Comune di Ferrara

martedì, 25 settembre 2018

Dove sei: Homepage > Lista notizie > L'attività dell'Ufficio Benessere Ambientale: prima relazione sulla verifica dell'utilizzo dei CUDE

MOBILITA' E BENESSERE AMBIENTALE - Illustrati i dati salienti dell'attività di controllo permessi invalidi da sindaco Tagliani, ass. Modonesi, funzionari comunali e rappresentanti di associazioni

L'attività dell'Ufficio Benessere Ambientale: prima relazione sulla verifica dell'utilizzo dei CUDE

26-06-2018 / Giorno per giorno

Si è svolta martedì 26 giugno 2018 nella sala di Giunta della residenza municipale la conferenza stampa di presentazione dei dati sulle verifiche relativa all'utilizzo dei CUDE (Contrassegno Unificato Disabili Europeo) nei primi 6 mesi di attività a cura dell'Ufficio Benessere ambientale del Comune.

All'incontro con i giornalisti sono intervenuti il sindaco Tiziano Tagliani, l'assessore ai Lavori pubblici Aldo Modonesi, la responsabile dell'Unità organizzativa Mobilità Monica ZanariniFausto Bertoncelli dell'Ufficio Benessere Ambientale e il portavoce del Comitato Ferrarese dei Disabili Carlos Dana.

"Tra gli abusi più odiosi - ha affermato in apertura di incontro l'ass. Modonesi - c'è sicuramente quello legato all'utilizzo dei permessi invalidi. Su questo aspetto siamo determinati ad andare in fondo per risolvere le criticità".

A Fausto Bertoncelli, funzionario dell'Ufficio Benessere Ambientale del Comune, il compito di illustrare le attività e i dati raccolti, che mettono in luce la necessità di una approfondita verifica su coloro che oggi utilizzano i permessi rilasciati dal Comune su specifiche indicazioni sanitarie. 

"Ringrazio il Comune per questa attività di controllo - ha sottolineato Carlos Dana - necessaria per far capire a tutti i cittadini che i permessi non sono un privilegio da utilizzare con leggerezza ma un beneficio che va impiegato con responsabilità, ben consapevoli delle sofferenze che vivono coloro che ne hanno veramente bisogno". 

"L'Ufficio Benessere Ambientale del Comune - ha aggiunto il sindaco Tagliani - ha lavorato e lavora con scrupolo anche sul fronte importantissimo dell'accessibilità urbana, creando una cultura diffusa e una nuova sensibilità nel progettare e realizzare opere sia pubbliche sia private. Il valore di questo Ufficio e dei suoi operatori si esprime creando un punto di incontro, dialogo e mediazione fra l'Amministrazione e le associazioni dei cittadini coinvolte in questo settore".

LA SCHEDA -  a cura dell'Ufficio Benessere ambientale del Comune di Ferrara

> Relazione sulla verifica dell'utilizzo dei CUDE

Premessa - Da anni riceviamo segnalazioni all'Ufficio Benessere Ambientale riguardo una percezione di abuso nell'utilizzo del CUDE. Questa situazione ci è stata più volte evidenziata da parte della Polizia Municipale, dagli Accertatori della Sosta di Ferrara TUA e da parte delle Associazioni di tutela dei diritti delle persone disabili, con cui questo ufficio si consulta periodicamente. Specifiche segnalazioni sono arrivate anche da parte di privati cittadini, riguardanti specifiche situazioni.

Le segnalazioni riguardano:

  • utilizzo da parte di famigliari e non, di CUDE appartenenti a persone decedute

  • utilizzo del CUDE come abbonamento per il parcheggio sulle strisce BLU

  • titolarità del CUDE da parte di persone che non hanno disabilità motorie evidenti

L'attività di verifica - Le rilevazioni sono state effettuate a campione, in base alle possibilità di questo ufficio di accedere alle banche dati esistenti, ai documenti di archivio e al personale in servizio.

Grazie anche alla collaborazione di Ferrara TUA, che ha effettuato il monitoraggio dei parcheggi nelle aree attigue al Centro Storico di Ferrara individuando e catalogando tutte le auto che espongono CUDE nei parcheggi a pagamento con Strisce Blu (1).

I monitoraggi eseguiti dagli accertatori della sosta di Ferrara TUA sono stati eseguiti in due distinti periodi:

  • dal 1 febbraio al 20 marzo 2017

  • dal 18 al 28 aprile 2018

Le criticità incontrate da questo ufficio per l'attività di verifica:

  1. gestione frammentata dei documenti amministrativi che danno titolo al CUDE, alle aree di sosta riservate e alle rispettive agevolazioni

  2. chi emette il CUDE non ha un archivio informatizzato, ma ancora cartaceo. Questo rende complicato se non impossibile, qualsiasi azioni di verifica da parte degli uffici e della Polizia Municipale

  3. manca un aggiornamento costante con l'ufficio anagrafe per il controllo dei deceduti o degli emigrati (questo si ripercuote sulla gestione degli stalli personalizzati nei luoghi di lavoro e al domicilio)

  4. abbiamo riscontrato che in passato CUDE temporanei sono stati trasformati in permanenti, assegnando la scadenza quinquennale, con il solo certificato del medico di famiglia

  5. difficoltà a riscontrare l'effettivo titolo ad usufruire delle strisce BLU gratuite (bisogna verificare la presenza del titolare CUDE a bordo)

Risultati della verifica a campione:

  • CUDE intestati a persone decedute utilizzati per la sosta nelle strisce BLU, n. 37

  • titolari di CUDE per cui si suggerisce una revisione medica, n. 12

  • utilizzo improprio del CUDE, n. 22

L'attività di gestione CUDE può essere migliorata attivando i seguenti interventi:

  1. serve un unico programma di gestione per rilascio CUDE, gestione delle aree parcheggio personalizzate (casa e lavoro), gestione targhe per i varchi ZTL MUSA e Anagrafe

  2. migliorare l'informazione sull'utilizzo del CUDE per i titolari (abbiamo già preparato e inviato da tempo un vademecum che ci risulta non venga ancora utilizzato come strumento informativo)

  3. condurre una attività di prevenzione costante da parte della Polizia Municipale, sia in ZTL che nelle strade attigue, verificando la presenza a bordo della vettura del titolare CUDE

  4. definire un Regolamento Comunale per l'utilizzo e il rilascio del CUDE e delle concessioni delle aree di parcheggio riservate

Conclusioni - Suggeriamo di attivare con Ferrara Tua una convenzione che consenta di impiegare dipendenti disabili, magari in convenzione con le Associazioni delle Persone con Disabilità, come Accertatori della Sosta con una particolare attenzione all'utilizzo dei CUDE.

Di impiegare presso il Centro Unico Permessi una persona con disabilità per il rilascio dei CUDE.

(1) Da accordi tra il Comune di Ferrara e Ferrara TUA SRL e il Comitato Ferrarese Area Disabili, i titolari di CUDE possono parcheggiare gratuitamente sulle Strisce BLU.

 

I NUMERI del Contrassegno Unificato Disabili Europeo (CUDE)

CUDE

  • CUDE attivi nel comune di Ferrara 4.717 pari a 3,56 % degli abitanti di Ferrara pari a 132.278 (dati al 31/12/2017).

  • CUDE che hanno associato targhe al sistema MUSA 4.800 (non è possibile scomporre il dato tra residenti nel comune di Ferrara e NON residenti - questo determina il disequilibrio tra i CUDE attivi e quelli inseriti nel MUSA - Ogni CUDE è associato mediamente a 3 targhe). Allo stato attuale sono associabili fino a 5 targhe.

PARCHEGGI CUDE 

  1. Generici
n. 587
  1. Personalizzati Casa/Lavoro
n. 267
  1. Davanti alle scuole
n. 99
Totale (città e forese) N. 953

 

 

 

 

 

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: