Comune di Ferrara

martedì, 18 dicembre 2018

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Martedì 9 ottobre 2018 riapertura ufficiale del ponte sul Po al traffico veicolare, chiuse le passerelle pedonali

PONTE SUL FIUME PO - Inaugurazione lunedì 8 ottobre al centro del ponte con amministratori locali, regionali e cittadini - FOTO E AUDIO

Martedì 9 ottobre 2018 riapertura ufficiale del ponte sul Po al traffico veicolare, chiuse le passerelle pedonali

08-10-2018 / Giorno per giorno

Aggiornamento dell'8 ottobre 2018 - Nelle immagini alcuni momenti della cerimonia di inaugurazione a conclusione dei lavori di manutenzione del ponte sul Fiume Po tra Pontelagoscuro (Ferrara) e S.Maria Maddalena (Occhiobello) - Le FOTO e i file AUDIO sono scaricabili in fondo alla pagina. 

Via libera alla circolazione carrabile sul ponte dalle 5 di martedì 9 ottobre 2018. Pur non ancora del tutto conclusi i lavori, a cura di Anas, sarà riaperta l'infrastruttura che dall'11 giugno è stata chiusa al traffico veicolare e pedonale. II ripristino della viabilità è stato preceduto da un'inaugurazione lunedì 8 ottobre alle 15.30 alla presenza dei sindaci Tiziano Tagliani e Daniele Chiarioni e degli assessori Aldo Modonesi e Davide Valentini delle amministrazioni comunali di Ferrara e Occhiobello, degli assessori regionali Cristiano Corazzari (Territorio, Veneto) e Raffaele Donini (Trasporti, Emilia Romagna), dei rappresentanti di Anas, società Autostrade e Ami. Alla cerimonia inaugurale hanno partecipato anche cittadini dei due Comuni, associaziioni del territorio e la contrada Borgo San Giovanni.

[COMUNICATO CONGIUNTO COMUNI DI FERRARA E OCCHIOBELLO]

ESENZIONE DEL PEDAGGIO AUTOSTRADALE OCCHIOBELLO - FERRARA NORD FINO AL 10 OTTOBRE

Inaugurato il ponte: via libera solo alle auto dal 9 ottobre. La struttura apre con due giorni di anticipo

Ponte riaperto dal 9 ottobre e altri due giorni di autostrada gratuita. Il taglio del nastro, alla presenza dei Comuni di Ferrara e Occhiobello, Regioni, Anas, società Autostrade, Ami, ha sancito il via libera alla circolazione delle auto dalle 5 di martedì 9 ottobre con un anticipo di due giorni rispetto alle previsioni. Per agevolare l'utenza e consentire ai cittadini non informati di adeguarsi al ripristino delle modalità di pagamento dell'autostrada, l'esenzione del pedaggio tra Occhiobello e Ferrara nord e viceversa sarà estesa fino alla mezzanotte di mercoledì 10 ottobre. Dall'11 ottobre, invece, percorrere in autostrada il tratto sarà di nuovo a pagamento.

"Consegniamo alle nostre comunità questa infrastruttura sicura e necessaria nei termini previsti - ha detto il sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani -, abbiamo potuto contenere i disagi grazie alle maestranze, all'Anas, alle Regioni, alle fermate ulteriori che le ferrovie hanno messo a disposizione, grazie soprattutto ai nostri cittadini che hanno pazientato in questi mesi".

"Quattro mesi pesanti non solo per i pendolari ma anche per l'economia - ha detto il sindaco di Occhiobello Daniele Chiarioni -, l'apertura anticipata è il frutto di un coordinamento riuscito fra varie forze, parlo di istituzioni e del volontariato senza il quale il traghetto, peraltro il mezzo più utilizzato, non sarebbe stato possibile e ci sarebbe stato molto di più degli 85mila euro spesi".

Quanto al traghetto, sono state trasportate 145mila persone, per 1800 ore di servizio e 12mila viaggi.

Di "amministrazioni operose" e "imprese responsabili che fanno le scelte giuste" ha parlato l'assessore ai trasporti Emilia Romagna Raffaele Donini: "C'è un'Italia che funziona ed è questa, l'intervento è il primo di una serie di che è bene che Emilia Romagna, Veneto e Lombardia intestino e promuovano a livello nazionale per far sì che i ponti sul Po siano sempre più sicuri e moderni".

"Investire nella corretta manutenzione è investire nelle nostre comunità - è intervenuto l'assessore regionale al territorio Cristiano Corazzari -, abbiamo programmato, come Regione, un piano investimenti su ponti e viadotti sulla rete regionale, Occhiobello rimane per noi un esempio di un'opera che ha funzionato".

Anche per l'ingegner Claudio De Lorenzo, responsabile del coordinamento territoriale nord est dell'Anas, la riuscita nei tempi della ristrutturazione è il frutto della collaborazione e dell'impegno fra enti territoriali, istituzioni, Anas e società Autostrade per un obiettivo comune.

Come dimostra la segnaletica di cantiere, i lavori non sono ancora del tutto terminati: tra un mese saranno collocati i giunti e aperte le passerelle pedonali.

Alla cerimonia erano presenti anche Luca Zucchini di società Autostrade e Andrea Parigi di Telepass.

In occasione dell'apertura della struttura, è avvenuto un incontro simbolico sul ponte fra l'Avis di Ferrara e l'Avis di Santa Maria Maddalena e Occhiobello che hanno così consolidato i rapporti di amicizia e fratellanza fra i donatori. A suggellare la cerimonia, si sono esibiti i musici e gli sbandieratori della contrada San Giovanni.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - 

Da Cronacacomune del 6 ottobre 2018 - Via libera alla circolazione carrabile sul ponte dalle 5 di martedì 9 ottobre 2018. Pur non ancora del tutto conclusi i lavori, a cura di Anas, sarà riaperta l'infrastruttura che dall'11 giugno è stata chiusa al traffico veicolare e pedonale. II ripristino della viabilità sarà preceduto da un'inaugurazione lunedì 8 ottobre alle 15.30 (ritrovo al centro del ponte, giornalisti, fotografi e operatori video sono invitati) alla presenza delle amministrazioni comunali di Ferrara e Occhiobello, assessori regionali Elisa De Berti (lavori pubblici Veneto), Cristiano Corazzari (territorio Veneto), Raffaele Donini (trasporti Emilia Romagna) tecnici Anas, società Autostrade e Ami. Alla cerimonia inaugirale sono invitati i cittadini.

Dato l'esito positivo delle prove di collaudo a pieno carico, seguirà un'ordinanza dell'Anas che autorizza l'apertura al traffico solo veicolare, mentre resteranno al momento chiuse le passerelle pedonali. Tra circa un mese, sarà emanato un provvedimento che istituisce il senso unico alternato, in vigore alcuni giorni, per permettere l'installazione dei giunti, lo smontaggio dell'impalcatura e la conseguente riapertura delle passerelle pedonali.

"Non solo tempi rispettati, ma anticipati di qualche giorno - dicono con soddisfazione gli assessori ai lavori pubblici Aldo Modonesi (Ferrara) e Davide Valentini (Occhiobello) -, l'avere previsto turni di lavorazione anche notturni è stato sicuramente uno degli elementi che ci ha permesso di chiudere in 120 giorni il cantiere restituendo ai nostri cittadini una viabilità sicura e veloce".

Cosa cambia dal 9 ottobre. Sarà ripristinato il piano di trasporto pubblico ordinario antecedente alla chiusura del ponte (orario invernale urbano Tper), pertanto gli studenti potranno usufruire della linea 11 che tornerà a fare capolinea in piazza della Chiesa a Santa Maria Maddalena, le corse del pollicino, che collega Gurzone a Santa Maria Maddalena, faranno capolinea in piazza della Chiesa a Santa Maria Maddalena e non più in stazione (orario invernale) e termineranno anche le traversate del battello.

> Link agli orari della 11 Tper Ferrara - S.Maria Maddalena https://www.tper.it/fe-11

> Orari pollicino (Gurzone-S.Maria Maddalena):

http://www.comune.occhiobello.ro.it/media//allegati/trasport%20pubblico/ORARI_OCCHIOBELLO_2018-2019.pdf

I lavori. Demolizione, armatura, impermeabilizzazione e asfaltatura della soletta, sabbiatura, stesura primer (vernice di fondo) e verniciatura delle quattro campate, sistemazione delle passerelle pedonali e dei basamenti di appoggio sui piloni.

Comuni e volontariato insieme. Da aprile le due amministrazioni comunali hanno iniziato a incontrare i vertici del ministero dei Trasporti, Anas, Autostrade, Trenitalia e Regioni per concordare una strategia che limitasse i tempi di cantiere, rendesse gratuita l'autostrada e offrisse collegamenti alternativi per i 22mila veicoli che quotidianamente attraversavano il ponte, gli studenti e i lavoratori. Il risultato è stato un piano dei trasporti pubblici potenziato (pullman e treni) e il battello sul Po che ha imbarcato mediamente un migliaio di persone, togliendo dalla strada circa 500 veicoli. Il volontariato ha dato un contributo operativo fondamentale per i servizi offerti e la continuità nei quattro mesi. Al fianco delle amministrazioni, hanno lavorato Canottieri Ferrara, Arci pesca Pontelagoscuro, Vogatori Occhiobello, Anc, Protezione civile e Amico Po.

Per la durata della cerimonia il ponte sarà temporaneamente percorribile a piedi dai partecipanti all'evento.

La cerimonia dell'8 ottobre sarà preceduta alle 15 da un 'gemellaggio' fra l'Avis di Ferrara e l'Avis di Santa Maria Maddalena e Occhiobello che cammineranno insieme per consolidare i rapporti di amicizia e fratellanza fra i donatori.

(Comunicato a cura dei Comuni di Occhiobello e Ferrara)

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: