Comune di Ferrara

mercoledì, 20 giugno 2018

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Una visita serale celebra la riapertura del rinnovato Lapidario civico

LAPIDARIO CIVICO - Giovedì 13 giugno dalle 21 ingresso gratuito alla collezione di via Camposabbionario

Una visita serale celebra la riapertura del rinnovato Lapidario civico

11-06-2013 / In primo piano

Completati i lavori di messa in sicurezza e ripristino della chiesa di Santa Libera (via Camposabbionario 1) il Lapidario Civico riapre i battenti, dotato di un nuovo apparato didascalico che ne consente migliore comprensione e più ampia fruizione.
L'avvenimento verrà celebrato giovedì 13 giugno con un'apertura speciale ad ingresso gratuito dalle 21 alle 23,30 e nell'occasione la curatrice della raccolta Maria Teresa Gulinelli illustrerà gli aspetti più salienti dell'importante collezione epigrafica.

La restituzione al pubblico di questa sede, che costituisce parte integrante del percorso espositivo dell'adiacente Museo Schifanoia, rappresenta un altro significativo passo verso la ricostruzione del complesso espositivo dei Musei di Arte Antica, compromesso in modo rilevante dal sisma del 2012. Il recupero, interamente condotto dall'Amministrazione Comunale è stato realizzato grazie all'intervento del Servizio Beni Monumentali e del Servizio Edilizia.

La raccolta lapidaria, nata in seno all'Università nel 1735, è il primo museo pubblico istituito in città e rappresenta un'insostituibile fonte di informazione storica e artistica; i marmi esposti documentano il popolamento del territorio del delta in età romana, presentano notevoli aspetti di carattere artistico e testimoniano la vivacità culturale della Ferrara del XVIII secolo.
Per agevolare l'accesso dei visitatori a questo straordinario potenziale informativo e didattico, superando le difficoltà di approccio con un museo epigrafico di complessa lettura, sono stati predisposti una serie di pannelli dalla curata e gradevole veste grafica, ideati e disegnati da Giuliana Grande; questo apparato offre le didascalie dei reperti esposti ed inoltre una serie di approfondimenti che mettono a fuoco una selezione di opere significative.

(a cura dei Musei Civici d'Arte Antica)

 

Immagini scaricabili:

Lapidario civico