Comune di Ferrara

martedì, 21 agosto 2018

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Un bón San Valentìn tut in Frarés

Un bón San Valentìn tut in Frarés

14-02-2018 / A parer mio

di Maria Cristina Nascosi Sandri

Alfonso Ferraguti, uno dei nostri più grandi poeti dialettali, studioso, filologo e ‘al secolo' agronomo originario di Marrara, in provincia di Ferrara, scomparso l'antivigilia di Natale del 1980, grazie ad un salto di cultura e temporale di circa duemila anni, aveva realizzato, con anticipata modernità rispetto all'ormai un po' obsoleto modus scribendi idiomatico locale, l'Ars Poetica di oggigiorno, ricalcando l'antico Catullo e, data la sua ricca formazione umanistico - classica, gli antecedenti neoteroi greci come Callimaco o Sappho.
La lirica che segue è un semplice, essenziale, stupendo hymne à l'amour, dal sapore, manco a dirlo, ‘classico', quanto mai in tema per questo imminente San Valentino, giorno per eccellenza dedicato a chi si ama.

Ad stéll ch'póssa far lus*
Quand a fa scur, al zziél
al s'impinìss ad stéll...
Agh'è quéli dla Ciòzza...e il stéll dal Carr...
agh n'è che più t'in cónt più in salta fóra:
agh n'è tanti e pó tanti e tanti ancóra...
agh n'è che t'an sa più quali guardàr!...
..........................................................
Mo in tèra, chi in tèra ad banda a mi,
ad stéll 'ch póssa far lus, t'agh'jé sól ti!

Di stelle che possan brillare
Quando si fa sera, il cielo
si riempie di stelle...
Ci son quelle dell'Orsa... e le stelle del Carro...
più ne conti e più ce ne sono:
ce ne son tante e poi tante e tante ancora...
ce ne son talmente che non sai più quali ammirare!...
..............................................................................
Ma in terra, qui, accanto a me,
tra le stelle che posson brillare ci sei solo tu!
(Trad. di m.c.n.s.)

*Da: "La poesia dialettale ferrarese - Antologia di opere tra Città e Provincia", a cura di Maria Cristina Nascosi, Ferrara, 1998