Comune di Ferrara

mercoledì, 14 novembre 2018

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Sicurezza urbana, il bilancio degli strumenti operativi adottati

PREFETTURA - Comitato provinciale riunito in vista di un tavolo tecnico in Questura per intensificare i servizi di prevenzione e controllo

Sicurezza urbana, il bilancio degli strumenti operativi adottati

05-07-2018 / Giorno per giorno

Daspo urbano, controlli ai pubblici esercizi e misure di contrasto allo spaccio di stupefacenti al centro della riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica di Ferrara.

Presieduta dal Prefetto dr. Michele Campanaro, si è tenuta nella serata del 4 luglio scorso, alla presenza del Presidente del Tribunale, dr.ssa Rosaria Savastano, del nuovo Procuratore della Repubblica, dr. Andrea Garau, dell'Assessore alla Sicurezza del Comune di Ferrara, dr. Aldo Modonesi e dei vertici provinciali delle Forze dell'Ordine, una riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, per fare il punto della situazione sull'attuazione nella Città capoluogo degli strumenti operativi introdotti dal c.d. decreto sulla sicurezza urbana, convertito nella l.n.48 del 2017.
"L'odierna riunione di Comitato - ha evidenziato il Prefetto - ha messo in evidenza, in relazione al lavoro avviato in particolare dagli inizi di quest'anno, un notevole rafforzamento sulla Città di Ferrara del quadro delle sinergie inter-istituzionali e la comune volontà di volerlo ulteriormente potenziare, per innalzare ancora il livello di sicurezza urbana".
In questa direzione, va valutata anzitutto la recente sottoscrizione, lo scorso 21 maggio, del "Patto per l'attuazione della sicurezza urbana" che prevede una strategica integrazione del sistema di videosorveglianza sul territorio della Città di Ferrara. Ma anche, nella stessa direzione, è stato stimato il ricorso sempre più consistente agli strumenti previsti dalla citata l.n. 48/2017 sulla sicurezza urbana: dal c.d."daspo urbano" alle ordinanze sindacali in tema di orari di apertura dei pubblici esercizi; dalle misure per il contrasto dei reati in materia di spaccio di sostanze stupefacenti all'applicazione, da parte del Questore, della sospensione delle licenze ai pubblici esercizi ed a quelli di vicinato, ai sensi dell'art. 100 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza. Su quest'ultimo versante, è stato evidenziato che, nel primo semestre del 2018, sono stati adottati dal Questore 12 provvedimenti di sospensione delle licenze ex art. 100 TULPS, a fronte dei 13 provvedimenti adottati durante l'intero 2017.
A termine della riunione del Comitato, il Prefetto ha disposto l'immediata attivazione di un Tavolo Tecnico in Questura per una ulteriore, forte intensificazione dei servizi di prevenzione e controllo sulla Città di Ferrara, mirati in particolare ai pubblici esercizi ed al contrasto dei reati in materia di spaccio di sostanze stupefacenti.
In quest'ultimo contesto, il Prefetto ha, infine, espresso parole di particolare apprezzamento per l'esito dell'ultima brillante operazione dell'Arma dei Carabinieri c.d. "Sottobosco" che, dando esecuzione a ventotto ordinanze di custodia cautelare in carcere, ha permesso di smantellare un'associazione a delinquere specializzata nel traffico di stupefacenti, operante in diverse regioni d'Italia.
(Comunicato a cura della Prefettura di Ferrara)

Immagini scaricabili:

La sede della Prefettura di Ferrara nel palazzo Giulio d'Este