Comune di Ferrara

venerdì, 24 maggio 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Riflessioni artistiche sui cambiamenti naturali pensando all'alluvione del '51

ARTE E AMBIENTE - Dal 22 ottobre al 20 novembre mostre e conferenze in tre spazi storici cittadini

Riflessioni artistiche sui cambiamenti naturali pensando all'alluvione del '51

21-10-2011 / Giorno per giorno

Ricordare una catastrofe avvenuta 60 anni fa per interrogarsi sui mutamenti naturali che potrebbero condizionare il nostro futuro. E' con questo intento che nelle prossime settimane tre spazi storici della città ospiteranno un fitto programma di iniziative dedicate al 60° anniversario dell'alluvione del Polesine (1951-2011) e al cambiamento climatico globale.
Fra il 22 ottobre e il 20 novembre prossimi la Porta degli Angeli, il chiostro di San Paolo e la Sala della Musica faranno infatti da cornice a una serie di esposizioni, video, incontri e conferenze organizzate dalla Rta "Progetto Porta degli Angeli". "Un ricco calendario di appuntamenti - ha sottolineato stamani in conferenza stampa la portavoce della Rta Silvia Casotti - frutto di un lavoro di equipe che è stato condotto dalle sei associazioni della Rta in collaborazione con la Circoscrizione 1 e l'Assessorato all'Ambiente del Comune di Ferrara, con il patrocinio del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, e il prezioso aiuto di una serie di altri soggetti e sponsor"
L'avvio ufficiale del calendario è previsto per sabato 22 con l'inaugurazione alla Porta degli Angeli di 'Tempesta di videoarte' selezione di opere video realizzate dagli studenti dell'Università di Ferrara sui temi dell'iniziativa. Per l'occasione sarà presentata anche un'anteprima della mostra fotografica di scatti storici dell'alluvione che il 3 novembre sarà poi inaugurata al Chiostro di San Paolo, dove rimarrà fino al 20.
Il 5 novembre sarà invece la volta di un secondo progetto espositivo alla Porta degli Angeli, dove il gruppo artistico Basmati presenterà 'Transitcity3AEmilia' riflessione sulle modificazioni urbane e sui cambiamenti climatici che interessano gli spazi abitati. L'esposizione rimarrà aperta al pubblico fino al 14 novembre quando in occasione del finissage, Paolo Sorcinelli e Mihran Tchaprassian presenteranno il loro volume "L'alluvione. l'Italia e il Polesine nel 1951"
I tragici eventi del '51 saranno protagonisti infine di un'ulteriore esposizione, quella in programma nella Sala della Musica di via Boccaleone, che dal 3 al 20 novembre prossimi ospiterà gli scatti fotografici realizzati all'epoca da Vittorino Vicentini. La stessa sala farà poi da cornice anche a una serie di conferenze, tra il 4 e il 18 novembre, dedicate agli effetti dei cambiamenti climatici nel pianeta e nel nostro territorio. "Temi che - come sottolineato dall'assessore comunale Zadro - saranno portati all'attenzione dei cittadini attraverso interventi di esperti che contribuiranno in tal modo a diffondere la cultura della conservazione delle nostre risorse".
Soddisfazione per l'organizzazione dell'iniziativa è stata espressa anche dal presidente del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara Franco Dalle Vacche che ne ha rimarcato il valore non solo come occasione di recupero della memoria, ma anche come momento di diffusione di informazioni su temi di grande attualità e sull'opera dello stesso Consorzio.
Ringraziamenti ai partner del progetto sono stati infine pronunciati dal presidente della Circoscrizione 1 Girolamo Calò che ha ribadito la necessità di "continuare, come in questo caso, a unire le forze e gli intenti delle tante associazioni e soggetti presenti sul territorio per proseguire a fare cultura facendo fruttare al meglio le poche risorse a disposizione".

LA SCHEDA a cura di RTA Progetto Porta degli Angeli

Sabato 22 ottobre 2011, alle 17.30, alla Porta degli Angeli (Ferrara - Rampari di Belfiore, 1) si inaugurerà la serie di iniziative organizzate dalle sei associazioni consociate nella RTA Progetto Porta degli Angeli (Arch'é - Ass. Cult. Nereo Alfieri, Il Cantiere delle Idee chiare e sfuse, Ferrara Video&Arte, ST.ART.47, Stileitalico, Yoruba::diffusione arte contemporanea) sul tema: "60° Anniversario dell'Alluvione del Polesine (1951-2011) e Cambiamento Climatico Globale".
Tutte le iniziative saranno svolte sotto il patrocinio e con la collaborazione del Comune di Ferrara e del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, particolarmente in collaborazione con la Circoscrizione 1 e l'Assessorato alle Politiche Ambientali del Comune di Ferrara, ma anche con il prezioso aiuto di: Centro di Documentazione Storica - Centro Etnografico Ferrarese, Stamperia Comunale, Centro di Studi Etnografici Vittorino Vicentini, Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Ferrara, Comune di Cavarzere, Comune di Adria e di alcuni importanti partner, quali Hera, Assicurazioni Generali, Energy Plus.

Il 14 Novembre 2011 cade, infatti, il 60° Anniversario dell'Alluvione del Polesine. Nel 1951, in piena ricostruzione post-bellica, le acque del fiume Po sconvolgono duramente il territorio Polesano, facendo ripiombare un'intera popolazione nel terrore e nello sconforto, nella povertà e nella miseria. I Comuni colpiti da questa nuova tragedia sono moltissimi. L'intera provincia di Rovigo è completamente sommersa dall'acqua; le successive rotte del Po, nei giorni a seguire, avvenute nei Comuni di Canaro e Occhiobello, così vicini alla città di Ferrara, riversano sul territorio circa otto miliardi di metri cubi d'acqua. Alla dura lotta per la sopravvivenza segue l'esilio di migliaia di persone. Il territorio è irriconoscibile e improvvisamente tutto scompare. Cosa c'è stato e come, chi c'era e non c'è più, è affidato allo stretto ricordo di chi è fortunatamente sopravvissuto e alle immagini di chi ha immortalato quei momenti. Grazie a chi ha documentato quei fatti, è oggi possibile realizzare quell'esercizio di memoria, fondamentale e mai banale, necessario alla collettività per non dimenticare e poter scrivere la storia.
Allo stesso tempo, ricordare oggi l'Alluvione offre anche lo spunto per affrontare argomenti di grandissima attualità, in un mondo sempre più globalizzato, in cui sensibili cambiamenti climatici interessano numerosi e disparati territori del pianeta. Richiamare alla mente come il territorio che ci circonda abbia subito importanti modificazioni a seguito di uno dei più rilevanti eventi naturali del Novecento si configura, dunque, come causa e pretesto per aprire una riflessione ulteriore verso il futuro.

Una serie di esposizioni, video, incontri, conferenze si susseguiranno in un denso programma fra il 22 ottobre e il 20 novembre 2011 in tre sedi della città: la Porta degli Angeli, il chiostrino di S. Paolo e la Sala della Musica.



IL PROGRAMMA COMPLETO

.: PORTA DEGLI ANGELI :.
Rampari di Belfiore 1
orari di apertura
gio. ven. 16.00 > 19.00 | sab. dom. 10.00 > 12.30 | 15.00 > 18.00


INAUGURAZIONE sabato 22 ottobre | h. 17.30
"60° anniversario dell'alluvione del Polesine e Cambiamento Climatico Globale"
a seguire
TEMPESTA DI VIDEOARTE
selezione video
fino a domenica 30 ottobre
Partendo dall'anniversario dei 60 anni dell'alluvione del Polesine e pensando alle catastrofi attuali provocate dal cambiamento climatico globale e dall'uso dissennato delle risorse naturali, gli studenti dell'Università di Ferrara hanno realizzato durante il corso di 'Realizzazione audiovisiva' del prof. Paolo Frignani e supervisionato da Vitaliano Teti, una serie di opere di videoarte nelle quali si ritrovano anche elementi dell'estetica del documentario di creazione.
con anteprima della mostra fotografica:
"1951, SESSANTA ANNI FA. UN'ALLUVIONE CATASTROFICA SOMMERSE IL POLESINE"
Bioaperitivo offerto da TerravivaBio - Biopastoreria


INAUGURAZIONE sabato 5 novembre | h. 17.30
TRANSITCITY3AEMILIA
cosmografie urbane e climatiche
progetto espositivo di BASMATI a.c.
fino a lunedì 14 novembre
Le città emiliano-romagnole sono immaginate e raccontate attraverso il progetto Transitcity3AEmilia come fossero un'unica metropoli estesa; allo scopo di avviare una riflessione sulle modificazioni urbane ed extraurbane, sulla loro percezione, sulla loro sostenibilità e sui conseguenti cambiamenti climatici che interessano gli spazi abitati. Un unico impatto architettonico che annulla le distanze fisiche tra città e città, e racconta le varie realtà urbane come fossero quartieri di una possibile metropoli del futuro. Un futuro, forse, non così poi tanto improbabile nemmeno per la nostra regione.


FINISSAGE lunedì 14 novembre | h. 17.30
Presentazione del volume
"L'ALLUVIONE. L'ITALIA E IL POLESINE NEL 1951"
di Paolo Sorcinelli e Mihran Tchaprassian, Torino, UTET, 2011
Gli autori ne parlano con Roberto Roda, Centro di Documentazione Storica - Centro Etnografico Ferrarese

……………………….

.: CHIOSTRINO DI SAN PAOLO :.
via Boccaleone 19
INAUGURAZIONE giovedì 3 novembre | h. 17.30
"1951, SESSANTA ANNI FA. UN'ALLUVIONE CATASTROFICA SOMMERSE IL POLESINE"
mostra storico-fotografica
fino a domenica 20 novembre
orari di apertura
gio. ven. sab. dom. 16.00 > 19.00

……………………..

.: SALA DELLA MUSICA :.
via Boccaleone 19
INAUGURAZIONE giovedì 3 novembre | h. 17.30
"14 NOVEMBRE 1951 - LA ROTTA DEL PO"
fotografie di Vittorino Vicentini (1919-1996)
a cura di Chiara e David Vicentini
fino a domenica 20 novembre
'Attratto da una forza irresistibile a vedere, a toccar con mano, a fotografare. […] Campagne e case mostravano i segni di una devastazione, di una desolazione apocalittica. […] Il paesaggio appariva ora statico, fissato come in un quadro, ora scombinato, da ricomporre. Senza numero le cose, gli animali, gli uomini fuori dal loro posto abituale. […] Lungo quel percorso non c'era da scegliere. Bisognava scattare e fermare, per gli increduli di domani, bestie annegate - case stalle fienili sventrati - strade sconvolte da voragini inaccessibili - binari contorti e sollevati sulla loro pista sconvolta come da un terremoto'. (V. Vicentini, Diario 1952)
a seguire
concerto con 'La Musica delle Piante' a cura dell'Ass. Damanhur

orari di apertura
gio. ven. sab. dom. 16.00 > 19.00

………………………..

.: CONFERENZE c/o Sala della Musica :.
via Boccaleone 19

- Venerdì 4 novembre | h. 17.15
Limiti biologici e rischio sopravvivenza per la specie Anguilla anguilla
interviene Fernando Gelli
(ittiologo, collaboratore tecnico ARPA Emilia-Romagna)

- Martedì 8 novembre
h. 17.15
Il Po nel clima che cambia
interviene Stefano Tibaldi
(direttore generale ARPA Emilia-Romagna)
h. 18.30
Effetti del cambiamento climatico su alcuni aspetti gestionali del Consorzio di Bonifica
interviene Aldo Bignami
(responsabile del Settore Meteo Irriguo del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara)

- Venerdì 11 novembre | h. 17.15
Variabilità del Clima: cosa ci può insegnare l'Antartide
interviene Andrea Bergamasco
(CNR - ISMAR, Venezia)

- Martedì 15 novembre | h. 17.15
Allagamenti ed alluvioni: la gestione dell'emergenza
interviene Cristiano Cusin
(comandante provinciale VV.FF. di Ferrara)

- Venerdì 18 novembre | h. 17.15
La ricaduta dei cambiamenti climatici sulla qualità delle risorse idriche del Delta del Po
interviene Carmela Vaccaro
(Università di Ferrara, Dipartimento di Scienze della Terra)


Info:
RTA "Progetto Porta degli Angeli"- www.portadegliangeli.org - info@portadegliangeli.org - 338.8627075



scarica la locandina_60mo_anniversario_alluvione.pdf

e il pieghevole_60mo_anniversario_alluvione.pdf