Comune di Ferrara

venerdì, 30 settembre 2016

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Fino a fine marzo le limitazioni alla viabilità per migliorare la qualità dell'aria

LIBERIAMO L'ARIA - Giovedì 31 ultimo giorno di validità dell'ordinanza del Comune di Ferrara

Fino a fine marzo le limitazioni alla viabilità per migliorare la qualità dell'aria

30-03-2016 / Giorno per giorno

E' fissato per giovedì 31 marzo l'ultimo giorno di validità delle limitazioni per la circolazione in città dei veicoli maggiormente inquinanti, previste dal Comune di Ferrara con un'ordinanza adottata nell'ambito del Piano Aria Integrato Regionale (PAIR) Emilia Romagna ed entrata in vigore il 4 ottobre scorso.

Le limitazioni sono in vigore nel centro abitato di Ferrara dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 18,30, oltre che nelle prime domeniche del mese.

L'ordinanza contiene l'indicazione di una serie di itinerari stradali esclusi dai divieti di circolazione, oltre a una serie di deroghe relative a veicoli utilizzati per determinati tipi di servizi e trasporti. 

Tra i mezzi esclusi dall'obbligo di rispetto delle limitazioni, oltre agli "autoveicoli con almeno tre persone a bordo (car-pooling) se omologate a quatto o più posti oppure con almeno 2 persone a bordo se omologati a 2/3 posti", figurano anche quelli "utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili e indifferibili per la cura di malattie gravi o per visite e trattamenti sanitari programmati in grado di esibire la relativa certificazione medica e attestato di prenotazione della prestazione sanitaria"; quelli "diretti agli istituti scolastici per l'accompagnamento degli alunni di asili nido, scuole materne, elementari e medie inferiori, muniti di attestato di frequenza o di autocertificazione indicante l'orario di entrata e di uscita, limitatamente ai 30 minuti prima e dopo tale orario"; e quelli "appartenenti a persone il cui ISEE sia inferiore alla soglia di 14.000 €, non possessori di veicoli esclusi dalle limitazioni, nel limite di un veicolo ogni nucleo familiare, e regolarmente immatricolati e assicurati, e muniti di autocertificazione".

>> In allegato a fondo pagina la tabella delle tipologie di veicoli interessate dai divieti <<

[Da Cronacacomune dell'1 ottobre 2015]

Questo il testo dell'ordinanza dell'1 ottobre 2015 che stabilisce le limitazioni della circolazione dei veicoli relative alle tipologie dei motori e le giornate di limitazione parziale o totale del traffico veicolare. 

 (...)

 O R D I N A

Il rispetto dei seguenti obblighi, divieti e limitazioni secondo le seguenti modalità :

A) Su tutta l l'area del centro abitato di "Ferrara" dal 04/10/2015 fino al 31/03/2016, compresi, nella fascia oraria dalle 8.30 alle 18.30:

- nelle giornate di lunedì, martedì, mercoledì, giovedì e venerdì, divieto di circolazione dinamica per tutti i veicoli a motore eccetto:

1) con accensione comandata (benzina) omologati Euro 2 o successive (conformi direttive 91/542, 94/12 o successive )

2) con accensione spontanea (diesel ) categoria M1 omologati Euro 4 o successive (conformi direttiva 98/69/CE B o successive),

3) con accensione spontanea (diesel ) categorie M2, M3, N1, N2, N3 omologati Euro 3 o successive (conformi direttive 98/69 o successive ),

4) ciclomotori e motocicli omologati Euro 1 o successive (conformi direttiva 97/24/CE e successive).

Il provvedimento (punto A limitazioni da lunedì a venerdì) non si attua nelle giornate festive di martedì 08/12/2015, venerdì 25/ 12/2015, venerdì 01/01/2016, mercoledì 06/01/2016.

B) Su tutta l'area del centro abitato di "Ferrara " nei periodi dal 04/10/2015 al 31/03/2016 nella fascia oraria dalle 8.30 alle 18.30,

- nelle prime domeniche del mese e più precisamente nella giornata del 04/10/2015 e, salvo diversa programmazione che sarà concordata con le associazioni di categoria, nelle giornate di domenica 01/11/2015, 06/12/2015, 07/02/2016, 06/03/2016 e nella seconda domenica del mese di gennaio e precisamente il 10/01/ 2016, divieto di circolazione dinamica per tutti i veicoli a motore eccetto:

1) con accensione comandata (benzina) omologati Euro 2 o successive (conformi direttive 91/542, 94/12 o successive )

2) con accensione spontanea (diesel ) categoria M1 omologati Euro 4 o successive (conformi direttiva 98/69/CE B o successive ),

3) con accensione spontanea (diesel) categorie M2, M3, N1, N2, N3 omologati Euro 3 o successive (conformi direttive 98/69 o successive ),

4) ciclomotori e motocicli omologati Euro 1 o successive (conformi direttiva 97/24/CE e successive).

 

O R D I N A  I N O L T R E

C)

1. In caso di picchi di inquinamento che comportino lo sforamento del valore limite giornaliero del PM10 per più di 7 giorni consecutivi, trovano applicazione le misure emergenziali di seguito elencate, nel periodo dal 1 ottobre al 31 marzo.

2. Se in seguito alle verifiche effettuate da ARPA il martedì, individuato quale giorno di controllo, si dovesse evidenziare che nei 7 giorni precedenti si è avuto lo sforamento continuativo del valore limite giornaliero di 50 µg/m3 di PM10, rilevato dalle stazioni della rete regionale di monitoraggio nel territorio di una o più province, è prevista automaticamente la limitazione della circolazione nelle aree urbane dei Comuni capoluogo e dei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti della Provincia nella quale si sono verificati i superamenti, nella domenica successiva al giorno di controllo, secondo le modalità previste alla tabella 9.1.2 della relazione generale di Piano e nelle aree previste nella Delibera di Giunta 28 settembre 2015, n. 1392.

3. Qualora i superamenti di cui al punto precedente perdurino per ulteriori 7 giorni consecutivi nella stessa o in un'altra provincia, i provvedimenti di limitazione della circolazione, di cui al punto precedente, saranno estesi alle aree urbane di tutti i Comuni capoluogo e dei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti per tutti i veicoli a motore eccetto:

1) con accensione comandata (benzina) omologati Euro 2 o successive (conformi direttive 91/542 542, 94 94/12 o successive )

2) con accensione spontanea (diesel ) categoria M M1 omologati Euro 5 o successive (conformi direttiva 2005 2005/55 55/CE B B2 o successive ),

3) con accensione spontanea (diesel ) categorie M M2, M3, N1, N2, N3 omologati Euro 3 o successive (conformi direttive 98 98/69 o successive ),

4) ciclomotori e motocicli omologati Euro 1 o successive (conformi direttiva 97/24 24/CE e successive ).

Tali limitazione sono mantenute fino al rientro nel valore limite di qualità dell'aria per il PM 10.

Dell'attivazione di tali misure emergenziali è data notizia mediante pubblici avvisi, ai sensi della normativa vigente .

 

Sono esclusi dal divieto di circolazione di cui ai precedenti punti A ), B) e C) i seguenti veicoli:

- autoveicoli con almeno tre persone a bordo (car-pooling) se omologate a quatto o più posti oppure con almeno 2 persone a bordo se omologati a 2/3 posti,

- elettrici o ibridi dotati di motore elettrico ,

- funzionanti a metano o GPL,

- autoveicoli immatricolati come autoveicoli per trasporti specifici ed autoveicoli per usi speciali, come definiti dall'art. 54 comma 2 del Codice della Strada e dall'art. 203 del Regolamento di Esecuzione e Attuazione del Codice della Strada;

 

I seguenti itinerari stradali sono esclusi dai divieti di cui ai precedenti punti A ), B) e C):

  •  via Ferraresi
  • via Veneziani

  • via Bologna (dall'inizio del Centro Abitato alla via Darsena)

  • via Ravenna

  • via Beethoven

  • via della Fiera

  • via Pomposa (dall'inizio del C.A. a P. le Medaglie d'Oro)

  • P.le Megaglie d'Oro

  • via Caretti

  • via Pontegradella (dall'inizio del C.A. a via Caretti)

  • via Comacchio

  • via Modena (dall'inizio del C.A. a via del Lavoro)

  • via del Lavoro

  • via Maverna

  • via Rita Levi Montalcini

  • via Schiavoni

  • via Arginone (da via Schiavoni a rotatoria di via Trenti)

  • via Trenti

  • via Bonzagni

  • via Marconi

  • via Michelini

  • via Levi (da rotatoria di via Eridano al cartello di C.A.)

  • via Eridano (da inizio C.A. di Ferrara a via Modena)

  • via Roiti

  • Via Barucchello (da via Padova all'ingresso Centro Grossisti Diamante)

  • Via Copparo

  • Via Carli

  • Via dei Calzolai

  • Rotatoria P.le San Giovanni

  • Rampari di san Rocco

  • Rampari di san Paolo

  • C.so Isonzo (da via Darsena a Rampari di san Paolo)

  • Via Pannonio

  • Via Bacchelli

  • Via Canapa

  • Via Azzo Novello

  • via Orlando furioso (da via A.Novello a via Leopardi)

  • via Leopardi

  • via Parini

  • via Arianuova (da via Parini all'ingresso del parcheggio Diamanti)

  • Via Porta Catena (da via canapa a p.le dei Giochi e Palazzo delle Palestre)

  • Via Gramicia

  • Via F.lli Rosselli

  • Via Bentivoglio (da via F.lli Rosselli a via Maragno)

  • Via Maragno (da via Bentivoglio a via Padova)

  • Via Darsena

  • Viale Volano

  • Via San Giacomo da rotatoria di via Darsena a via Saragat)

  • C.so Porta Po

  • C.so Biagio Rossetti

  • Via Porta Mare

  • Via Pavone

  • Area di parcheggio "Centro Grossisti Diamante"

  • Area di parcheggio Rivana

  • Area di parcheggio "via Volano"

  • Area di parcheggio "p.le dei Giochi"

  • Area di parcheggio "Palazzo delle Palestre"

  • Area di parcheggio su strada Rampari San Paolo

  • Area di parcheggio su strada Rampari San Rocco

  • Area di parcheggio "ex MOF"

  • Parcheggio in struttura via del Lavoro

  • Parcheggio in struttura "Diamanti"

  • Parcheggio in struttura "Centro Storico"

 

Le limitazioni alla circolazione di cui alla presente ordinanza non riguardano :

1) veicoli di emergenza e di soccorso;

2) veicoli in servizio pubblico, appartenenti ad Aziende che effettuano interventi urgenti e di manutenzione sui servizi essenziali (esempio gas, acqua, energia elettrica, telefonia);

2 a) veicoli attrezzati per il pronto intervento e la manutenzione di impianti elettrici, idraulici, termici, della sicurezza e tecnologici in genere, per interventi di accessibilità all'abitazione ed il soccorso stradale,

3) veicoli di sicurezza pubblica ;

4) veicoli di lavoratori in turno in ciclo continuo o doppio turno, residenti o con sede di lavoro nella zona interessata dai provvedimenti, limitatamente ai percorsi casa lavoro per turni con inizio e/o fine in orari non coperti dal servizio di trasporto pubblico di linea. I lavoratori interessati dovranno essere muniti di certificazione, rilasciata dal datore di lavoro attestante la tipologia e l'articolazione dei turni e l'effettiva turnazione;

4 a) veicoli di operatori in servizio di reperibilità con certificazione del datore di lavoro .

5) carri funebri e veicoli al seguito;

6) veicoli appartenenti ad Istituti di vigilanza ;

6 a) veicoli utilizzati dagli Ufficiali Giudiziari;

7) veicoli per trasporto persone immatricolate per trasporto pubblico (taxi, noleggio con conducente con auto e/o autobus, autobus di linea, scuolabus, ecc.)

8) veicoli a servizio di persone invalide provvisti di contrassegno "H" (handicap);

9) veicoli utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili e indifferibili per la cura di malattie gravi o per visite e trattamenti sanitari programmati in grado di esibire la relativa certificazione medica e attestato di prenotazione della prestazione sanitaria;

9 a) veicoli utilizzati per il trasporto di persone dimesse da strutture ospedaliere con apposito certificato ;

9 b) veicoli utilizzati dai donatori di sangue nella sola giornata del prelievo per il tempo strettamente necessario da/per la struttura adibita al prelievo;

10) veicoli di paramedici e assistenti domiciliari in servizio di assistenza domiciliare con attestazione rilasciata dalla struttura pubblica o privata di appartenenza , veicoli di medici/veterinari in visita domiciliare urgente muniti di contrassegno rilasciato dal rispettivo ordine ;

11) veicoli adibiti al trasporto di farmaci e prodotti per uso medico (gas terapeutici, ecc.);

12) veicoli adibiti al trasporto di prodotti deperibili (frutta, ortaggi, carni e pesci, fiori, animali vivi, latte e/o liquidi alimentari, latticini, sementi, ecc.);

13) veicoli in servizio di smaltimento rifiuti ed a tutela igienico ambientale ;

14) veicoli adibiti allo spurgo di pozzi neri o condotti fognari ,

15) adibiti al trasporto di giornali , quotidiani e periodici;

16) veicoli che trasportano attrezzature e merci per il rifornimento di ospedali , scuole, mense, cantieri;

17) veicoli di autoscuole muniti di logo identificativo, durante lo svolgimento delle esercitazioni di guida (almeno due persone a bordo);

18) veicoli a servizio del recapito/raccolta postale ed assimilati, come attestato dall'Ente o dalla Ditta che esercita il servizio;

19) veicoli a servizio di operatori del commercio su area pubblica, per i soli spostamenti da/per le aree mercatali assegnate previa compilazione di apposito modulo ;

20) veicoli diretti agli istituti scolastici per l'accompagnamento degli alunni di asili nido, scuole materne, elementari e medie inferiori, muniti di attestato di frequenza o di autocertificazione indicante l'orario di entrata e di uscita, limitatamente ai 30 minuti prima e dopo tale orario;

21) veicoli appartenenti a persone il cui ISEE sia inferiore alla soglia di 14.000 €, non possessori di veicoli esclusi dalle limitazioni, nel limite di un veicolo ogni nucleo familiare, e regolarmente immatricolati e assicurati, e muniti di autocertificazione;

22) veicoli di interesse storico e collezionistico, di cui all'art. 60 del Nuovo Codice della Strada, iscritti in uno dei seguenti registri: ASI, Storico Lancia, Italiano Fiat, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI, limitatamente alle manifestazioni organizzate;

23) veicoli diretti alla revisione purché muniti di documentazione che attesti la prenotazione;

24) veicoli al servizio delle manifestazioni regolarmente autorizzate e veicoli di operatori economici che accedono o escono dai posteggi dei mercati settimanali o delle fiere autorizzate dall'Amministrazione comunale;

25) veicoli a servizio di persone soggiornanti presso le strutture di tipo alberghiero site nelle aree delimitate, esclusivamente per arrivare/partire dalla struttura medesima, dotati di prenotazione, oppure facendo pervenire al Corpo di Polizia Municipale, nei dieci giorni successivi, apposita attestazione vistata dalla struttura ricettiva, ovvero copia della fattura in cui risultino intestatario e targa del veicolo rilasciata dalla suddetta struttura, a condizione che la stessa sia situata all'interno del Comune;

26) autocarri di categoria N2 e N3 (autocarri aventi massa massima superiore a 3,5 tonnellate) limitatamente al transito dalla sede operativa dell'impresa titolare del mezzo alla viabilità esclusa dai divieti e viceversa;

27) mezzi di cantiere a servizio della ricostruzione degli edifici danneggiati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012, limitatamente ai percorsi dalla sede della ditta al cantiere, con attestazione rilasciata dal datore di lavoro o autocertificazione, nel caso di lavoratori autonomi, indicante la sede del cantiere e la natura dell'intervento.

 

C O N F E R M A  L A  V A L I D I T A '

Per consentire l'attività di controllo degli organi addetti alla vigilanza è fatto obbligo di esporre in modo ben visibile i contrassegni e di esibire, su richiesta, agli organi addetti alla vigilanza, le certificazioni indicati ai punti precedenti.

L'uso improprio del contrassegno o certificazione ne comporta il ritiro .

L' inosservanza delle prescrizioni di cui alla presente ordinanza è punita con sanzione amministrativa mediante pagamento della somma prevista dall'Art. 7 co. 13 bis del D.Lgs. 30.04.1992 n. 285 (Codice della Strada) e successive modificazioni.

 

D I S P O N E

Che i veicoli in servizio pubblico di linea , nel periodo di sosta ai capolinea, indipendentemente dal protrarsi nel tempo della medesima e dalla presenza a bordo del conducente o di passeggeri, provvedano allo spegnimento del motore. La partenza del veicolo dal capolinea deve essere immediatamente successiva all'accensione del motore.

 

S O S P E N D E

Ogni altra disposizione in contrasto con la presente ordinanza nel periodo suindicato .

 

D I S P O N E  I N O L T R E

Che il presente provvedimento venga reso noto a tutti i cittadini e agli enti interessati anche attraverso gli organi di informazione per garantirne la tempestiva divulgazione .

Ferrara, 01/10/2015

Links:

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: