Comune di Ferrara

lunedì, 01 marzo 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > "L'Addizione Erculea nella cinematografia contemporanea": la Ferrara di Biagio Rossetti vista dai registi

BENI MONUMENTALI - Sabato 17 dicembre alle 16.30 al cinema Boldini di Ferrara

"L'Addizione Erculea nella cinematografia contemporanea": la Ferrara di Biagio Rossetti vista dai registi

12-12-2016 / Giorno per giorno

Si è tenuta lunedì 12 dicembre nella sala degli Arazzi della residenza municipale, una conferenza stampa per presentare l'appuntamento culturale dal titolo "L'Addizione Erculea nella cinematografia contemporanea", in programma sabato 17 dicembre alle 16.30 al cinema Boldini di Ferrara.

L'iniziativa, a ingresso gratuito, è promossa dal "Comitato Tecnico-Scientifico per le celebrazioni del cinquecentenario della morte di Biagio Rossetti" in collaborazione con Assessorato ai Lavori Pubblici e Beni Monumentali del Comune di Ferrara, Università degli Studi di Ferrara, associazione De Humanitate Sanctae Annae, Italia Nostra (sezione di Ferrara), Ferrariae Decus e Arci Ferrara.

A'incontro di presentazione sono intervenuti l'assessore ai Lavori Pubblici Aldo Modonesi, il presidente del Comitato per le celebrazioni rossettiane Francesco Ceccarelli, il responsabile Ufficio comunale Ricerche Storiche Francesco Scafuri, il docente di Unife Carlo Magri, lo storico Paolo Sturla Avogadri, Natascia Frasson (Servizio Beni Monumentali del Comune), Michele Pastore (Ferrariae Decus) e Massimo Masotti (De Humanitate Sanctae Annae).

 

LA SCHEDA (a cura degli organizzatori) - L'Addizione Erculea nella cinematografia contemporanea. La Ferrara di Biagio Rossetti vista dai grandi registi

Al Cinema Boldini un pomeriggio per raccontare con le immagini la "prima città moderna d'Europa"

Sabato 17 dicembre 2016 ore 16.30 al Cinema Boldini (via Previati, 18 - Ferrara), i cittadini sono invitati ad assistere alle suggestive e affascinanti proiezioni nell'ambito dell'iniziativa culturale dal titolo: "L'Addizione Erculea nella cinematografia contemporanea. La Ferrara di Biagio Rossetti vista dai grandi registi". L'appuntamento è promosso dal "Comitato Tecnico-Scientifico per le celebrazioni del cinquecentenario della morte di Biagio Rossetti" e dall'Assessorato ai LL.PP. e Beni Monumentali del Comune di Ferrara, in collaborazione con Università degli Studi di Ferrara, Associazione De Humanitate Sanctae Annae, Italia Nostra (sezione di Ferrara), Ferrariae Decus e Arci Ferrara.

L'iniziativa, ad ingresso gratuito, prevede la proiezione del video di Carlo Magri "Omaggio a Biagio Rossetti", un appassionante filmato che documenta come i grandi Maestri del cinema italiano abbiano saputo creare, nelle loro opere, magiche ed emozionanti atmosfere nei luoghi dell'Addizione Erculea, quali Corso Ercole I d'Este, il Quadrivio, Piazza Ariostea, la Certosa e le Mura, esempi di singolare bellezza che mettono in risalto le capacità progettuali dell'architetto ducale Biagio Rossetti (1447 circa - 1516) e la lungimiranza degli Estensi.

La video-lezione di Magri vuole testimoniare, quindi, l'utilizzo delle 'locations' nella Ferrara rinascimentale come affascinanti palcoscenici in molti film, girati nel corso del Novecento e fino ai nostri giorni. Sullo sfondo delle sequenze cinematografiche di grandi registi (da Vittorio De Sica a Michelangelo Antonioni, passando per Florestano Vancini e Giuliano Montaldo), si vedono sotto una luce sempre nuova alcune strade e diversi edifici quattro-cinquecenteschi dell'area a nord del Castello Estense, ma anche palazzi di epoche successive, ormai parte integrante di quella porzione di centro storico che, dal secondo dopoguerra ad oggi, ha costituito un set irrinunciabile per tanti cineasti.

Tante le curiosità che si possono cogliere in alcuni film realizzati nel secolo scorso: dalla pavimentazione in ciottoli di corso Biagio Rossetti (ormai da decenni sostituita dall'asfalto), alla vecchia "Caserma Gorizia" di Corso Ercole I d'Este (demolita nel 1969), fino ad un'incredibile documentazione delle mura settentrionali prima dei restauri, completamente invase dalla vegetazione esuberante.

Il filmato di Carlo Magri sarà preceduto dal breve documentario "Ferrara prima città moderna" (1962), per la regia di Fabio Medini e con riprese aeree di Paolo Sturla Avogadri, grazie al quale si potrà scoprire una città per molti aspetti inedita, ricca di immagini evocative che nei ferraresi più anziani richiameranno alla memoria i tempi passati, mentre i giovani potranno riscoprire la magia di strade e piazze viste con un'ottica diversa.

Saranno presenti il Sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani, Francesco Ceccarelli (docente Unife e presidente del Comitato per le celebrazioni rossettiane) e Carlo Magri (docente Unife), che introdurranno l'evento.

(Scheda a cura dell'Ufficio Ricerche Storiche, Servizio Beni Monumentali-Centro Storico, Comune di Ferrara). Per info: f.scafuri@comune.fe.it; m.moggi@comune.fe.it

 

Immagini scaricabili: