Comune di Ferrara

venerdì, 14 dicembre 2018

Dove sei: Homepage > Lista notizie > "Diamo un calcio alle differenze", un progetto di cultura sportiva nei campi di calcio (foto)

"Diamo un calcio alle differenze", un progetto di cultura sportiva nei campi di calcio (foto)

10-05-2018 / A parer mio

di Rebecca Bottoni

[Nelle foto alcuni momenti dell'open day di calcio femminile del 18 maggio 2018 a Pontegradella - FE con la visita di Eleonora Goldoni, la giocatrice ferrarese convocata dalla Nazionale Azzurra in vista dei Campinati Mondiali di Francia nel 2019. Venerdì 25 maggio alle 17.30 nuovo open day di calcio femminile]     

 

Le iniziative della società Etrusca negli istituti scolastici ferraresi. Open Day di calcio femminile fino a giugno a Pontegradella

La Società sportiva Etrusca ha intrapreso una nuova sfida. Fra i punti di riferimento per il calcio giovanile di Ferrara e provincia, dalla stagione 2017/2018 l'Etrusca ha deciso di sviluppare il settore femminile giovanile, per dare la possibilità anche alle bimbe e ragazze di giocare a calcio con le loro coetanee.

Sono quindi nate due squadre, una di pulcine (dal 2010 al 2007) e una di esordienti (dal 2006 al 2002), entrambe iscritte ai campionati provinciali maschili.

La novità per il nostro territorio di vedere scendere in campo una squadra di sole femmine ha diffuso un certo stupore tra gli avversari (famiglie comprese): ragazze e bambine hanno giocato senza timore o pensieri anche contro un 'sistema' sportivo che, a loro insaputa, non le sostiene come invece dovrebbe.

Per aiutare a vincere iniziali e ormai antichi preconcetti, Etrusca ha proposto alle scuole della città il progetto "Diamo un calcio alle differenze" - ideato da Rebecca Bottoni, allenatrice responsabile del settore tecnico femminile - grazie al quale i ragazzi e le ragazze degli istituti scolastici superiori hanno potuto giocare e scoprire quanto il calcio sia uno sport universale, non più etichettabile né circoscrivibile esclusivamente all'universo maschile.

Con questa operazione si è cercato di avvicinarci ai modelli europei sia in termini di tesserare ma soprattutto a livello di 'cultura sportiva' o, più precisamente, di cultura delle relazioni sociali.

Etrusca ha incontrato oltre 1000 studenti che alla domanda "Che differenza c'è tra il calcio maschile e quello femminile?", hanno quasi sempre risposto "Nessuna!", quasi meravigliati da una così 'sciocca' domanda.

Al momento hanno aderito al progetto "Diamo un calcio alle differenze" il Liceo Ariosto, attualmente capofila e primo sostenitore del progetto, il Liceo Artistico Dosso Dossi, l'Istituto Aleotti, ma diverse sono le scuole che hanno dato la propria disponibilità, tanto che da settembre prossimo il progetto sembra poter ripartire con alcune novità, come un torneo interscolastico femminile sostenuto direttamente dalla FIGC.

Gli istruttori coinvolti nel progetto per la stagione 2017-18 sono Tomas Lazzari, Lorenzo Morelli e Roberta Pirani, coordinati da Rebecca Bottoni.

Il calcio femminile di Etrusca è arrivato anche alle scuole primarie, grazie alla collaborazione con l'Istituto Comprensivo Don Milani, che ha sposato il progetto ricalibrato per i più giovani allievi.

Etrusca propone anche l'iniziativa "Open Day" per tutte le ragazze o le bambine che hanno voglia di giocare a calcio: tutti i venerdì dalle 17.30 alle 19.30 fino a metà giugno (18 e 25 maggio, 8 giugno) nella sede del campo sportivo di Pontegradella (via Pontegradella 433 - FE), sarà possibile partecipare ad allenamenti aperti e gratuiti per tutte le bambine e ragazze con il desiderio fare una divertente e utile esperienza sui campi d'erba e "dare un calcio alle differenze".

Per info: R.B. cell 393-9638808 email etrusca2010femminile@gmail.com

[Nella foto la squadra femminile 'pulcine' dell'Etrusca]

 

Immagini scaricabili: