Comune di Ferrara

giovedì, 21 marzo 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Tempio di San Cristoforo: conclusi i lavori il cantiere apre le porte ai visitatori per osservare il restauro delle opere e degli arredi

LAVORI PUBBLICI E CULTURA - Visita con ass. Modonesi, tecnici e giornalisti. Concerto sabato 22 dicembre 2018 alle 17

Tempio di San Cristoforo: conclusi i lavori il cantiere apre le porte ai visitatori per osservare il restauro delle opere e degli arredi

20-12-2018 / Giorno per giorno

Si è svolta giovedì 20 dicembre 2018 nel Tempio di San Cristoforo alla Certosa di Ferrara la conferenza stampa di presentazione della fine lavori all'imponente edificio monumentale e del cantiere aperto in occasione del restauro delle opere e degli arredi.
All'incontro con i giornalisti sono intervenuti l'assessore ai Lavori pubblici Aldo Modonesi, il dirigente del Settore Attività culturali Giovanni Lenzerini, la dirigente del Servizio Beni Monumentali Natascia Frasson e la collaboratrice Gioia Guzzinati, i tecnici che hanno realizzato le opere di consolidamento, i progettisti e i restauratori

"Ancora una volta, con questo cantiere che si conclude positivamente - ha affermato l'ass. Modonesi - devo sottolineare con orgoglio l'impegno di tutto lo staff tecnico comunale e non solo che ci consentono di aprire alla cittadinanza sabato 22 dicembre alle 17 con il concerto di Natale. Questo importante tempio monumentale è con le sue opere ancora in fase di restauro una risorsa culturale e un bene da preservare con cura e attenzione. Dimostriamo efficienza nella gestione dei fondi post sisma che ci vede fra i tre Comuni virtuosi di tutto il cratere con il 70% di opere realizzate o in fase di realizzazione su un totale complessivo di 50 milioni di euro di interventi previsti nel nostro territorio".

"A partire dal 5 gennaio 2019 - ha sottolineato Lenzerini - il sabato e domenica dalle 10 alle 16 sarà possibile visitare il Tempio di San Cristoforo e vedere da vicino le diverse fasi di manutenzione e restauro di opere importanti conservate nello storico edificio. Previste anche visite guidate su prenotazione che saranno definite e comunicate successivamente". 

LA SCHEDA (a cura del Servizio Patrimonio - Assessorato Lavori Pubblici del Comune di Ferrara) - Lavori di riparazione e miglioramento strutturale post sisma CHIESA DI SAN CRISTOFORO ALLA CERTOSA Via Borso D'Este, 50 - Ferrara

Responsabile del Procedimento in fase di Progettazione: Ing Luca Capozzi
Responsabile del Procedimento in fase di Esecuzione: Arch. Natascia Frasson
Servizio Beni Monumentali e Centro Storico - Settore Opere Pubbliche e Mobilità

- Obiettivi dell'intervento - Nella navata centrale e nel transetto le cupole sono state rinforzate con un sistema, realizzato con fasce in fibre di acciaio e calce idraulica naturale, compatibile con la struttura, che rende solidale le cupole con le murature circostanti; inoltre è stato realizzato il rinforzo del cordolo perimetrale dei coperti alti con muratura armata con fasce fibre in acciaio e calce idraulica naturale.
Il medesimo intervento è stato utilizzato per il rinforzo delle navate laterali: a livello dell'estradosso delle volte a crociera, rinforzi realizzati con fasce in fibre di acciaio e calce idraulica naturale, compatibile con la struttura e scarsamente invasiva; le fasce rendono solidali la struttura delle volte con la muratura circostante creando un elemento di rinforzo a circa otto metri di altezza.
A livello superiore in corrispondenza della gronda, sui muri trasversali e in prossimità del colmo delle navate laterali è stata realizzata una griglia in muratura armata con fibre di acciaio e calce che permette la realizzazione di una sorta di maglia quadrata a rinforzo della struttura.
Il coperto nella navata nord costituito da un solaio in laterocemento e della navata sud da travi, travetti e tavelloni, sono stati sostituiti da un coperto realizzato con il tavolato in legno e una lastra in OSB, sui cui è stata posata una nuova impermeabilizzazione a colla, una rete e relativi ganci ferma-coppo e i coppi. Le lattonerie sono state mantenute per quanto possibile e sostituite nelle parti ammalorate.

- Descrizione dell'intervento - Sono inoltre stati eseguiti i lavori relativi alle tinteggiature e il restauro del decoro lapideo in pietra del pilastro lesionato.
E' stato adeguamento l'impianto elettrico nei sottotetti e l'impianto di illuminazione di emergenza della navata centrale.
I lavori all'interno della chiesa possono considerarsi ultimati.
Tutti i lavori di riparazione e miglioramento sismico realizzati fino ad oggi consentono di affermare che le condizioni di sicurezza all'interno della chiesa siano soddisfatte.
Rimangono da ultimare i seguenti lavori all'esterno della Chiesa: il consolidamento dell'abside, le manutenzioni dei coperti dell'abside, della cappella invernale e della sagrestia, e la manutenzione dei cotti delle navate laterali. E' stata inoltre presentata una perizia di variante, in fase di approvazione, per lavorazioni da fare in aggiunta a quelle previste, tra cui la ritesatura delle catene e la manutenzione del coperto del campanile.
E' stato realizzato all'interno della chiesa un Laboratorio di Restauro, non compreso nel progetto in appalto, con lo scopo di intervenire laddove sono stati rilevati problemi di muffe, tarme, necessità di restauro delle parti pittoriche, ecc... Il laboratorio di restauro viene seguito dal servizio Musei di Arte Antica (dirigente Dott. Lenzerini), mentre il riallestimento e la ricollocazione in situ delle opere restaurate è compreso nelle migliorie offerte dall'impresa (ATI E.T. Costruzioni e Sangiorgi Costruzioni).

- Stato dei lavori
inizio lavori: 18/09/2017
ultimazione lavori prevista entro metà marzo 2019 (meteo permettendo)

- Impresa esecutrice
A.T.I. con capogruppo: E.T. Costruzioni di Emanuele Tuffanelli di S.Martino (FE), mandante Sangiorgi Costruzioni S.r.l. di Bosco Mesola (FE)
Opere di Restauro: Laboratorio di Restauro Ottorino Nonfarmale ( S. Lazzaro di Savena- Bologna)

- Finanziamento
Importo dei lavori aggiudicati inclusi oneri della sicurezza: € 743.092,12+ IVA
Importo complessivo dell'opera: € 1.225.750,62

- Tipologia di finanziamento
Contributi Regionali assegnati con finanziamento concesso dal Commissario Delegato: € 1.176.645,62
Importo finanziato con fondi comunali (assicurazione): € 49.105,00

- Referenti:
Progetto architettonico Arch. Tania Ciammitti
Direzione Lavori Arch. Tania Ciammitti
Progetto e D.O strutture Ing. Marco Benazzi
Progetto e D.O impianti Ing. Andrea Bernagozzi
Coordinatore sicurezza progettazione ed esecuzione Geom. Stefano Marsili

 

Links:

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: