Comune di Ferrara

sabato, 20 aprile 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > ELEZIONI EUROPEE - AMMINISTRATIVE 2019: Par Condicio e modalità di comunicazione delle pubbliche amministrazioni

ELEZIONI EUROPEE - AMMINISTRATIVE 2019: Par Condicio e modalità di comunicazione delle pubbliche amministrazioni

25-03-2019 / Punti di vista

Elezioni Europee e Amministrative del 2019: dal 25 marzo 2019 in vigore la disciplina in materia di "Par condicio"

In data 25 marzo 2019 è stato pubblicato sulla G.U. n. 71 il decreto del Presidente della Repubblica relativo all'indizione dei comizi elettorali per l'elezione dei membri del Parlamento Europeo spettanti all'Italia, fissata per il giorno 26 maggio 2019.

A partire dal 25 marzo 2019 per le Elezioni Europee e a partire dall'11 aprile 2019 - 45° giorno precedente la data del voto, giorno, quindi, di affissione dei manifesti di convocazione dei comizi elettorali - per le Elezioni Amministrative, pertanto, sono in vigore le disposizioni di applicazione della normativa in materia di par condicio - previste dalla legge 22 febbraio 2000, n. 28 e s. m. e dal Codice di autoregolamentazione di cui al DM 8 aprile 2004 - che disciplinano i programmi di comunicazione politica, i programmi di informazione, i messaggi politici autogestiti (gratuiti e a pagamento), i sondaggi politici ed elettorali sulle emittenti radiotelevisive locali.

L'art. 9 della legge n. 28/2000 dispone che: «Dalla data di convocazione dei comizi elettorali (N.d.R.: il giorno stesso della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dei decreti del Presidente della Repubblica per le elezioni politiche e europee; 45 giorni prima della data delle elezioni amministrative) e fino alla chiusura delle operazioni di voto (N.d.R.: in caso di ballottaggio elezione sindaco il 9 giugno 2019), è fatto divieto a tutte le amministrazioni pubbliche di svolgere attività di comunicazione, ad eccezione di quella effettuata in forma impersonale ed indispensabile per l'efficace svolgimento delle proprie funzioni».

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -   

Questo il testo della comunicazione pubblicata sul sito internet del Corecom Emilia Romagna in merito alla "Par condicio" e alle modalità di comunicazione per le pubbliche amministrazioni in periodo elettorale.

In data 25 marzo 2019 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 71 il decreto del Presidente della Repubblica 22 marzo 2019 relativo all'indizione dei comizi elettorali per l'elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia, fissata per il giorno 26 maggio 2019.

A partire dal 25 marzo 2019 sono, pertanto, in vigore le disposizioni di applicazione della normativa in materia di par condicio - previste dalla legge 22 febbraio 2000, n. 28 e s. m. e dal Codice di autoregolamentazione di cui al DM 8 aprile 2004 - che disciplinano i programmi di comunicazione politica, i programmi di informazione, i messaggi politici autogestiti (gratuiti e a pagamento) e i sondaggi politici ed elettorali sulle emittenti radiotelevisive locali.

L'art. 9 della legge n. 28/2000 dispone che: «Dalla data di convocazione dei comizi elettorali (N.d.R.: 25 marzo) e fino alla chiusura delle operazioni di voto (N.d.R.: 26 maggio), è fatto divieto a tutte le amministrazioni pubbliche di svolgere attività di comunicazione, ad eccezione di quella effettuata in forma impersonale ed indispensabile per l'efficace svolgimento delle proprie funzioni».

>> link diretto notizie Corecom Emilia Romagna https://www.assemblea.emr.it/corecom/news/  

Allegati scaricabili: