Comune di Ferrara

giovedì, 23 maggio 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Terra Ferma e La Città Verde: l'incontro delle festività natalizie, per un bilancio delle attività

Terra Ferma e La Città Verde: l'incontro delle festività natalizie, per un bilancio delle attività

05-01-2019 / A parer mio

Festa di Natale dell'Associazione di Volontariato Terra Ferma ONLUS e della Cooperativa Sociale La Città Verde

A Malborghetto di Ferrara, il 14 dicembre 2018 nella sala riunioni dell'Associazione di Volontariato Terra Ferma Onlus e della Cooperativa Sociale La Città Verde, si è svolta la consueta Festa di Natale.
Una Festa aperta, come sempre a soci, dipendenti, amici e amministratori pubblici, che ha per protagoniste persone con disabilità intellettiva e disagio anche complessi, le quali presentano l'articolato Progetto Socio-Occupazionale-Lavorativo che coinvolge Scuola, Famiglia, Amministrazioni Comunali, Servizi sociali e Cooperative Sociali. La presentazione comprende i percorsi individuali di autonomia, illustrati attraverso le esperienze personali e le attività in svolgimento.
I giovani oggi presenti, hanno seguito un lungo e ricco percorso di studio e di formazione, per acquisire competenze a svolgere attività semplici, ma ampie, quindi complesse da conseguire, in cui sono determinanti il controllo del comportamento e l'impegno regolare.

Quest'anno, attenzione puntata a quanto si fa a Malborghetto nella Serra e nell'Orto, secondo l'invito di Luigi Rosso, responsabile dei Servizi Socio-educativi della Cooperativa Sociale La Città Verde.
Si tratta di un Progetto nuovo che prevede attività quotidiane eseguite con costanza, da una ventina di persone di cui 7-8 in contemporanea, in attesa che l'area di lavoro venga ampliata con l'abbattimento e la ristrutturazione di 400 metri quadrati di serra in vetro, e sia così incrementata l'attività di Agricoltura sociale (pomodori , insalata e funghi prodotti con metodi naturali), attività agricola manuale vecchio stile rivolta a speciali utenze, produzione equa e solidale con interventi di carattere sociale, didattico-educativo, formativo-occupazionale, terapeutico-riabilitativo. Solidarietà, imprenditorialità, benessere di chi opera.

Un video efficace ha introdotto poi la presentazione del Progetto Ponte, un progetto in collaborazione con l'Amministrazione Comunale di Ferrara, con obiettivi rivolti a ragazzi che hanno concluso il percorso scolastico nella Scuola secondaria, ed anche a ragazzi iscritti in un Istituto superiore, per i quali è prevista un'esperienza con contenuti educativi e socializzanti in ambiente lavorativo. Il Progetto Ponte si avvale del contributo di varie Coop Sociali (unite in Consorzio) che hanno un progetto socio-educativo: Cooperativa Sociale La Città verde ( Malborghetto-Serre e Orto), Integrazione Lavoro Onlus (Baura-Cucina), Matteo 25 (Ferrara-Arte terapia), Coop Serena (San Martino-attività sociali e riabilitative).

A Malborghetto, accanto alle attività nelle Serre e nell'Orto, che vengono realizzate a partire dalla materia prima fino al prodotto finito, ci sono quelle relative alla manutenzione del verde, agli arredi dei parchi urbani e quelle di Tipografia: taglio, impacchettamento, imballaggio.
Dal 2017 è presente anche l'Arte terapia, con attività Grafico-Pittoriche, costruzione di giochi, potenziamento della capacità espressiva e comunicativa della persona con disabilità.
L'Addestramento professionale in quattro passi, per favorire l'integrazione: "Ti mostro come si fa, ti spiego come puoi fare, ti aiuto a farlo, ora puoi farlo da solo".
La sperimentazione di questi percorsi educativi facilita il mettersi in gioco dei diversi soggetti; la relazione li trasforma favorendo l'integrazione di capacità, abilità, competenze e relazioni.
Un'esperienza nuova per Ferrara dove il Pubblico e il Privato concorrono con le Associazioni di Volontariato nel sostenere la qualità del progetto e nel costruire percorsi individuali.
I racconti dei protagonisti della Cooperativa La Città Verde e del Progetto Ponte, che hanno riscosso grande interesse da parte dei numerosi presenti, hanno mostrato quanto sia importante che i ragazzi con disabilità si calino nella realtà del lavoro (Serre, Orto, Cucina,...), per migliorare l'autonomia e per far emergere capacità non prevedibili, concomitanti con l'elaborazione del proprio progetto di vita. Dalle parole dei ragazzi è risultato chiaro quanto intensi siano il loro impegno, la serietà e precisione nell'eseguire i compiti assegnati dai responsabili, la gioia di stare insieme, la gratitudine verso colleghi, operatori e familiari volontari, in un territorio di azione ampio nel quale essi abitano e sono conosciuti. La Festa si è conclusa con un momento conviviale di condivisione, di incontro e di relazione.

Intervento a cura di Maria Alberta Faggioli Saletti, socia di Terra Ferma

Immagini scaricabili: