Comune di Ferrara

lunedì, 18 giugno 2018

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Raccolta differenziata salita a una media di oltre l'85%. In arrivo nuovi servizi per continuare a sostenerla

AMBIENTE E RIFIUTI - Comune ed Hera tracciano un primo bilancio del sistema operativo da gennaio 2018

Raccolta differenziata salita a una media di oltre l'85%. In arrivo nuovi servizi per continuare a sostenerla

30-05-2018 / Giorno per giorno

Vanno tutti oltre le più rosee aspettative i dati relativi all'incremento della raccolta differenziata a Ferrara nei primi mesi di utilizzo del nuovo sistema attivato a inizio 2018. Non manca però qualche ombra legata in particolare al fenomeno degli abbandoni sul territorio di sacchi di rifiuti indifferenziati. Il bilancio di questo primo periodo è stato illustrato oggi in conferenza stampa da Antonio Dondi della Direzione Servizi Ambientali del Gruppo Hera e da Alberto Santini Responsabile dei Servizi Ambientali di Ferrara e Modena del Gruppo Hera, assieme all'assessora all'Ambiente del Comune di Ferrara Caterina Ferri. L'incontro ha offerto l'occasione anche per presentare una serie di nuovi servizi che saranno attivati da Hera tra giugno e luglio prossimi, con l'intento, come riferito da Dondi e Santini, di favorire il rispetto delle regole da parte di tutti i cittadini, ridurre gli abbandoni e "soddisfare le esigenze di una città che cambia".
Dall'assessora Ferri giunge un ringraziamento a tutta la città per lo sforzo compiuto in questi ultimi mesi che ha consentito di portare Ferrara tra le prime tre città italiane con oltre 100.000 abitanti che registrano una raccolta differenziata oltre l'80%. "Aumentare le percentuali delle diverse frazioni di rifiuti differenziati - ha sottolineato l'assessora - significa aumentare i ricavi ottenuti dai consorzi che le acquistano. E questo di conseguenza ci consente di proseguire nel processo di abbassamento delle tariffe che abbiamo cominciato già quest'anno. Non bisogna però dimenticare il fenomeno degli abbandoni che rappresenta un costo per l'intera collettività e che stiamo continuando a contrastare, sia con l'attivazione dei nuovi servizi pensati da Hera sia con le sanzioni: 60 quelle che abbiamo comminato da inizio anno".
L'assessora ha inoltre anticipato l'intenzione da parte del Comune di stanziare, entro breve, 20mila euro a sostegno di chi acquista lettiere vegetali e 10mila euro per chi utilizza pannolini lavabili.

LA SCHEDA a cura di Hera spa
Comune ed Hera tracciano un primo bilancio del nuovo modello di raccolta differenziata operativo da gennaio.
Hera mette in campo ulteriori azioni per migliorare il servizio e consentire un passo avanti nel raggiungimento dei risultati della raccolta differenziata. La media di separazione dei primi mesi pone Ferrara, infatti, fra le prime città italiane con oltre 100.000 abitanti per quantità raccolta, oltre l'85%.  Un risultato davvero eccellente reso possibile grazie alla fondamentale collaborazione da parte dei cittadini. 

A pochi mesi dall'introduzione del nuovo sistema di raccolta rifiuti, Ferrara è nella rosa delle migliori città italiane, con oltre 100.000 abitanti, per quantità di raccolta differenziata. Infatti nel primo quadrimestre 2018 è stata registrata una media dell'85,4% di raccolta, con un picco   dell'87,5% nel mese di aprile.  

Cresce la Raccolta Differenziata: oltre l'87% ad aprile
Tutte le frazioni di materiali raccolti (carta, plastica, vetro, organico e sfalci) sono in netta crescita, a dimostrazione della grande capacità dimostrata dai cittadini di separare i rifiuti differenziabili.
La raccolta carta è incrementata del 43%, la plastica dell'83%, il vetro del 61% e l'organico è raddoppiato.
All'incremento della raccolta differenziata corrispondono nuove esigenze del servizio, e per questo saranno messe in campo nuove azioni.

Nuovi servizi in arrivo
Per la completa messa a regime del sistema di raccolta ed agevolare i cittadini, i nuovi servizi verranno attivati inizialmente per un periodo di 4 mesi (giugno-settembre) al termine del quale verrà valutata una eventuale estensione.
- Incremento frequenza raccolte Porta a Porta per bar e ristoranti in aree critiche del centro storico
In accordo con le Associazioni delle Imprese rappresentato nell'Osservatorio rifiuti, nelle contrade commerciali del centro a giugno verrà attivato un ulteriore passaggio per la raccolta dei sacchi della carta il martedì con esposizione entro e non oltre le 9,30 del mattino e un ulteriore passaggio per la raccolta della plastica il sabato mattino alla stessa ora. In seno all'Osservatorio verranno comunque valutate ulteriori azioni per rispondere alle esigenze delle attività commerciali.
- Attivazione stazione ecologica mobileda inizio luglio,
con l'obiettivo di raccogliere piccoli ingombranti, distribuire sacchi per Raccolta Differenziata, ritiro tessere e pattumelle, raccogliere segnalazioni e costituire informazioni.Il punto mobilesarà presente tutti i giorni tranne la domenica,in33 frazioni e quartieridelterritorio,per consentire ai cittadinidistanti dalle stazioni ecologichedi avere un servizio dedicato. Il calendario di sosta della stazione ecologica mobile verrà comunicato tempestivamente ai cittadini delle zone interessate e sarà disponibile sul sito del Gruppo Hera.
- Applicazione My Hera: scaricando questa app ogni cittadino è in grado di controllare la quantità di svuotamenti di rifiuti indifferenziati effettuati.

Le stazioni ecologiche
L'adesione al progetto della nuova raccolta differenziata da parte dei cittadini è dimostrato anche dal rilevante incremento di accessi alle stazioni ecologiche, specie nei fine settimana. Gli accessi sono passati da circa 4.000/mese agli oltre 6.000 attuali, e per ridurre i tempi di attesa e garantire un più ampio accesso, dal mese di luglio verranno ampliati gli orari di apertura giornaliera e verrà prevista anche l'apertura domenicale.
La stazione ecologica di via Ferraresi aprirà anche la domenica mattina dalle 9 alle 13 e quella di via Caretti sarà a disposizione dei cittadini anche la domenica pomeriggio dalle 14 alle 18.

Gli abbandoni: occorre il rispetto delle regole
Purtroppo a Ferrara vengono lasciate in strada circa 130 tonnellate di rifiuti al mese, che corrispondono a quasi il 2% del monte complessivo dei rifiuti urbani.
Abbandoni che mantengono una frequenza e una dimensione tale da generare una percezione di degrado e poca pulizia, con conseguente grave danno d'immagine per la città anche in termini di fruizione turistica, e che impongono una ulteriore attività di pulizia da parte di Hera, operata quotidianamente per  ripristinare nel più breve tempo possibile tali situazioni di degrado.
Le analisi effettuate dimostrano che gli abbandoni avvengono più spesso in alcune parti della città: nella zona medioevale del centro storico i punti caldi sono circa una trentina, mentre nei quartieri residenziali i punti sono circa 115 su circa 1200 isole ecologiche di base.
E' importante ricordare che chi abbandona rifiuti genera costi che ricadono anche sui cittadini virtuosi.
Questi mesi di sperimentazione hanno messo in evidenza la necessità di regolare alcuni interventi per migliorare l'attività di raccolta e il decoro. Una maggior pulizia delle isole ecologiche, il completamento della collocazione dei bidoni per la raccolta dell'organico, e i servizi aggiuntivi dovrebbero contribuire a migliorare la qualità della raccolta differenziata dei rifiuti, e il decoro urbano degno di una città patrimonio dell'UNESCO.
Un risultato per il quale il Comune ringrazia Hera, e soprattutto tutti i cittadini per la grande collaborazione fornita che consente di essere tra le città più virtuose in Italia per la percentuale di raccolta differenziata. Grazie all'ottenimento di questi risultati, il Comune si impegnerà in ogni modo, insieme a Hera, per il miglioramento continuo di tale raccolta e per il superamento dei disagi provocati inizialmente in fase di sperimentazione di tale servizio.  

LINK UTILI

www.gruppohera.it

www.ilrifiutologo.it/ferrara

www.ilrifiutologo.it/ferrarafaq

www.youtube.com/gruppohera

 

Immagini scaricabili:

Raccolta diff_30mag2018.jpg