Comune di Ferrara

venerdì, 15 febbraio 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Stato di attuazione del progetto di "Controllo di vicinato" a Ferrara

SICUREZZA E TERRITORIO - Giovedì 7 febbraio 2019 alle 16 (sede Prefettura di Ferrara, 1° piano) - DOCUMENTAZIONE

Stato di attuazione del progetto di "Controllo di vicinato" a Ferrara

07-02-2019 / Giorno per giorno

La Prefettura di Ferrara ha convocato per giovedì 7 febbraio 2019 alle ore 16,00 (sede Prefettura di Ferrara, 1° piano), una conferenza stampa sullo stato di attuazione del progetto di "Controllo di vicinato" a Ferrara e sulle sue prospettive di ampliamento.

All'incontro interverrano, tra gli altri, il prefetto Michele Campanaro, il questore Giancarlo Pallini, il sindaco Tiziano Tagliani, l'assessore comunale Aldo Modonesi, la comandante di polizia locale Laura Trentini, il responsabile del Centro di Mediazione Giorgio Benini, rappresentanti di Carabinieri e Guardua di Finanza. (Comunicazione a cura della Prefettura di Ferrara)

>> DOCUMENTAZIONE scaricabile in fondo alla pagina

LA SCHEDA - "Controllo di vicinato" a Ferrara a due anni dal suo avvio, tra risultati raggiunti e prospettive di ulteriore ampliamento. 

Nel corso di apposita seduta del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, il Prefetto Michele Campanaro, il Sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani, l'Assessore alla Sicurezza Aldo Modonesi ed i vertici territoriali delle Forze dell'Ordine hanno fatto il punto della situazione sullo stato di attuazione del progetto di "Controllo di vicinato" a Ferrara e sulle sue prospettive di ampliamento, presentandone in questa serata i risultati nel corso di una conferenza stampa.

Il progetto nasce a Ferrara il 10 febbraio del 2017, con la firma di un Protocollo di intesa tra la Prefettura, le Forze di Polizia e l'Amministrazione comunale del capoluogo. L'obiettivo primario è quello di attivare un "vicinato solidale" e rinsaldare il senso di sicurezza delle comunità locali, con un'attenzione particolare sulla prevenzione dei reati, fondandosi su tre principi: la ricostruzione delle relazioni e dei legami che creano coesione sociale ed evitano l'isolamento delle persone, la formazione dei cittadini tesa a prevenire l'insorgenza di vulnerabilità ambientali e comportamentali e il coordinamento dei cittadini con le Forze di Polizia per promuovere segnalazioni qualificate ed efficaci.

L'iniziativa prevede la creazione di reti di comunicazione tra i residenti di una determinata località, chiamati ad una maggiore attenzione a quello che accade nel loro quartiere, in un rapporto di dialogo privilegiato con le Forze dell'Ordine, attraverso le figure dei coordinatori.

I risultati raggiunti dopo due di attività sono interessanti: 16 le frazioni ed i quartieri del Comune di Ferrara che aderiscono oggi al progetto, numero più che raddoppiato rispetto alle 6 aree individuate ad avvio dell'iniziativa progettuale; 55 i gruppi di controllo di vicinato costituiti, con un coinvolgimento di 387 nuclei abitativi. Una organizzazione articolata e complessa che ha richiesto, da parte delle Forze dell'Ordine e della Polizia Locale di Ferrara, numerosi incontri sul territorio di promozione del progetto, riunioni di approfondimento e di costituzione dei gruppi, seminari di formazione riservati ai coordinatori dei gruppi di vicinato. Completano il progetto l'attivazione di 39 telecamere e l'installazione di un'apposita segnaletica stradale.

"Si tratta di un progetto che nel tempo si sta efficacemente radicando sul territorio e per questo - ha affermato il Prefetto - è senz'altro meritevole di attenzione e di ulteriore implementazione. L'esperienza del controllo di vicinato, attraverso volontari formati ed organizzati che collaborano con le Forze di Polizia e la Polizia Locale, per realizzare una presenza attiva su frazioni e sulle periferie comunali - ha proseguito il Rappresentante del Governo - costituisce un innovativo approccio al tema della sicurezza partecipata che sviluppa, potenziandola, la cultura della responsabilità del singolo cittadino. I gruppi di Controllo di vicinato aggiungono un nuovo tassello alla sperimentata, proficua collaborazione tra Prefettura, Forze dell'ordine e Amministrazione comunale che, nel quadro del Patto per la Sicurezza della Città, sono da tempo impegnate sui temi della riqualificazione urbana, con azioni quali l'implementazione della rete di videosorveglianza e della promozione di iniziative per la coesione sociale, principalmente nelle aree più marginali".

Nel corso della conferenza stampa, è stato infine presentato dall'Amministrazione Locale il nuovo sito web del "Controllo di Vicinato" www.controllodivicinatoferrara.it, un contenitore di materiale documentale, nel quale è possibile reperire in modalità smart tutte le informazioni utili, anche per l'adesione al progetto.

 

 

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: