Comune di Ferrara

giovedì, 18 luglio 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > "Petizione popolare per il riconoscimento di Fibromialgia": campagna di sostegno

SALUTE - Moduli raccolta firme anche nell'Ufficio protocollo del Municipio (piazza Municipio 2)

"Petizione popolare per il riconoscimento di Fibromialgia": campagna di sostegno

29-04-2019 / Giorno per giorno

Il Comune di Ferrara collaborerà alla campagna di sensibilizzazione della cittadinanza nei confronti della patologia cronica e invalidante della Fibromialgia organizzata nella settimana dal 6 al 12 maggo 2019. In questo periodo, e solo nelle giornate di apertura del Comune, anche all'interno dell'Ufficio Protocollo del Municipio (piazza Municipio 2) saranno disponibili materiali informativi e i fogli per la raccolta firme della "Petizione popolare per il riconoscimento di Fibromialgia (FM), Encefalomielite mialgica benigna (ME/CFS), Sensibilità chimica multipla (MCS)" a cura del Cfu-Comitato Fibromialgici Uniti, sezione di Argenta (Ferrara).

LA SCHEDA a cura degli organizzatori - La Fibromialgia (FM) è una sindrome dolorosa cronica che colpisce i muscoli, i tendini, le fasce, il tessuto adiposo sottocutaneo e la cute, caratterizzata dalla presenza di punti elettivi di dolore chiamati "tender points". Oltre a dolore e stanchezza, il paziente affetto da neuropatia/fibromi algia dorme male: ha un sonno superficiale, tende a svegliarsi una o più volte nel corso della notte.
L'Encefalomielite mialgica, (ME/CFS) o Sindrome da Fatica Cronica, è una patologia cronica che si manifesta con sintomi di spossatezza costante, febbre e la presenza contemporanea di 4 o più dei seguenti sintomi: memoria o concentrazione compromesse, mal di gola, linfonodi cervicali o ascellari tesi, dolore muscolare, dolore a diverse articolazioni, mal di testa, sonno non ristoratore o malessere post-sforzo.
La Sensibilità chimica multipla (MCS) è una malattia causata dall'impossibilità di una persona a tollerare un ambiente o una classe di sostanze chimiche. L'ammalato, se esposto a tali sostanze anche in piccolissime quantità, del tutto innocue per la maggior parte della popolazione, presenta diversi sintomi che possono assumere carattere di urgenza. Le persone affette da MCS usufruiscono con serie difficoltà del Servizio Sanitario Nazionale poiché gli ospedali, gli ambulatori, le stanze di degenza, non sono bonificati da qualsiasi agente chimico irritante, ed il personale medico e paramedico sono impreparati ad accogliere e trattare il paziente affetto da MCS. In Italia la situazione di questi malati è insostenibile e drammatica perché manca un serio progetto di ricerca epidemiologica anche perché, ad oggi, sono poche le Regioni italiane che hanno "riconosciuto" tale gravissima patologia.

(Comunicazione a cura degli organizzatori)