Comune di Ferrara

lunedì, 22 luglio 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Sul sistema di raccolta rifiuti di Ferrara

Sul sistema di raccolta rifiuti di Ferrara

07-03-2019 / Punti di vista

di Caterina Ferri

Ho letto con piacere le dichiarazioni sui quotidiani di Forlì del capogruppo in consiglio comunale della Lega Nord, Daniele Mezzacapo, che suggerisce di adottare un sistema "rispettoso delle esigenze dei cittadini" in tema di rifiuti, come è successo a Ferrara. Perché quando sono gli avversari a riconoscere i risultati, significa che sono talmente evidenti da non lasciare spazio a strumentalizzazioni politiche. Peccato che invece a Ferrara c'è chi interviene per slogan, palesando la propria ignoranza sul sistema. I ferraresi in questi anni hanno dimostrato il loro senso di responsabilità e l'amore per la città adeguando le loro abitudini e comportamenti per un obiettivo che ci ha consentito di essere riconosciuti come la prima città in Italia per percentuale di raccolta differenziata, un traguardo di cui essere orgogliosi. Tutto questo in un contesto che dal 2014 ad oggi ha visto le tariffe ferme e dal 2018 in calo, calo che proseguirà anche nel 2019. L'incremento della raccolta differenziata ha richiesto un aumento dei servizi, e negli ultimi mesi sono partiti diverse iniziative: lo sportello in centro, l'ecomobile che gira in 41 piazze della città per raccogliere i rifiuti non riciclabili; i centri di raccolta che sono passati da 128 a 164 ore di apertura settimanale e sono aperti anche la domenica; il centro del riuso per gli ingombranti che possono essere riutilizzati. Nei prossimi giorni poi partirà una campagna di comunicazione contro gli abbandoni ed entreranno in funzione le altre 10 foto-trappole che consentiranno di punire chi abbandona. Di tutti questi risultati la Lega nord di Forlì è consapevole, purtroppo dimostrando più conoscenza del territorio di chi vive e lavora a Ferrara

* Assessora all'Ambiente del Comune di Ferrara