Comune di Ferrara

giovedì, 13 dicembre 2018

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Con il progetto 'Il giardino del mondo' lo sguardo giovane degli studenti per una nuova conoscenza del quartiere Giardino

CULTURA, DECENTRAMENTO E SPORT - Al via un ricco programma di attività di approfondimento e interazione

Con il progetto 'Il giardino del mondo' lo sguardo giovane degli studenti per una nuova conoscenza del quartiere Giardino

19-11-2018 / Giorno per giorno

Visite guidate, performance teatrali e musicali, mostre, interviste, video, laboratori di lettura e di ricerca storica, partite di calcio e anche una caccia al tesoro. Il tutto all'interno e a proposito del quartiere Giardino a Ferrara, con l'intento di approfondirne la conoscenza e favorirne la rigenerazione. E' il progetto 'Il giardino del mondo' che con il suo lungo elenco di attività in programma, oltre che di partner coinvolti, è risultato vincitore nella Sezione Archivi del concorso 'Io amo i Beni Culturali edizione 2018', promosso da IBACN Regione Emilia-Romagna, aggiudicandosi un contributo di 2mila euro.
Capofila del progetto sono il Centro Provinciale per l'Istruzione degli adulti (Cpia) e l'Archivio Storico del Comune di Ferrara, che si occuperanno di coordinare le attività di sei partner scolastici, dal nido all'università, e di 21 partner culturali, tra istituzioni e associazioni cittadine.
Tutte le finalità e i dettagli del progetto sono stati illustrati stamani in conferenza stampa dagli assessori comunali alla Cultura, Turismo e Giovani Massimo Maisto e al Decentramento e Sport Simone Merli, assieme al dirigente del Servizio Biblioteche e Archivi del Comune Angelo Andreotti, al dirigente del Cpia Fabio Muzi e alle coordinatrici del progetto Beatrice Morsiani e Corinna Mezzetti (Servizio Biblioteche e Archivi del comune), Lorenza Cenacchi (Liceo Sociale Carducci), Alberta Gaiani (Cpia), alla presenza di una ricca delegazione di studenti coinvolti.

"Una città d'arte e cultura come Ferrara - ha ricordato l'assessore Maisto - ha il dovere di coinvolgere i propri cittadini nella cura quotidiana dei propri beni anche incoraggiando la diffusione della conoscenza dei beni stessi, come le tante architetture del '900 presenti nel quartiere Giardino che abbiamo cercato di far conoscere più ampiamente in questi ultimi anni. In questa logica si inserisce il progetto 'Il giardino del mondo'  che punta ad approfondire e divulgare la conoscenza dei tanti luoghi di rilievo di questo quartiere, anche attraverso lo sguardo giovane dei tanti studenti a cui, durante questo anno scolastico, sarà affidata la realizzazione di innumerevoli attività tra cui la produzione di una nuova guida turistica del quartiere".

"Un importante ruolo nella rigenerazione del quartiere Giardino - ha sottolineato l'assessore Merli - lo abbiamo affidato in questi anni anche allo sport, considerate le tante strutture sportive presenti in quell'area della città, tra cui anche l'area all'aperto di piazzale Giordano Bruno che il Comune ha voluto riqualificare per metterla a disposizione gratuitamente dei giovani della zona. E diverse sono anche le attività in tema di sport, tra cui partite di calcio e incontri con sportivi che questo progetto prevede e che intendiamo promuovere sempre nell'ottica di una nuova immagine del quartiere".

"Crediamo - ha dichiarato Fabio Muzi - che sia possibile abbattere la percezione distorta secondo cui  l'intero quartiere Giardino è investito da fenomeni di microcriminalità diffusa e per farlo abbiamo creato una rete ampia di scuole e associazioni che saranno impegnate nel creare ponti di relazioni tra gli abitanti del quartiere giardino e gli abitanti delle altre zone cittadine attraverso proposte creative, espressive e di conoscenza".

 

LA SCHEDA (a cura dei coordinatori del progetto)

Progetto 'Il Giardino del mondo: viaggio in un quartiere multietnico di Ferrara'
Il progetto intende valorizzare il Quartiere Giardino, che insieme ai vicini rioni Arianuova e Doro (area nota con l'acronimo GAD) è stato interessato negli ultimi vent'anni da un flusso migratorio inaspettato che ha colto impreparata la popolazione residente e ha contribuito alla diffusione di un clima di intolleranza e chiusura. Da diversi anni l'Amministrazione comunale, in sinergia con associazioni e cittadini, sta promuovendo iniziative ed azioni volte alla riqualificazione del quartiere in un percorso partecipato di rigenerazione urbana. Il progetto ha l'obiettivo di inserirsi in questo sostrato di iniziative e diventarne parte attiva, coinvolgendo le istituzioni scolastiche, dal Nido agli istituti superiori e all'Università, contribuendo a creare momenti di incontro e di conoscenza nella convinzione che soltanto la strada del dialogo interculturale e intergenerazionale potrà favorire un clima di interazione e di maggiore serenità ambientale.

Gli Istituti Capofila
Istituto scolastico capofila è il CPIA di Ferrara
, Dirigente dott. Fabio Muzi, frequentato da studenti perlopiù stranieri, le cui culture e tradizioni di origine rappresentano una ricchezza che potrà dare frutti nelle occasioni di incontro con gli studenti di altri istituti cittadini e con i residenti che il progetto intende organizzare e promuovere.
Istituzione culturale Capofila è l'Archivio Storico Comunale di Ferrara
, Dirigente dott. Angelo Andreotti, che organizzerà laboratori di ricerca storica rivolti alle scuole coinvolte, sulla documentazione antica che descrive la nascita e l'evoluzione architettonica del  quartiere ferrarese  a partire dal Medioevo.

Un po' di storia
Il Quartiere Giardino copre l'angolo sud-occidentale del circuito cittadino entro le mura, un'area che più di ogni altra ha subito nei secoli trasformazioni pesanti: dalla demolizione di un intero isolato per ricavare lo spazio su cui venne costruita la Fortezza pontificia dopo la Devoluzione del 1598, fino al suo atterramento nel 1859 che aprì lo squarcio urbanistico della Piazza d'Armi, ricomposto e ripensato a partire dal piano regolatore del 1911 affidato a Ciro Contini. La struttura che caratterizza il volto e l'anima del quartiere è il risultato di una catena di progetti e interventi che impegnarono l'amministrazione municipale nei primi decenni del Novecento. Agli anni '20 si datano i principali interventi, affidati all'ingegnere-capo Girolamo Savonuzzi, coadiuvato dal fratello Carlo: il campo sportivo, le scuole elementari Poledrelli, il serbatoio dell'Acquedotto, la caserma dei pompieri, la sede del Mercato ortofrutticolo e la destinazione di molte aree all'edilizia popolare.

Il coordinamento delle attività
Si è costituito un gruppo di coordinamento che ha seguito l'ideazione del progetto, curato i contatti con i partner scolastici e culturali e si occuperà dell'organizzazione delle azioni previste. Il gruppo è composto da Beatrice Morsiani, Corinna Mezzetti (Servizio Biblioteche e Archivi del Comune di Ferrara), Alberta Gaiani (CPIA di Ferrara) e Lorenza Cenacchi (Liceo Carducci).

Le attività
Si approfondirà la ricerca storica, urbanistica, architettonica, letteraria e sociale interrogando le fonti bibliografiche e documentarie, proponendo laboratori di lettura, scrittura creativa, artistico-musicali, pittorici, culinari e sportivi. Tutti gli attori coinvolti nel progetto (studenti, docenti, residenti, operatori socio-culturali) si metteranno in gioco creando una rete di collaborazione, dando vita a opportunità formative e pratiche di adozione del quartiere come bene comune da condividere. Con la consapevolezza che solo nell'accoglienza, conoscenza e accettazione delle culture altre, sempre nel rispetto della legalità, si potranno ritrovare le proprie radici comuni.
Il progetto si articolerà nelle seguenti azioni: - laboratori di ricerca storica in archivio e biblioteca - visite guidate nel quartiere, realizzate da esperti e da studenti delle scuole coinvolte - incontri sulla storia della città e del suo fiume, che lambisce il quartiere Giardino - mostra sul quartiere, la sua storia e i suoi monumenti - laboratori di narrazione e promozione alla lettura nel quartiere e in biblioteca - laboratori di promozione della lettura declinata attraverso il progetto "Persone-libro" - laboratori di lettura di un testo in parallelo tra classi di diverso ordine scolastico e incontri di scambio e confronto sui contenuti - laboratori di sociologia e antropologia urbana - incontri di mappatura del quartiere - interviste agli abitanti, agli operatori commerciali della zona - laboratori sulle trasmissioni radiofoniche - trasmissioni radiofoniche realizzate dagli studenti stranieri del CPIA - performance teatrali, concerti e laboratori musicali - video di documentazione e di promozione turistica - caccia al tesoro nel quartiere - gite in bicicletta e cene nelle strade del quartiere - navigazione alla scoperta del fiume e di un insolito punto di osservazione del quartiere - laboratori di cucina multietnica - attività di giardinaggio e cura degli spazi verdi - realizzazione di manufatti in legno da destinare agli spazi verdi - partite di calcio negli spazi verdi - incontri con i giocatori della SPAL allo Stadio Mazza di Ferrara.

Pubblicazioni, diffusione
È in programma la realizzazione di una Guida turistica multilingue del Quartiere Giardino, che raccoglierà informazioni sulla storia del quartiere, dei suoi monumenti, degli esercizi commerciali e dei luoghi di interesse culturale e aggregazione. La Guida avrà come destinatari i turisti in visita alla città, i residenti e tutta la cittadinanza e si prefigge di contribuire alla conoscenza e alla diffusione di un'immagine rinnovata del quartiere. La Guida turistica del quartiere sarà presentata al pubblico presso la Biblioteca Comunale Ariostea.
La presentazione dei laboratori e del percorso di ricerca in archivio rientrerà nel programma della Settimana della didattica in archivio (edizione 2019).
Si prevede l'organizzazione di una presentazione pubblica a conclusione delle attività svolte nell'ambito di un evento nel quartiere.
E' previsto l'allestimento di una mostra di immagini ed  elaborati sulla storia del quartiere ad opera degli studenti delle scuole coinvolte.
Si procederà alla documentazione in itinere delle attività per elaborare un filmato di sintesi dell'intero percorso di lavoro.
La presentazione pubblica  delle attività realizzate avverrà nell'autunno 2019 nell'ambito del convegno regionale che IBACN Regione Emilia-Romagna organizza ogni anno per promuovere  e  valorizzare i percorsi didattici dei progetti vincitori del concorso Io amo i beni culturali edizione 2018.                                  

Partecipanti

Gli Istituti scolastici:
Gli Istituti scolastici che hanno aderito al progetto e che usufruiranno delle proposte formative saranno indicativamente cinque e il numero degli studenti coinvolti nelle diverse attività del progetto sarà di circa 600.

Nido Giardino
Dirigente Istituzione per i servizi educativi scolastici e per le famiglie, dott.ssa Mauro Donatella
Attività: i bambini del Nido Giardino saranno coinvolti in attività di ascolto di narrazioni, su tematiche e storie di culture altre.                                                                                                                          

Istituto comprensivo C. Govoni                                                                                         
Dirigente dott.ssa Bazzanini Anna                                                                                       
Attività: l'Istituto Govoni parteciperà al progetto con il coinvolgimento delle  classi della  S. Primaria Doro ,  S. Primaria Poledrelli; S. Primaria Govoni; S. Primaria Leopardi e S. secondaria di I grado Tasso. Le classi parteciperanno ai laboratori e alle attività previste dal progetto.                                           

Liceo delle scienze umane G. Carducci                                                                            
Dirigente scolastico dott.ssa Licia Piva
Il Liceo Carducci parteciperà al progetto con il coinvolgimento di tre classi. Gli studenti realizzeranno visite guidate nel quartiere, una mostra sulla sua storia e i suoi monumenti, i cui materiali confluiranno in una guida turistica del quartiere.                                                                                                                                

Liceo statale Ariosto                                                                                                           
Dirigente dott.ssa Mara Salvi                                                                                               
Il Liceo Ariosto parteciperà al progetto con il coinvolgimento di alcune  classi.                  

Laboratorio di studi urbani (presso Dipartimento di Studi umanistici, Università di Ferrara)
Referente per il progetto Scandurra Giuseppe, Alietti Alfredo, Corso di Antropologia culturale
Lezioni agli studenti del Corso  sui documenti relativi alla storia del Quartiere Giardino  conservati presso l'Archivio Storico Comunale.                                                                                                                 

Partner culturali: 

Biblioteca Comunale Ariostea                                                                                           
Dirigente dott. Angelo Andreotti
Organizzazione di laboratori di lettura in biblioteca e nel quartiere (spazi verdi, luoghi di aggregazione): ricerca di fiabe e miti delle aree di provenienza e lettura di testi in lingua originale da parte di stranieri madrelingua; letture ad alta voce di pagine che raccontino i diversi paesi del mondo; laboratori di scrittura "Ti presento il mio paese"; raccolte di filastrocche e ninne nanne in varie lingue; interviste agli abitanti del quartiere. 

Assessorato al Decentramento, Servizi Demografici e Stato Civile, Sport                     
Assessore Simone Merli
Proposta di apertura e visite guidate allo Stadio cittadino Paolo Mazza, con promozione e sviluppo della cultura sportiva e incontri con i giocatori titolari della SPAL.                                                          

Centro di mediazione del Comune di Ferrara                                                                 
Referente per il progetto Bogo Nicola, Garbellini Virginia                                                 
Supporto alle attività dell'iniziativa di promozione alla cittadinanza e alla mediazione interculturale; facilitazione nelle relazioni con altre realtà che operano nel territorio e collaborazione e sostegno nella realizzazione delle attività previste nel progetto.                                                                                                             

Ferrara Urban Center del Comune di Ferrara                                                               
Referente per il progetto Porretta Chiara, Crema Ilenia                                                       
Disponibilità ad ospitare una mostra sul Quartiere Giardino e collaborazione allo sviluppo della rete tra i soggetti del territorio.                                                                                                                                                                                                                                       

Centro Bambini e famiglie Isola del Tesoro del Comune di Ferrara                             
Dirigente Istituzione per i servizi educativi scolastici e per le famiglie, dott.ssa Mauro Donatella
Organizzazione dell'iniziativa "Maggio in piazza aperta. I saperi del quartiere" con attività di gioco, animazione e laboratori all'aperto offerti e condotti da educatori genitori e bambini sei servizi educativi, scolastici e culturali presenti nel Quartiere Giardino.                                                                                            

Facoltà di Architettura, Università degli studi di Ferrara                                              
Referente per il progetto prof.ssa Fabbri Rita                                                                      
Laboratori di ricerca storica tra le carte dell'Archivio Savonuzzi, ingegnere capo del Comune di Ferrara e progettista di molte architetture nel Quartiere, conservato presso la Biblioteca della facoltà di Architettura. Proposta di visite guidate nel quartiere, alla scoperta delle strutture architettoniche di primo Novecento.      

Laboratorio di studi urbani (presso Dipartimento di Studi umanistici, Università di Ferrara)
Referente per il progetto Scandurra Giuseppe, Alietti Alfredo                                           
Proposta di laboratori di sociologia e antropologia urbana nei luoghi del Quartiere Giardino rivolti agli studenti degli istituti partecipanti.                                                                                                                

Casa Circondariale Costantino Satta di Ferrara                                                             
Referente per il progetto Onofri Loredana                                                                          
Incontro con i detenuti e racconto delle attività svolte da Artenuti, un'associazione di detenuti che realizzano manufatti di falegnameria da destinare a spazi cittadini. Laboratorio di lettura con una classe partecipante al progetto, attraverso la lettura in parallelo di un testo e un incontro di scambio tra detenuti e studenti.

APS Web Radio Giardino
Referente per il progetto  Gaaloul Hamdi
Promozione, comunicazione e documentazione delle attività con supporti audio, video e fotografici. Organizzazione di laboratori sulle trasmissioni radiofoniche con gli studenti partecipanti al progetto.

Consorzio Factory Grisù                                                                                                   
Partner Referente per il progetto Marchetto Massimo                                                         
Collaborazione alla buona riuscita del progetto mettendo a disposizione gli spazi del Consorzio Factory Grisù per realizzare le attività del progetto e la loro presentazione pubblica.                                       

Consorzio Wunderkammer
Referente per il progetto Govoni Maria Giovanna
Adesione del Consorzio come location partner, ovvero la messa a disposizione degli spazi interni ed esterni in gestione al consorzio, presso Palazzo Savonuzzi, per lo svolgimento delle attività che si riterranno necessarie per il progetto.

Fiumana. Associazione culturale, sportiva e ricreativa
Referente per il progetto Sobbe Georg
Organizzazione di incontri con le scolaresche sulla storia di Ferrara in relazione al fiume che le diede origine e che oggi lambisce il quartiere Giardino, il Po di Volano. Navigazione con il battello Nena partendo dalla darsena, attraverso la città, sino alla campagna ferrarese e ritorno, per scoprire il quartiere da un punto di vista insolito.

Agire Sociale-CSV Ferrara
Referente per il progetto Peretto Silvia
Supporto alle attività dell'iniziativa di promozione alla cittadinanza e al terzo settore; facilitazione nelle relazioni con altre realtà che operano nel territorio.

Associazione KoraKoinè APS
Referente per il progetto Castellari Giuliana
In linea con gli scopi principali dell'Associazione, tra cui quello di educare al paesaggio e attraverso il paesaggio, si propone un percorso teorico-laboratoriale, attivando una conversazione sociale tra ragazzi, cittadinanza e istituzioni sulle rispettive percezioni, conoscenze e proposte riguardo ai luoghi del quartiere. I laboratori combinano il piano della conoscenza e quello dell'esperienza, proponendo incontri con esperti e fasi di lavoro con raccolta di documentazione, studio e mappatura del territorio di riferimento.

Associazione Amici della Biblioteca Ariostea
Referente per il progetto Zanardi Paola
Organizzazione di visite guidate nel Quartiere Giardino, alla scoperta dei luoghi e delle architetture progettate a inizio secolo dai fratelli Savonuzzi.

Associazione Donne di carta
Referente per il progetto Chendi Arianna
In linea con la finalità dell'Associazione, che è promuovere la lettura in tutte le sue forme rivalutando il ruolo della persona che legge, saranno organizzati laboratori che proporranno la lettura come strumento di crescita dell'individuo e dell'intera collettività, per accrescere le competenze linguistiche rivalutando il ruolo formativo di ogni lingua madre e facilitare la conservazione e la circolazione del patrimonio linguistico e storico delle diverse comunità socio-culturali. Si organizzeranno altresì laboratori incentrati sull'espressività del corpo e della parola, per raccogliere le tracce dei vissuti più profondi e arrivare alla narrazione di sé e degli altri.

Matteo25 Cooperativa sociale
Referente per il progetto Folletti Nicola
La Cooperativa, in collaborazione con Basso profilo, propone "Cave panem": laboratorio di co-progettazione multietnico, che ha l'obiettivo di scoprire, attraverso le ricette di panificazione e altri cibi, i diversi background culturali e le biografie di chi abita il quartiere Giardino, di chi lo attraversa, di chi ci lavora.

Cooperativa sociale Camelot
Referente per il progetto Luca Mariotti
I Camelot Combo, formazione di percussionisti provenienti dall'Africa occidentale (richiedenti asilo ospitati in progetti d'accoglienza gestiti dalla Cooperativa), nascono nel 2017 grazie alla direzione artistica del maestro percussionista Flavio Piscopo e del maestro Corrado Calessi alle tastiere. I musicisti propongono agli studenti delle scuole aderenti incontri e laboratori di conoscenza della tradizione musicale africana mescolata ai ritmi mediterranei.

SonArte. Associazione musicale e culturale
Referente per il progetto Pico Sonia Mireya
Proposta di laboratori dedicati al canto corale e al movimento del corpo, focalizzati sugli aspetti relativi alla vocalità dei bambini, alla ritmica corporale e alla conoscenza di altre culture attraverso l'esecuzione di canzoni in lingue diverse (spagnolo, inglese, swahili...).

Associazione Comitato Zona Stadio
Referente per il progetto Morini Massimo, Fergnani Susanna                                             
Organizzazione di proposte atte a coinvolgere i residenti del quartiere Giardino in attività di sensibilizzazione alla convivenza con i cittadini provenienti da vari paesi del mondo, attraverso incontri con esperti sull'educazione civica, occasioni di socializzazione attraverso gite in bicicletta, cene in strada, presidi informativi, cura del verde pubblico, interviste.

Doc Servizi Soc. Coop
Referente per il progetto Sgaravatto Beatrice
Laboratorio di costruzione di una caccia al tesoro educativa ed interattiva riguardo la storia e la struttura del Quartiere Giardino rivolto alle classi delle Scuole secondarie di I e II grado.

Associazione Sportiva Dilettantistica "X Martiri"
Referente per il progetto Zaccarini Samuel
Proposta di organizzazione di partite di calcio dilettantistiche negli spazi verdi del Quartiere Giardino, tra i giovani ferraresi iscritti alla società, gli studenti della Scuola capofila CPIA e immigrati residenti nel quartiere stesso.  

I.A.T. Comune di Ferrara, Servizio Manifestazioni Culturali e Turismo - Politiche per la pace,
Collaborazione alla redazione della Guida turistica del quartiere.

 

Immagini scaricabili:

prog Giardino_19nov18_2.jpg prog Giardino_19nov18_1.jpg