Comune di Ferrara

mercoledì, 26 settembre 2018

Dove sei: Homepage > Lista notizie > 'I musicanti di Brema': spettacolo gioioso, fra tradizione e innovazione

SALA ESTENSE - Giovedì 4 gennaio alle 16,30 ultimo appuntamento con la rassegna natalizia per bambini

'I musicanti di Brema': spettacolo gioioso, fra tradizione e innovazione

02-01-2018 / Giorno per giorno

(Comunicato a cura dell'Associazione Teatrale Il Baule Volante)

Giovedì 4 gennaio alle 16,30 la rassegna natalizia 'Babbo Natale, Gnomi e Folletti' si chiude, alla Sala Estense (Ferrara, Piazza Municipale), con l'ultimo appuntamento teatrale: "I musicanti di Brema" della compagnia Teatro Perdavvero, di Marco Cantori. Uno spettacolo gioioso e ricco di musica che parla dell'importanza di accettarsi e di valorizzarsi anche quando non siamo proprio perfetti.

Sarà l'attore Marco Cantori, popolare e amato artista centese, già molto conosciuto dal pubblico ferrarese non solo dei bambini, a chiudere in bellezza quest'ultima edizione della rassegna natalizia che la Direzione Artistica del Baule Volante realizza quest'anno per il ventesimo anno consecutivo.

Lo spettacolo è realizzato con le tecniche del teatro di attore, narrazione, canzoni, musica dal vivo (Diego Gavioli alle tastiere) e anche con l'insolita tecnica del Body Percussion, quella "musica del corpo" che Cantori ha appreso a seguito dei seminari seguiti con il maestro Ciro Paduano. Tradizione e innovazione sono quindi i paralleli fili conduttori di questo lavoro di recente realizzazione che già sta riscuotendo un buon successo presso la comunità dei programmatori italiani, anche in virtù della peculiare verve attoriale di questo artista che ha mosso i suoi primi passi proprio presso il Centro Teatro Universitario di Ferrara.

I protagonisti di questa favola sono un asino zoppo, un cane sdentato, un gatto senz'unghie e un gallo con un'ala rotta che, rifiutati dai padroni per via dei loro "difetti", decidono di partire per la città di Brema dove vogliono farsi assumere dall'orchestra musicale cittadina. Durante il viaggio, in mezzo al bosco, s'imbattono nella casa dei briganti, dentro alla quale intravedono una tavola piena di cose buone da mangiare. Ma prima di sfamarsi bisogna liberarsi dei briganti e l'unico modo per riuscirvi è quello di collaborare, tutti insieme. Gli animali così raggiungono il loro scopo e trovandosi bene insieme si fermeranno a vivere nella loro nuova casa.

Una fiaba molto nota qui proposta in una rilettura che, sempre fedele alla trama originale, suggerisce anche spunti di riflessione non banali. Ecco le parole dello stesso Cantori: "Abbiamo scelto di lavorare su questa favola perché tratta tematiche molto attuali come: la diversità, il rifiuto da parte degli altri, il riconoscimento delle proprie risorse e l'importanza di collaborazione nel superamento delle difficoltà. I padroni rifiutano i loro animali i quali, invece di abbattersi di fronte alla delusione, decidono di cambiare il proprio destino, di osare nel mondo per trovare un nuovo futuro: divenire musicisti. Si tratta sicuramente di un'ambizione quanto meno insolita per degli animali, ma essa permetterà loro d'incontrare un destino fatto di coraggio, aiuto reciproco e comprensione. Nello spettacolo, però, questo stato felice è soltanto una tappa e non un punto di arrivo: il vero finale dello spettacolo è l'intima consapevolezza che dopo ogni delusione si può ripartire, donandosi la possibilità di una nuova Brema."

Marco Cantori: dopo le prime esperienze nei Centri Teatrali Universitari di Ferrara e di Toulouse (Francia), lavora con il regista Lech Rackzak (Polonia). Partecipa al Percorso di formazione organizzato da ERT per Attori fra Arti Popolari, Cinema e Teatro, tenutosi a Santarcangelo di Romagna. All'interno di questo percorso studia con Silvio Castiglioni, Davide Iodice, Alfonso Santagata e Kuniaki Ida. Entra poi a far parte del Teatro del Lemming, dove resta fino al 2005. Scrive e mette in scena alcuni testi teatrali originali tra cui Macerie (Selezione Scenario 2005, Premio Ermo Colle 2008), Il Protagonista (Premio Anna Pancirolli 2012). Insegna teatro e si occupa di progetti rivolti ai giovani.  Dal 2014 è direttore artistico del Teatro Troisi di Nonantola dove cura la stagione di prosa.

Per tutti i bambini dai 3 agli 8 anni.

Inizio spettacolo: 16,30 (la biglietteria apre a partire dalle 15,30)

Biglietti: adulti € 6,00, bambini € 5,00

Per informazioni: Il Baule Volante - Andrea Lugli - Paola Storari 0532 770458 - 347 9386676.

Immagini scaricabili:

I musicanti di Brema.jpg