Voghiera.
Il tutto reso possibile da un accordo di programma con la Regione Emilia Romagna.

Programma completo sul sito del Comune di Ferrara (in fondo a questa pagina) e sulle pagine FB: Festa della Legalità e della Responsabilità - Centro Mediazione

Per info: Centro di Mediazione Sociale del Comune di Ferrara tel. 0532-770504 centro.mediazione@comune.fe.it

-------------------------------------------------

Da CronacaComune di venerdì 3 novembre 2017
"Noi parti offese. Solidarietà in scena" è il titolo di un seminario organizzato come un gioco di ruolo con il giornalista e scrittore Carlo Lucarelli che si terrà lunedì 6 novembre alle 15 al liceo Carducci (via Canapa 75, Ferrara). Per comprendere dal di dentro quale impatto ha un grave reato nella vita di chi lo subisce e in quella di quanti gli sono vicini, e per sperimentare concretamente il lavoro della Fondazione emiliano-romagnola per le vittime dei reati, realtà unica in Italia che offre un supporto immediato a chi è colpito dalle violenze più gravi. L'incontro sarà introdotto da Carlo Lucarelli (giornalista e scrittore, autore della trasmissione televisiva "Blu Notte", presidente della Fondazione) e proseguirà con un'attività in sottogruppi coordinata dagli attori del Teatro dell'Argine di San Lazzaro di Savena.
La partecipazione è aperta a tutti gli interessati ma per motivi organizzativi è richiesta l'iscrizione.
Particolarmente invitati sono: operatori dei servizi sociosanitari, forze dell'ordine, insegnanti, educatori, avvocati, amministratori pubblici, volontari di associazioni.
Per iscriversi, è necessario inviare una mail, entro il 31 ottobre a: Centro di Mediazione Sociale del Comune di Ferrara, centro.mediazione@comune.fe.it
Carlo Lucarelli sarà presente anche all'iniziativa serale alle 21 nella Sala della Musica (via Boccaleone 19), nella quale si discuterà della rappresentazione sociale delle forze di polizia a partire dal saggio "Da Kurt Wallander a Salvo Montalbano", di prossima pubblicazione. Saranno presenti l'autrice, Rossella Selmini (criminologa, professore associato all'Università del Minnesota) e Alessandro Chiarelli (scrittore e poliziotto) con Elena Buccoliero (sociologa del Comune di Ferrara).
Iniziativa ad ingresso libero.

L'iniziativa rientra nel programma della Festa della Legalità e della Responsabilità, organizzata dal Comune di Ferrara e il Coordinamento di Ferrara di Libera Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, in collaborazione con il Laboratorio MaCrO dell'Università di Ferrara, la Fondazione Emiliano Romagnola per le Vittime dei Reati, il Movimento Nonviolento, Avviso Pubblico - Enti Locali e Regioni per la Formazione Civile contro le mafie, il Comune di Cento, il Comune di Fiscaglia, il Comune di Voghiera, la Pro Loco di Voghiera. Il tutto reso possibile da un accordo di programma con la Regione Emilia Romagna.
Programma completo sul sito del Comune di Ferrara e sulle seguenti pagine FB: Festa della Legalità e della Responsabilità - Centro Mediazione.
Per info: Centro di Mediazione Sociale del Comune di Ferrara, tel. 0532 770504, mail centro.mediazione@comune.fe.it

Venerdì 3 novembre alle 14 nella sala Consiliare del Dipartimento di Giurisprudenza di Ferrara (corso Ercole I d'Este, 37) si terrà l'incontro dal tema "Crescere sulla soglia del mondo. Minori e mafie". Interverranno Mario Schermi, formatore del Centro Giustizia Minorile, professore a contratto di Psicologia dell'educazione e Sociologia della devianza e del mutamento presso l'Università di Messina, autore tra l'altro di "Crescere alle mafie. Per una decostruzione della pedagogia mafiosa" (FrancoAngeli, 2010); Cristina Corazzari, Assessora all'Istruzione del Comune di Ferrara, ex vicepreside, che nella sua carriera ha avuto a che fare con minori figli di mafiosi; Roberto di Bella, magistrato, Presidente del Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria. Coordinerà Benedetta Bertolini, ricercatrice Unife.

Sempre venerdì 3 novembre in mattinata al Liceo Roiti di Ferrara, con il tema "Noi parti offese. Solidarietà in scena" è in programma il gioco di ruolo sulla Fondazione Emiliano Romagnola per le Vittime dei reati.

Gli appuntamenti rientrano nel programma della Festa della Legalità e della Responsabilità, organizzata dal Comune di Ferrara e il Coordinamento di Ferrara di Libera Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, in collaborazione con il Laboratorio MaCrO dell'Università di Ferrara, la Fondazione Emiliano Romagnola per le Vittime dei Reati, il Movimento Nonviolento, Avviso Pubblico - Enti Locali e Regioni per la Formazione Civile contro le mafie, il Comune di Cento, il Comune di Fiscaglia, il Comune di Voghiera, la Pro Loco di Voghiera.
Il tutto reso possibile da un accordo di programma con la Regione Emilia Romagna.

Per info: Centro di Mediazione Sociale del Comune di Ferrara tel. 0532770504
centro.mediazione@comune.fe.it

---------------------------------------------------

 Da Cronacacomune di venerdì 27 ottobre

(Comunicazione a cura degli organizzatori)

Lunedì 30 ottobre alle 10 presso la Sala Consiliare del Dipartimento di Giurisprudenza, in via Corso Ercole I d'Este, 44, si terrà un incontro dal titolo "La Convenzione delle Nazioni Unite contro la corruzione" a cura del Laboratorio MaCrO (Laboratorio interdisciplinare di studi sulla mafia e le altre forme di criminalità organizzata).
Interviene Gioacchino Polimeni, direttore di UNICRI, Istituto internazionale delle Nazioni Unite per la ricerca sul crimine e la giustizia che si occupa di sviluppo, ricerca applicata, formazione, cooperazione tecnica e diffusione di informazioni sulla prevenzione del crimine e la giustizia.
L'iniziativa rientra nel programma della Festa della Legalità e della Responsabilità, organizzata dal Comune di Ferrara e il Coordinamento di Ferrara di Libera Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, in collaborazione con il Laboratorio MaCrO dell'Università di Ferrara, la Fondazione Emiliano Romagnola per le Vittime dei Reati, il Movimento Nonviolento, Avviso Pubblico - Enti Locali e Regioni per la Formazione Civile contro le mafie, il Comune di Cento, il Comune di Fiscaglia, il Comune di Voghiera, la Pro Loco di Voghiera.
Il tutto reso possibile da un accordo di programma con la Regione Emilia Romagna.
Per info: Centro di Mediazione Sociale del Comune di Ferrara tel. 0532770504, mail centro.mediazione@comune.fe.it

---------------------------------------------------------------------------

RESOCONTO CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE - PROGRAMMA

Da CronacaComune di lunedì 23 ottobre 2017

Si è svolta lunedì 23 ottobre 2017 nella sala degli Arazzi della residenza municipale, la conferenza stampa di presentazione dell'edizione 2017 della "Festa della Legalità e Responsabilità" organizzata dal Comune di Ferrara in collaborazione con il Coordinamento di Ferrara di Libera Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, il Laboratorio MaCrO dell'Università di Ferrara, la Fondazione Emiliano Romagnola per le Vittime dei Reati, l'Associazione Avviso Pubblico - Enti Locali e Regioni per la Formazione Civile contro le mafie, i Comuni di Cento, Fiscaglia e Voghiera. L'iniziativa, in programma a ottobre e novembre, è sostenuta dalla regione Emilia Romagna.

Per illustrare i dettagli e i contenuti dell'iniziativa all'incontro con i giornalisti sono intervenuti Chiara Sapigni, assessora Sanità, Servizi alla Persona, Politiche Familiari Comune di Ferrara, Antonella Micele, coordinatrice regionale per l'Emilia Romagna dell'Associazione Avviso Pubblico, Donato La Muscatella, Coordinamento di Ferrara di Libera, Chiara Cavicchi e Isabella Masina, sindaco e vicesindaco Comune di Voghiera, Melissa Romani, assessora Comune di Fiscaglia, Giulio Costa (Teatro Ferrara OFF), Giorgio Benini, Anna Lugaresi e Nicola Bogo (Centro di Mediazione Comune di Ferrara).

LA SCHEDA (a cura del Centro di Mediazione del Comune e di Libera Ferrara) 

FESTA DELLA LEGALITA' E DELLA RESPONSABILITA' 2017

Cosa possiamo fare contro la criminalità organizzata? Come si fa antimafia senza diventare eroi o, peggio, martiri? Sono domande che ciascuno di noi si è posto almeno una volta, soprattutto dopo il brusco risveglio dal sogno illusorio che le organizzazioni mafiose fossero un problema esclusivamente del Sud.

La risposta sembra facile: basta che ognuno di noi faccia la propria parte. In realtà non è così semplice: ognuno di noi può iniziare dall'essere un cittadino responsabile, dalla parte della legalità. E il primo passo sulla strada per essere cittadini responsabili e costruire una comunità libera dalle mafie è conoscere e informarsi, per poter esercitare la propria coscienza critica.

Non ci sono più alibi per chi continua a non vedere, a non sentire, a non parlare: è tempo di un rinascimento etico, un sussulto di voglia di corresponsabilità, di condivisione e di continuità dell'agire, da parte dell'intera comunità.

Legalità, Responsabilità e Comunità: senza l'una non si danno le altre.

Ecco perché anche quest'anno il Comune di Ferrara e il Coordinamento di Ferrara di Libera Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, in collaborazione con il Laboratorio MaCrO dell'Università di Ferrara, la Fondazione Emiliano Romagnola per le Vittime dei Reati, il Movimento Nonviolento, Avviso Pubblico - Enti Locali e Regioni per la Formazione Civile contro le mafie, il Comune di Cento, il Comune di Fiscaglia, il Comune di Voghiera, la Pro Loco di Voghiera, organizzano la Festa della Legalità e della Responsabilità. La Festa è giunta ormai alla sua ottava edizione, con un programma che riunisce più di un mese di iniziative, dalla fine di ottobre alla fine di novembre e coinvolge associazioni, scuole e istituzioni in tutta la provincia, con una particolare attenzione riservata ai professionisti e agli educatori.

Tutto ciò è reso possibile dal contributo della Regione Emilia Romagna.

La novità di quest'anno riguarda la partecipazione attiva dei Comuni di Cento, Fiscaglia e Voghiera, comuni che in provincia aderiscono all'Associazione Avviso Pubblico e propongono anch'essi, nel proprio territorio, iniziative a tema.

Il 24 ottobre, il 3 e il 6 novembre si terrà "Noi parti offese. Solidarietà in scena", non una conferenza ma un gioco di ruolo per comprendere dal di dentro quale impatto ha un grave reato nella vita di chi lo subisce e in quella di quanti gli sono vicini. I primi due si svolgeranno rispettivamente presso l'ITI Copernico Carpeggiani e presso il Liceo Roiti, mentre l'incontro del 6 novembre alle 15 all'Istituto Carducci sarà introdotto da un'ospite d'eccezione: Carlo LUCARELLI, presidente della Fondazione emiliano-romagnola per le vittime dei reati e proseguirà con un'attività in sottogruppi coordinata dagli attori del Teatro dell'Argine di San Lazzaro di Savena.

Imprescindibile, come di consueto, il contributo del laboratorio Macro (Laboratorio interdisciplinare di studi sulla mafia e le altre forme di criminalità organizzata) del Dipartimento di Giurisprudenza di Unife. Fra gli appuntamenti proposti dal laboratorio, comunque tutti aperti al pubblico e gratuiti, sono previsti: "Monitorare e combattere la tratta di persone. Il ruolo delle Nazioni Unite nella scena globale" con Fabrizio Sarrica (24 ottobre ore 14, sala consiliare del Dipartimento di Giurisprudenza - appuntamento accreditato per gli assistenti sociali); "La Convenzione delle Nazioni Unite contro la corruzione" con Gioacchino Polimeni (30 ottobre, ore 10, sala consiliare del Dipartimento di Giurisprudenza).

Sempre nella cornice della sala Consiliare del Dipartimento di Giurisprudenza, il 3 novembre dalle 14, viene proposto l'incontro "Crescere sulla soglia del mondo. Minori e mafie", per trattare dell'affiliazione dei giovanissimi alla criminalità organizzata e del dibattito su allontanamento e "messa alla prova" che prevede l'allontanamento di questi ultimi dai loro territori di origine. Con: Mario Schermi, Cristina Corazzari (assessore all'Istruzione del Comune di Ferrara) e Roberto di Bella (magistrato, Presidente del Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria). Coordina Benedetta Bertolini, ricercatrice Unife.

Gli incontri pubblici per i cittadini saranno centrati su alcuni temi di attualità, dalla rappresentazione di criminalità e forze dell'ordine al processo Aemilia, a vere e proprie testimonianze di impegno civico da parte di amministratori pubblici. Il primo è il 6 novembre alle 21 alla Sala della Musica (via Boccaleone): "Da Kurt Wallander a Salvo Montalbano: la rappresentazione sociale delle forze di polizia tra finzione e realtà", con Rossella Selmini, criminologa, professore associato all'Università del Minnesota e autrice del saggio "Da Kurt Wallander a Salvo Montalbano"; Carlo LUCARELLI e Alessandro Chiarelli, scrittore e poliziotto; coordina Elena Buccoliero, sociologa, Movimento Nonviolento. Sabato 18 novembre dalle 10 alle 13 sempre in Sala della Musica si parlerà invece del processo alla mafia in Emilia Romagna con "Il Processo Aemilia: stato dell'arte e nuove prospettive", ospiti: Vincenza Rando, avvocato, componente dell'Ufficio di Presidenza di Libera Associazioni, nomi e numeri contro le mafie; Sabrina Pignedoli, giornalista de Il Resto del Carlino, vincitrice Premio Estense 2016; Elia Minari, coordinatore dell'associazione antimafia Cortocircuito di Reggio Emilia; coordinano Federica Pezzoli di Libera Ferrara e Alessandro Zangara capo dell'Ufficio Stampa del Comune di Ferrara. Il 24 novembre dalle 19.00 alla Delizia del Belriguardo di Voghiera Sandro RUOTOLO coordinerà "Testimonianze extra-ordinarie di impegno civico" con Maria Antonietta Sacco, Vice sindaco di Carlopoli (CZ) e Vice Presidente Avviso Pubblico e Renato Natale, Sindaco di Casal di Principe (CE) e Vice Presidente Avviso Pubblico.

Agli amministratori, grazie alla collaborazione di Avviso Pubblico, sono invece dedicati: "Amministrazione Trasparente, FOIA e Accesso Civico: il ruolo della PA nelle buone pratiche di presidio della legalità e della trasparenza. Casi di successo e casi migliorabili" (31 ottobre, 10-13, Sala Zarri, Palazzo del Governatore, CENTO); "AmministriAMO. L'impegno degli Amministratori per il proprio territorio" (24 novembre, 17.00-19.00, Delizia del Belriguardo, Sala delle Bifore, VOGHIERA).

Come anticipato, grazie alla rete di collaborazioni creatasi nel tempo intorno ai temi della legalità e della responsabilità civica, quest'anno nel programma sono previsti anche alcuni appuntamenti nel territorio della provincia. Il 26 ottobre alle 21 presso il Cinema Teatro Don Zucchini a Cento, in collaborazione con il Presidio del Centopievese di Libera "Barbara, Giuseppe e Salvatore Asta" e il patrocinio del Comune di CENTO, alcuni studenti metteranno in scena "E vissero felici e legali" - Rappresentazione teatrale sulla legalità. Il 30 ottobre ancora a Cento alle 20.30 nella Sala Zarri del Palazzo del Governatore si terrà "Legalità nella Pubblica Amministrazione: accesso civico, trasparenza amministrativa e buone pratiche. Cittadinanza attiva a presidio della legalità", intervengono Rosy Battaglia, giornalista d'inchiesta, Cittadini Reattivi, e Leonardo Ferrante, referente del progetto Common - comunità monitoranti, Gruppo Abele e Libera. Il 10 novembre, invece, nella sala civica del centro polifunzionale di Migliarino alle 21, con "Ci deve pur essere un giudice a Berlino!" l'associazione Ferrara Off offrirà alcune letture riguardanti il tema legalità a cura di Alkyoni Thilikou e Giulio Costa. In collaborazione con il comune di FISCAGLIA.

Infine, l'appuntamento è anche al Cinema Boldini (vai Previati 18) con un ciclo di pellicole sulla legalità. Il 14 novembre alle 21 si terrà la proiezione del film "Loro di Napoli", con la presenza della squadra di calcio Buffalo Soldiers, composta da richiedenti e titolari di protezione internazionale accolti sul territorio di Ferrara nell'ambito dei progetti del Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati gestiti dalla cooperativa Camelot. Il 21 novembre alle 21, invece, si terrà la proiezione del film "Vivere alla grande" sul gioco d'azzardo, anticipato dalla presentazione del progetto "Lose for life" di Avviso Pubblico e la consegna del "Premio Cittadino Responsabile" 2017.

Tutti gli incontri sono a ingresso gratuito.

Per rimanere aggiornati sul programma:

Centro di Mediazione Sociale del Comune di Ferrara

tel. 0532770504 centro.mediazione@comune.fe.it

Pagine Fb dedicate:

Festa della Legalità e della Responsabilità

Centro Mediazione

 

>> FESTA DELLA LEGALITA' E DELLA RESPONSABILITA' 2017 (PROGRAMMA GENERALE)

24 OTTOBRE mattina - ITI Ferrara

"Noi parti offese. Solidarietà in scena" - gioco di ruolo sulla Fondazione Emiliano Romagnola per le Vittime dei reati

24 OTTOBRE ore 14 - Sala Consiliare del Dipartimento di Giurisprudenza (Corso Ercole I d'Este, 37) - FERRARA

Incontro con Fabrizio Sarrica, Fabrizio Sarrica, United Nations Office on Drugs and Crime

"Monitorare e combattere la tratta di persone. Il ruolo delle Nazioni Unite nella scena globale" [laboratorio MaCrO]

26 OTTOBRE  ore 21 -  Cinema Teatro Don Zucchini, via  Guercino - CENTO

Istituto Comprensivo n. 1 - Classe 5B

Presidio Libera del Cento-Pievese

Con il patrocinio del Comune di Cento

"E vissero felici e legali" - Rappresentazione teatrale sulla legalità

30 OTTOBRE ore 10 Sala Consiliare Dipartimento di Giurisprudenza (Corso Ercole I d'Este, 37)- FERRARA

Incontro con Gioacchino Polimeni, già direttore di UNICRI: "La Convenzione delle Nazioni Unite contro la corruzione" [laboratorio MaCrO]

30 OTTOBRE Sala Zarri, Palazzo del Governatore - CENTO

ore 20.30 Sera: 20.30 aperto al pubblico

"Legalità nella Pubblica Amministrazione: accesso civico, trasparenza amministrativa e buone pratiche. Cittadinanza attiva a presidio della legalità"

Intervengono:

  • Rosy Battaglia: giornalista d'inchiesta, Cittadini Reattivi

  • Leonardo Ferrante: referente del progetto Common - comunità monitoranti, Gruppo Abele e Libera

31 OTTOBRE Sala Zarri, Palazzo del Governatore - CENTO

Intervengono:

  • Rosy Battaglia: giornalista d'inchiesta, Cittadini Reattivi

  • Leonardo Ferrante: referente del progetto Common - comunità monitoranti, Gruppo Abele e Libera

Mattino: 10-13 riservato ai dipendenti della PA del Ferrarese

"Amministrazione Trasparente, FOIA e Accesso Civico: il ruolo della PA nelle buone pratiche di presidio della legalità e della trasparenza. Casi di successo e casi migliorabili".

 

 

3 NOVEMBRE mattina - Liceo Roiti

"Noi parti offese. Solidarietà in scena" - gioco di ruolo sulla Fondazione Emiliano Romagnola per le Vittime dei reati

3 NOVEMBRE ore 14 Sala Consiliare del Dipartimento di Giurisprudenza (Corso Ercole I d'Este, 37) - FERRARA

"Crescere sulla soglia del mondo. Minori e mafie"

con: Mario Schermi,  formatore del Centro Giustizia Minorile, professore a contratto di Psicologia dell'educazione e Sociologia della devianza e del mutamento presso l'Università di Messina, autore tra l'altro di "Crescere alle mafie. Per una decostruzione della pedagogia mafiosa" (FrancoAngeli, 2010); Cristina Corazzari, Assessore all'Istruzione del Comune di Ferrara, ex vicepreside, che nella sua carriera ha avuto a che fare con minori figli di mafiosi; Roberto di Bella, magistrato, Presidente del Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria

coordina: Benedetta Bertolini, ricercatrice Unife

6 NOVEMBRE ore 15,  presso Auditorium Liceo Carducci (Via Canapa 75) - FERRARA

"Noi, parti offese. Solidarietà in scena" - gioco di ruolo sulla Fondazione Emiliano Romagnola per le Vittime dei reati

Non una conferenza ma un gioco di ruolo. Per comprendere dal di dentro quale impatto ha un grave reato nella vita di chi lo subisce e in quella di quanti gli sono vicini, e per sperimentare concretamente il lavoro della Fondazione emiliano-romagnola per le vittime dei reati, realtà unica in Italia che offre un supporto immediato a chi è colpito dalle violenze più gravi.

Dopo il saluto dell'Assessore Chiara Sapigni, l'incontro sarà introdotto da Carlo LUCARELLI, Presidente della Fondazione, e proseguirà con un'attività in sottogruppi coordinata dagli attori del Teatro dell'Argine di San Lazzaro di Savena.

La partecipazione è aperta a tutti gli interessati ma per motivi organizzativi è richiesta l'iscrizione. Particolarmente invitati sono: operatori dei servizi sociosanitari, forze dell'ordine, insegnanti, educatori, avvocati, amministratori pubblici, volontari di associazioni...

6 NOVEMBRE ore 21 Sala della Musica (Via Boccaleone, 19) - FERRARA

"Da Kurt Wallander a Salvo Montalbano: la rappresentazione sociale delle forze di polizia tra finzione e realtà"
Con: Rossella Selmini, criminologa, professore associato all'Università del Minnesota e autrice del saggio "Da Kurt Wallander a Salvo Montalbano" (ed. Carocci); Carlo Lucarelli, scrittore e sceneggiatore, presidente della Fondazione emiliano-romagnola per le vittime dei reati; Alessandro Chiarelli, scrittore e poliziotto
coordina: Elena Buccoliero, sociologa, Movimento Nonviolento

10 NOVEMBRE ore 21 Sala civica del centro polifunzionale di Migliarino - COMUNE FISCAGLIA

Ci deve pur essere un giudice a Berlino!

letture a cura di Ferrara Off sui temi della legalità e della responsabilità, selezione dei testi Alkyoni Thilikou e Giulio Costa

18 NOVEMBRE dalle 10 alle 13 Sala della Musica (Via Boccaleone 19) - FERRARA
"Il Processo Aemilia: il punto della situazione e nuove prospettive"
Con: Vincenza Rando (Avvocato, Componente dell'Ufficio di Presidenza di Libera Associazioni, nomi e numeri contro le mafie); Sabrina Pignedoli (giornalista de "Il Resto del Carlino", vincitrice Premio Estense 2016); Elia Minari (coordinatore dell'associazione antimafia Cortocircuito di Reggio Emilia).
Coordinano l'incontro Alessandro Zangara (resp. Ufficio Stampa Comune di Ferrara), Federica Pezzoli (coord. Libera Ferrara) 

24 NOVEMBRE Delizia del Belriguardo, Sala delle Bifore - VOGHIERA

17-19 AmministriAMO
L'impegno degli Amministratori per il proprio territorio
Incontro riservato agli Amministratori della provincia di Ferrara

19 - 19.45 INCONTRO PUBBLICO

Sandro Ruotolo: testimonianze extra - ordinarie di impegno civico

Partecipano: Sandro Ruotolo, Giornalista; Maria Antonietta Sacco, Vice sindaco di Carlopoli (CZ) e Vice Presidente Avviso Pubblico; Renato Natale, Sindaco di Casal di Principe (CE) e Vice Presidente Avviso Pubblico

RASSEGNA CINEMATOGRAFICA SULLA LEGALITA' presso Cinema Boldini (Via Previati 18)- FERRARA

13 novembre alle 9 proiezione per le scuole "Loro di Napoli" con il regista Pierfrancesco Li Donni, i Buffalo Soldiers Camelot F.C.

14 novembre ore 21: proiezione "Loro di Napoli" con i Buffalo Soldiers Camelot F.C.

21 novembre ore 21: Presentazione del progetto "Lose for life" a cura di Avviso Pubblico; Premiazione "Cittadino Responsabile" 2017; proiezione del film "Vivere alla grande"

(Comunicazione a cura degli organizzatori) 

 

Links:

Immagini scaricabili:

conferenza polimeni Carlo Lucarelli Locandina incontro 6 novembre al liceo Carducci per Festa della legalità e responsabilità 2017 - Ferrara Locandina incontro 6 novembre in Sala della Musica per Festa della legalità e responsabilità 2017 - Ferrara fiscaglia

Allegati scaricabili: