Comune di Ferrara

venerdì, 21 settembre 2018

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Presentata la stagione concertistica 2018-2019 del Teatro comunale "Claudio Abbado" di Ferrara

TEATRO COMUNALE - I molti appuntamenti di Ferrara Musica nel trentesimo anno della sua fondazione

Presentata la stagione concertistica 2018-2019 del Teatro comunale "Claudio Abbado" di Ferrara

16-05-2018 / Giorno per giorno

Si è svolta in mattinata (mercoledì 16 maggio) al Ridotto del Teatro Comunale "Abbado" la presentazione della Stagione Concertistica di Ferrara Musica 2018-2019.

(Comunicazione a cura dell'ufficio stampa del Teatro Comunale "Abbado")


Claudio Abbado, le sue orchestre e la città. Chiudendo un cerchio perfetto, nel 2019 Ferrara Musica compie trent'anni festeggiandoli in questa stagione con le tre formazioni fondate dal grande direttore a cui è intitolato il nostro Teatro Comunale, ensemble che ne accompagnano la storia dal 1989 a oggi. La Chamber Orchestra of Europe si ripresenterà al pubblico ferrarese domenica 11 novembre condotta da Andrés Orozco-Estrada, con un violinista d'eccezione come Nicolaj Znaider. Martedì 15 gennaio sarà poi la volta della Mahler Chamber Orchestra con la Seconda e Quarta Sinfonia di Schumann dirette da Daniele Gatti, ritorno di eccellenza dopo la memorabile Nona Sinfonia di Beethoven del 2016.
Ma la stagione 2018/2019 sarà soprattutto quella della European Union Youth Orchestra, che risiede a Ferrara da quest'anno, proseguendo così nel teatro a lui intitolato l'eredità spirituale del suo fondatore Claudio Abbado. Sabato 25 agosto Gianandrea Noseda la dirigerà assieme al giovanissimo Premio Chopin Seong-Jin Cho, in un programma di grande popolarità che prevede, oltre al Secondo Concerto di Chopin e alla Quinta Sinfonia di Čajkovskij, un omaggio ai cento anni della nascita di Leonard Bernstein, con il suo Divertimento per orchestra. Il concerto è organizzato in stretta collaborazione con Ferrara Buskers Festival, nella giornata finale della manifestazione.
In aprile l'EUYO tornerà in città diretta da Vasily Petrenko con grandi pagine del repertorio sinfonico come la Praga di Mozart, la Quarta di Bruckner e la Decima di Šostakovič, occasioni, queste ultime, di ascolto davvero rare per le nostre platee.

Settembre sarà invece dedicato ai concerti della EUYO Autumn Chamber Academy con i migliori giovani strumentisti dell‘orchestra e docenti di fama internazionale tra cui il primo violoncello della COE Richard Lester. Dopo una stagione dedicata al violino, sarà il pianoforte a vantare un'evidenza tutta particolare nella programmazione 2018/2019. A interpreti molto amati dal pubblico di Ferrara come Beatrice Rana e Alexander Lonquich si affiancheranno Emanuel Ax (per la prima volta da solista) e Angela Hewitt, tra i migliori interpreti della musica di Bach, delle cui Toccate eseguirà un programma integrale che si annuncia di grande interesse. Lonquich anticiperà le celebrazioni beethoveniane del 2020 con le ardue Variazioni Diabelli, Ax e Rana proporranno due programmi di grande fascino incentrati sul repertorio romantico. Sarà l'occasione per esplorare il repertorio per tastiera dal Barocco al Novecento, rinforzato dalla prima partecipazione a Ferrara Musica del Trio di Parma, che presenterà il primo Trio di Brahms e l'op. 100 Schubert, resa celebre dalla colonna sonora del film di Kubrick Barry Lindon. Saranno due i concerti del Progetto Lauter, dedicato alla formazione musicale dei giovani, collegati in quest'occasione ai temi delle prossime mostre di Ferrara Arte, con escursioni nel repertorio cameristico francese che porteranno alla nostra attenzioni capolavori poco eseguiti come il Quintetto di Franck e quello di Fauré.
Il cartellone sarà ulteriormente impreziosito da due episodi orchestrali di grande interesse. Kammerchor e Hofkapelle Stuttgart eseguiranno per la prima volta la Missa Solemnis op. 123 di Beethoven, tra i capolavori assoluti della musica sacra di ogni epoca, sotto la bacchetta di Frieder Bernius, storico fondatore e direttore del Coro di Stoccarda cinquant'anni fa. Altra presenza di grande rilievo è data dall'Accademia Bizantina di Ottavio Dantone, tra i maggiori complessi barocchi sulla scena internazionale, impegnato in una serata dedicata a Vivaldi con il contralto Delphine Galou.

