Comune di Ferrara

venerdì, 21 luglio 2017

Dove sei: Homepage > Lista notizie > "Uno, nessuno e 10.000": i cittadini parlano di economia (calendario incontri)

ECONOMIA ETICA E SOLIDALE - A cura del Gruppo Economia Ferrara. Scheda e dichiarazione di realtà

"Uno, nessuno e 10.000": i cittadini parlano di economia (calendario incontri)

10-12-2016 / A parer mio

"Uno, nessuno e 10.000", percorso civile di conoscenza delle dinamiche economiche

 

Prossimi incontri in calendario (partecipazione libera):

- Sabato 17 giugno 2017 ore 15 - Agire Sociale CSV - Via Ravenna, 52 - Ferrara (FE)

- Venerdì 30 giugno 2017 ore 18 - Agire Sociale CSV - Via Ravenna, 52 - Ferrara (FE)

 

[da Cronacacomune.it del 15-1-2016] Il 9 gennaio 2016 è stato ufficialmente avviato nella sede di Emmaus a San Nicolò di Ferrara il progetto promosso dal Gruppo Cittadini Economia "Uno, nessuno e 10.000". Previsti dai promotori diciotto incontri in diciotto mesi nel territorio ferrarese, in cui poter ascoltare relazioni e conversazioni civili su come uno Stato potrebbe e dovrebbe funzionare in materia di politica economica e monetaria, effettuando scelte che soddisfano i bisogni dei cittadini. "Un modo di riprendere collettivamente lo spazio per pensare, ragionare e decidere - affermano gli organizzatori - diffondendo una chiave di lettura dell'economia che aiuta a individuare le ragioni delle attuali decisioni politico-economiche così lontane dai bisogni delle persone, che aumentano la disoccupazione, che diffondono cultura della scarsità e sofferenza; che aiuta a capire chi e perchè è favorito da questa situazione".

Lo scopo dei promotori è raggiungere 10.000 cittadini ferraresi che abbiano gli strumenti per leggere e interpretare queste dinamiche economiche e che possano affermare "noi sappiamo" e "non siamo soli". La partecipazione agli incontri è gratuita. Per uteriori informazioni su "Uno, nessuno, 10.000" inviare email a gruppoeconomia.fe@gmail.com.

Ai partecipanti agli incontri viene proposto di aderire alla "Dichiarazione di realtà", una sorta di manifesto elaborato dal Gruppo Cittadini Economia, che sintetizza i principi economici base approfonditi dai partecipanti alle attività del gruppo in quattro anni di incontri, seminari e conversazioni che hanno coinvolto economisti, amministratori e studiosi della materia.

 

>> GLI INCONTRI del 2016: sab. 9 gennaio sede di Emmaus a San Nicolò di Ferrara; sab. 13 febbraio sede Ass.Ricostruttori, Cascina S.Caterina (S.Martino-FE); sab. 12 marzo, nella sede del Centro Servizi Volontariato Agire Sociale, via Ravenna 52 (ingresso su via Ferrariola) a Ferrara; sab. 9 aprile alle 15, nella sala incontro della Parrocchia di S.francesca Romana, via XX Settembre 47 a Ferrara; sab. 16 aprile alle 15 Auditorium via Amendola 29, Santa Maria Maddalena (RO); dom. 15 maggio alle 15 Circolo Ragno Azzurro, via A. Gramsci Massafiscaglia (Fiscaglia-FE); gio. 9 giugno ore 16 sala incontri S.Francesca Romana (FE); sab. 9 luglio 2016 ore 15.15 sala incontri sede Ass.Ricostruttori, Cascina S.Caterina (S.Martino-FE); sabato 8 ottobre 2016 ore 15.30 sala incontri Urban Center "I sogni" via del Lavoro 4, Tresigallo (FE); sabato 5 novembre 2016 ore 14.30 Parrocchia S.Antonio di Padova, viale della Cittadella - Modena; martedì 6 dicembre 2016 alle 20,30 nella sede di Agire Sociale - CSV Ferrara Via Ravenna, 52, 44124 Ferrara FE; sabato 10 dicembre 2016 ore 15 "Il Bosco Officinale" via Comunale per Goro 3/a, Mesola - FE; sabato 21 gennaio alle 15 nella sede di Agire Sociale - CSV Ferrara Via Ravenna, 52, 44124 Ferrara FE; sabato 4 febbraio 2017 ore 15 - La Locanda di San Dalmazio - Strada Provinciale, 67 - San Dalmazio (MO); sabato 11 febbraio 2017 ore 14,30 - Biblioteca Comunale - Strada Marcavallo, 35 - Ostellato (FE); sabato 11 marzo 2017 ore 15 - Agire Sociale CSV - Via Ravenna, 52 - Ferrara (FE); sabato 8 aprile 2017 ore 15 - Agire Sociale CSV - Via Ravenna, 52 - Ferrara (FE); sabato 13 maggio 2017 ore 15 - Agire Sociale CSV FE; domenica 4 giugno 2017 ore 10-18 - Cohousing Solidaria; ...

 

 

>> LA PROPOSTA - Dichiarazione di Realtà (a cura del Gruppo Economia Ferrara)

IO SO che uno Stato sovrano, con sovranità monetaria può emettere moneta fiat. Questa moneta è un "bene" comune. La moneta così creata dallo Stato è emessa come unità di misura della ricchezza reale di una nazione. Pertanto all'aumentare della ricchezza reale di una nazione (risorse naturali e operosità dei cittadini) occorrerà aumentare la quantità di moneta. Se lo Stato chiede la moneta ai mercati finanziari si indebita e indebita i propri cittadini, se invece la crea fa emissione monetaria (a beneficio dei cittadini, senza creare debito): questa operazione si chiama spesa a deficit ed è la ricchezza finanziaria dei cittadini.

Questa moneta creata dallo Stato è nuova ricchezza finanziaria per cittadini e imprese e si può definire "Accredito pubblico".

La quantità di moneta da emettere è in funzione della quantità di lavoro disponibile dei cittadini, della quantità di beni prodotti, della quantità di servizi erogati ed erogabili e della quantità di risparmio che si decide che i cittadini abbiano. Pertanto in uno Stato con il potere di emettere moneta l'imposizione fiscale ha come scopo principale quello di avviare il circuito monetario e regolare la "Domanda Aggregata" di beni e servizi; le tasse non servono a reperire le risorse monetarie per finanziare la spesa pubblica (investimenti in sanità, istruzione e ricerca, infrasrtutture, cultura, ecc). Infatti uno Stato così organizzato prima emette moneta poi (se e quando occorre) esercita il potere di imposizione fiscale.

Tale Stato permette al Governo di avere a disposizione la quantità necessaria di moneta da emettere per garantire: 

- stabilità dei prezzi
- piena occupazione
- piena attività delle imprese
- tutela dei diritti di ogni persona e sostegno delle categorie più vulnerabili

 

IO SO che la volontà di raggiungere questi diritti e obiettivi in uno Stato sovrano è unicamente una volontà politica. Qualsiasi persona affermi che ciò non è raggiungibile per problemi economici e finanziari, MENTE o IGNORA come funziona uno Stato con potere di emissione monetaria.

Pertanto da oggi: TOLGO IL MIO CONSENSO a qualsiasi governo, associazione, organizzazione, partito o persona che non metta come priorità assoluta la riforma del sistema monetario, impedendo alla comunità di raggiungere la PIENA OCCUPAZIONE, STABILITÀ DEI PREZZI, PIENA ATTIVITÀ DELLE IMPRESE E PIENA TUTELA DEI DIRITTI DELLE PERSONE, in particolare delle persone più vulnerabili

 

CONDIVIDO quanto sopra scritto con amici, per creare le condizioni affinché la mia nazione (e tutte le nazioni) e in particolare le generazioni future possano godere di un Stato e di un mondo libero dal "debito pubblico", libero da interessi e libero, quindi, dal controllo del sistema finanziario

CREO INSIEME AI MIEI CONCITTADINI le condizioni affinché la vera ricchezza sia la nostra operosità, le risorse della nostra nazione, la nostra creatività e la cooperazione con le altre nazioni e la moneta torni ad essere una semplice unità di misura creata, controllata ed emessa dallo Stato e non presa a noleggio dai "mercati finanziari", in pratica la moneta torni ad essere un bene comune di nostra proprietà.

 

>> LA SCHEDA del Gruppo Cittadini Economia Ferrara

Il Gruppo Cittadini Economia Ferrara si costituisce nel 2010 su iniziativa di Claudio Bertoni (ex presidente Commercio Alternativo) e Gianni Belletti (Comunità Emmaus, San Nicolò - FE) e raccoglie cittadini di diversa formazione ed esperienza associativa, culturale e politica. Dal 2011 il Gruppo si riunisce una volta alla settimana per approfondire i temi dell'economia e della finanza, per organizzare iniziative pubbliche, incontrare esperti del settore, proporre modelli di divulgazione rivolta ai cittadini.
Ad oggi sono stati organizzati con autofinanziamento 45 incontri a Ferrara e provincia del format comunicativo "L'Altra faccia della Moneta", insieme a conferenze e seminari a Ferrara e in altre città. Il Gruppo ha prodotto e realizzato 2 spettacoli di teatro civile. Tutte le attività proposte hanno visto la partecipazione diretta di oltre 4mila cittadini.

Questi i nomi di economisti, docenti universitari, ricercatori ed esperti del settore economico e legale che hanno svolto relazioni nelle iniziative organizzate o collaborato con il gruppo: Nino Galloni, Giulio Sapelli, Marco Cattaneo, Giovanni Zibordi, Bruno Amoroso, Francesco Gesualdi, Warren Mosler, Paolo Rossi Barnard, Marco Mori, Giuseppe Palma, ...

Dal 2014 il Gruppo Cittadini Economia utilizza pagine internet (sito e social network Facebook) attraverso le quali diffonde materiale, studi, articoli, approfondimenti e appuntamenti.

Link utili:

http://gecofe.blogspot.it/ 

http://www.noisappiamo.it/  

http://www.claudiopisapia.info

http://www.finanzafunzionale.it/

https://www.facebook.com/GruppoEconomiaFerrara/?fref=ts

In gran parte delle iniziative il Gruppo ha chiesto e ottenuto insieme a Emmaus il patrocinio del Comune di Ferrara, consentendo l'utilizzo di sale pubbliche per incontri, seminari e spettacoli. 
Attualmente il Gruppo Cittadini Economia Ferrara (o più semplicemente G.ECO.FE Gruppo Economia Ferrara) sta organizzando e promuovendo una serie di incontri divulgativi dal titolo "Uno, nessuno e 10mila" nel corso dei quali condivide con i partecipanti un percorso di conoscenza e consapevolezza sui temi della moneta e del debito, proponendo l'adesione alla "Dichiarazione di realtà".