Comune di Ferrara

martedì, 25 settembre 2018

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Presto anche a Ferrara il "bike sharing" a flusso libero

ASSESSORATO ALLA MOBILITA' - Presentato dall'ass. Modonesi insieme alla responsabile dell'Unità Organizzativa Mobilità Zanarini

Presto anche a Ferrara il "bike sharing" a flusso libero

05-07-2018 / Giorno per giorno

Anche Ferrara avrà presto un servizio rivolto a cittadini, studenti e turisti di condivisione biciclette a flusso libero. Il bando recentemente emesso dall'Amministrazione comunale per individuare i soggetti interessati a svolgere questa attività nella nostra città, è stato illustrato nei dettagli giovedì 5 luglio 2018 in residenza municipale dall'assessore ai Lavori pubblici e Mobilità Aldo Modonesi e dalla responsabile dell'Unità organizzativa Mobilità Monica Zanarini, insieme alla collega Marcella Braghetta..

"Con questo bando - ha affermato l'ass. Modonesi - intendiamo testare nuove metodologie operative per andare progressivamente a sostituire i sistemi di 'bike sharing' attualmente utilizzati nel nostro territorio. Ci sono altre esperienze in altri comuni italiani come Firenze, Milano e altre città; ne valuteremo l'efficacia e il funzionamento partendo da un parco bici di 300 unità, tutte rinnovate e controllate tramite Gps". 

LA SCHEDA (a cura dell'Assessorato alla Mobilità del Comune di Ferrara) - BIKE SHARING A FLUSSO LIBERO A FERRARA

Il Comune di Ferrara ha pubblicato giovedì 5 luglio 2018 un avviso pubblico per l'individuazione di un soggetto interessato a svolgere il servizio di bike sharing a flusso libero nel territorio del Comune di Ferrara.

Questo sistema, già in corso di sperimentazione in diverse città italiane, a differenza dei 'bike sharing' esistenti a postazione fissa, consente di utilizzare la bicicletta senza vincoli di prenotazione e/o luogo di sosta, con una diffusione territoriale più estesa e più capillare.

Con il 'bike sharing' a flusso libero l'utente potrà visualizzare le biciclette disponibili attraverso un'apposita app per smartphone, prenotarle, sbloccarle a inizio utilizzo e bloccarle al termine, pagare, segnalare guasti, malfunzionamenti o comportamenti scorretti da parte di altri utenti. Il sistema elettronico di bloccaggio delle biciclette è concepito in maniera tale che la bicicletta possa essere parcheggiata senza essere necessariamente legata a un supporto (rastrelliera).

Nella prima fase sperimentale, che durerà 1 anno, prorogabile di un altro anno, è previsto un numero minimo di biciclette in circolazione pari a 300 (e un massimo di 2.500 unità). Il 10% delle biciclette in circolazione dovrà essere a pedalata assistita.

Il servizio sarà attivo tutti i giorni dell'anno 24 ore su 24, sarà disponibile sul territorio comunale secondo lo schema a flusso libero, con distribuzione libera sul territorio dei veicoli e utilizzo secondo la modalità "one-way" (ovvero la possibilità di rilasciare la bicicletta in un punto diverso da quello di prelievo); saranno comunque previste delle stazioni fisse per la sosta delle bici che coincideranno, nella prima fase sperimentale, con le attuali postazioni del sistema "C'entro in bici".

Il perimetro operativo del servizio - ovvero l'area all'interno della quale sarà possibile prelevare e rilasciare i veicoli - interesserà l'area definita dal centro abitato del territorio comunale, inclusi anche i centri abitati di Porotto, Cassana, Pontelagoscuro, Francolino, Malborghetto, Pontegradella, Cocomaro di Cona, Cona, Chiesuol del Fosso.

Sarà inoltre operativo un servizio di prenotazione rapida da effettuarsi a ridosso del momento dell'utilizzo del veicolo, ovvero il veicolo, se libero, potrà esser utilizzato anche senza dover procedere alla prenotazione. L'utente potrà utilizzare il veicolo senza alcun limite temporale e di percorrenza.

Se la sperimentazione si concluderà positivamente, si prevede lo smantellamento e la sostituzione con il nuovo sistema di tutte le strutture presenti in tutte le postazioni di dei sistemi di Bike Sharing oggi esistenti (C'entro in bici e Mi Muovo).

Concluse le operazioni di selezione, il servizio dovrà essere avviato entro 30 giorni dalla comunicazione dell'Amministrazione di 'avvenuta selezione'.

 

LA SCHEDA - sintesi 

IL BIKE SHARING

➤ Il bike sharing è uno strumento di mobilità sostenibile che prevede l'utilizzo di bici per spostamenti (più o meno lunghi) all'interno di tracciati urbani.

➤ Le bici, come suggerisce il nome del servizio, non sono di proprietà di un singolo utente, ma sono condivise e possono essere noleggiate, solitamente per brevi periodi di tempo.

➤ Lo scopo è favorire l'intermodalità, con la bici vista come mezzo di trasporto "terminale" per spostarsi tra la fermata del bus o il parcheggio dell'auto fino alla propria destinazione.

 

BIKE SHARING FREE FLOATING

➤ Si tratta di una modalità d'utilizzo a flusso libero, ovvero con possibilità di restituire la bicicletta in punti diversi da quello di prelievo.

➤ Le biciclette possono essere lasciate per le strade della città e gestiti attraverso una serie di lucchetti smart dotati di GPS e connettività wireless.

➤ Grazie all'app per smartphone si individua una bici nelle vicinanze e si prenota.

➤ Si scansiona il codice presente sulla bici così da sbloccare il lucchetto e avviare il noleggio.

 

BIKE SHARING FREE FLOATING

➤ Il pagamento avviene a fine noleggio e si basa sul tempo di utilizzo effettivo della bici: i soldi saranno scalati dal borsellino elettronico presente sull'app.

➤ Al profilo di ogni utente, inoltre, sarà possibile legare una sorta di patente di guida che consente di noleggiare e utilizzare le bici condivise, premiando i comportamenti virtuosi o penalizzando le eventuali infrazioni (se, ad esempio, si danneggia il mezzo o lo si parcheggia intralciando un marciapiede).

 

IL BANDO

➤ Servizio sperimentale 1 anno (più 1 anno di rinnovo)

➤ Numero di bici non inferiore a 300 e non superiore a 2.500

➤ 10% delle bici a pedalata assistita

➤ Servizio h24

➤ Stazioni sostitutive di C'entro in bici

➤ Servizi attivo nel perimetro del Centro abitato di Ferrara più le frazioni Porotto, Cassana, Pontelagoscuro, Francolino, Malborghetto, Pontegradella, Cocomaro di Cona, Cona, Chiesuol del Fosso

 

IL BANDO

➤ Nessun limite temporale o di percorrenza per l'utilizzo delle bici

➤ Previsto lo smantellamento delle attuali posizioni di bike sharing

➤ Pubblicazione avviso: 5 luglio 2018

➤ Scadenza presentazione offerte: 23 luglio 2018

➤ Apertura plichi: 25 luglio 2018

➤ Avvio della sperimentazione entro 30 gg dall'aggiudicazione

 

IL BANDO >> "Avviso pubblico per l'individuazione di un soggetto interessato a svolgere il servizio di bike sharing a flusso libero nel territorio del Comune di Ferrara"

LINK ALLA PAGINA DEI BANDI: http://servizi.comune.fe.it/222
- Scadenza presentazione offerte 23 luglio 2018 ore 12 al Servizio Infrastrutture Mobilità e Traffico; apertura plichi 25 luglio 2018 ore 10 nella sala riunioni del Servizio Infrastrutture Mobilità e Traffico in via Marconi 39 - Ferrara

Links:

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: