Comune di Ferrara

lunedì, 16 luglio 2018

Dove sei: Homepage > Lista notizie > In onore di Rosa Angelini il mercato contadino di domenica 15 maggio

ATTIVITA' PRODUTTIVE - Dalle 9 alle 19 in piazza Castello

In onore di Rosa Angelini il mercato contadino di domenica 15 maggio

12-05-2011 / In primo piano

Madre di una numerosa prole, venditrice ambulante di frutta e verdura, ma soprattutto fervente patriota e volontaria garibaldina durante la terza guerra di Indipendenza. Rosa Angelini, figura femminile tra le più celebri della Ferrara dell'Ottocento, sarà ricordata la prossima domenica 15 maggio con un'edizione speciale del Mercato contadino in piazza Castello, dalle 9 alle 19. L'iniziativa, programmata nell'anniversario della Battaglia di Calatafini del 1860, è stata presentata stamani alla stampa dall'assessore Deanna Marescotti ed è stata organizzata dal Comitato per le celebrazioni del 150° dell'Unità d'Italia e dalla Strada dei vini e dei Sapori, ente gestore del mercato, in collaborazione con l'Assessorato comunale alle Attività Produttive, il Museo civico del Risorgimento e della Resistenza, l'Ascom e il club Ambassador di Ferrara.
"Venditrice nel mercato dell'attuale piazza Trento Trieste, Rosa Angelini è stata - come rievocato da Davide Mantovani del Comitato per le celebrazioni - una dei circa novecento volontari garibaldini ferraresi che nel 1866 accorsero con entusiasmo alla guerra per la conquista del Veneto. E la sua partecipazione al movimento risorgimentale, in quanto donna e popolana è senza dubbio di grande rilevanza storica". Per ricordare le sue gesta, premiate tra l'altro con tre medaglie al valore militare e civile, i clienti del mercato contadino di domenica riceveranno una scheda storica che ripercorre i punti salienti della sua biografia, mentre sui banchi degli espositori non mancheranno le foto che la ritraggono in veste garibaldina.
Ad animare il mercato, come d'abitudine avviene la prima e la terza domenica di ogni mese, saranno una quindicina di produttori agricoli del territorio che, seguendo la filosofia della 'filiera corta' richiamata anche da un'intesa con il Comune, proporranno a ferraresi e turisti frutta, verdura, vino, formaggi e altre specialità in arrivo direttamente dalle loro aziende.
All'iniziativa hanno dato la loro adesione anche una ventina di esercizi commerciali delle vie adiacenti piazza Castello che, per l'occasione, esporranno nei propri spazi le riproduzioni di opere che raffigurano imprese garibaldine.

Di seguito il testo del volantino (a cura degli organizzatori) che sarà distribuito in occasione del mercato contadino di domenica 15 maggio:

Il mercato contadino di Rosa Angelini:
In occasione del 150° anniversario dell'Unità d'Italia, il mercato contadino di Ferrara intende ricordare ed onorare la figura di Rosa Angelini, patriota e venditrice ambulante di frutta e verdura, intitolandole l'edizione odierna. Nata a Ferrara nel 1824, sposata con un soldato pontificio, aveva numerosa figliolanza ed esercitava la sua attività di venditrice ambulante nel mercato di Piazza delle Erbe (attuale Trento e Trieste) ed in altri mercati occasionali. Fervente patriota democratica, simpatizzante per le idee di Mazzini e Garibaldi, nel luglio del 1866 partecipava alla III guerra
di Indipendenza come volontaria garibaldina, in qualità di vivandiera. Conducendo il suo carro trainato da una mula, seguiva le truppe nei vari spostamenti nella zona del Trentino in cui si svolgevano le battaglie del fronte militare affidato a Garibaldi. Durante i combattimenti che avrebbero portato alla vittoria di Bezzecca, l'artiglieria austriaca colpiva il carro portavivande di Rosa, la quale, sopravissuta miracolosamente, non si perse d'animo e si trasformò in
infermiera portando soccorso ai numerosi feriti.
Tornata alla sua professione, sempre fedele alle sue idee, ogni anno, il 19 marzo festa di S. Giuseppe, esponeva nella sua bancarella, che era la prima di Piazza delle Erbe, i ritratti di Mazzini e Garibaldi per celebrare il loro onomastico.
Era sempre in prima fila nelle opere di soccorso e raccolta fondi in occasione di alluvioni, terremoti ed altre calamità naturali tanto da guadagnare, oltre a quelle militari, decorazioni al valor civile.

Alla sua morte, i ferraresi le dedicarono una lapide tombale che così recita:
ROSA ANGELINI / generosa popolana / prese parte alla guerra del 1866 / vivandiera del 9° reggimento / Duce Garibaldi / per atti insigni di valore / militare e civile / onorata di tre medaglie / morì il 4 ottobre 1891 / di anni 67

La sua tomba si trova nella Certosa di Ferrara ed è posta di fronte a quelle di Succi, Parmeggiani
e Malagutti, i tre patrioti mazziniani fucilati dagli austriaci nel 1853.


Scarica il volantino del mercato_rosa_angelini.pdf