La stagione è arricchita da altre importanti proposte. Ritorna il ciclo dei Concerti della domenica mattina, organizzati dall'Orchestra Città di Ferrara in collaborazione con Associazione Bal'danza: i tre appuntamenti - uno dei quali dedicato al Giorno della Memoria - saranno collegati a momenti di didattica dell'ascolto curati dalle scuole cittadine.
Il sempre privilegiato rapporto con Jazz Club Ferrara troverà nuova e più articolata collocazione con tre serate al Torrione di grandi interpreti, tra cui Erik Friedlander, Uri Caine e Marc Ribot, dediti ad esplorare contenuti di confine tra più generi musicali.
Tornerà anche Ferrara Sintonie, con due momenti tematici tra musica e letteratura curati nella propria sede da Teatro Ferrara Off con Associazione Lauter, ospite il giovane pianista canadese Ben Cruchley. Un concerto di particolare interesse sarà infine costituito dal programma monotematico di autori ebraici in esilio, a cura di ARC Ensemble per una prima collaborazione di Ferrara Musica con il Museo Ebraico della Shoah Italiana: attraverso l'esecuzione di autori come Castelnuovo-Tedesco, Sinigaglia, Weinberg, Kaufmann e Ben-Haim da parte di Erika Raum, Marie Bérard, Steven Dann, Thomas Wiebe, Joaquin Valdepeñas e Dianne Werner, si consolida così la collaborazione con il Meis, destinata a conferire ulteriore spessore ai vari momenti di formazione del pubblico e di divulgazione.
Tra questi ritroviamo il ciclo di conferenze tenuto da Valentino Sani in occasione di quattro concerti di stagione, e altre iniziative: il Conservatorio Frescobaldi proporrà al Ridotto un ciclo di quattro appuntamenti con musiche a due pianoforti, dedicata a tanti degli autori e dei generi musicali in stagione. Con AMF - Associazione Musicisti Ferrara, proseguiranno infine i frequentatissimi appuntamenti di "Classica d'ascolto", molti dei quali esplicitamente dedicati ai concerti di Ferrara Musica.

Gli abbonamenti alla stagione saranno articolati nelle consuete modalità: Large a quindici concerti, Carnet 5 a cinque concerti a scelta, un abbonamento tematico a sette concerti dedicati al pianoforte e alla musica da camera (Pianochamber) e Speciale giovani, a prezzo agevolato per i giovani fino a trenta anni.
Rinnovo, spostamenti e nuovi Large e Pianochamber sono possibili da mercoledì 16 maggio a mercoledì 23 maggio, Carnet 5 da giovedì 24 maggio a giovedì 31 maggio.
Ripresa per gli abbonamenti Large, Pianochamber e Carnet da mercoledì 22 agosto a lunedì 10 settembre. Il concerto di sabato 25 agosto è attualmente già in vendita, i biglietti per tutti gli altri concerti saranno in vendita dall'11 settembre.
Ricordiamo che è possibile acquistare online tutti i tipi di abbonamento, compresi i Carnet 5. Per informazioni è possibile consultare il sito web di Ferrara Musica: www.ferraramusica.it.

 

Stagione concertistica 2018-2019

Le orchestre, i direttori e i solisti
La European Union Youth Orchestra diretta da Gianandrea Noseda, con il pianista Seong-Jin Cho
La Chamber Orchestra of Europe diretta da Andrés Orozco-Estrada, solista Nicolaj Znaider
Kammerchor e Hofkapelle Stuttgart nella Missa Solemnis di Beethoven
La European Union Youth Orchestra diretta da Vasily Petrenko nella residenza di primavera 2019

I grandi pianisti
Beatrice Rana
Alexander Lonquich
Emanuel Ax
Angela Hewitt

La musica da camera 
Trio di Parma
EUYO Autumn Chamber Academy 
Progetto Lauter

La musica antica 
L'Accademia Bizantina diretta da Ottavio Dantone, solista il contralto Delphine Galou

Campagna abbonamenti da mercoledì 16 maggio

 

Immagini scaricabili: