Comune di Ferrara

lunedì, 18 dicembre 2017

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Museomix al Salone del Restauro: Ferrara candida il Museo di Storia Naturale

ASSESSORATO ALLA CULTURA - Iniziativa in Fiera il 22 marzo dalle 14.30 alle 18

Museomix al Salone del Restauro: Ferrara candida il Museo di Storia Naturale

17-03-2017 / Giorno per giorno

 

La città di Ferrara ha scelto di candidarsi alla nuova edizione di Museomix, la makeathon (maratona creativa) più innovativa d'Italia che l'anno scorso ha visto protagonisti due continenti, cinque Stati e decine di musei. Per farlo con un risultato qualitativamente elevato la comunità italiana che aderisce a questa rete ha in programma How to... Museomixworkshop gratuito per tutti coloro che vogliono avvicinarsi a questo modello operativo.

"I risultati dei prototipi prodotti dalle tre équipe ospitate sono permanenti - conferma Massimo Maisto, Assessore alla Cultura e al Turismo - e ne potranno giovare anche tutti gli altri musei italiani. Non si tratta solo di un risultato tangibile: il progetto ha interessato allo stesso modo addetti ai lavori e semplici appassionati, professionisti e studenti. È stato un momento di formazione per i più giovani, che sono arrivati dal resto d'Italia ma anche dal Belgio e dalla Svizzera. Al contempo è stato uno spazio di integrazione, che ha coinvolto i rifugiati dell'Ostello Estense, avvicinandoli alle nostre radici culturali. Inoltre Museomix ha messo di fronte i nostri tecnici a stimoli inaspettati, motivandoli ad aggiornarsi sulle nuove tecnologie lungo un percorso che abbiamo intrapreso nell'inverno 2016 e che non abbiamo ancora concluso. Anzi, intendiamo rilanciare, candidando il Museo di Storia Naturale".

La sessione di lavoro tra prototipi e protagonisti della scorsa edizione si terrà mercoledì 22 marzodalle 14.30 alle 18al Salone del Restauro / Musei, grazie all'impegno di Aster, la società consortile dell'Emilia-Romagna per l'innovazione e il trasferimento tecnologico al servizio delle imprese, delle università e del territorio. L'obiettivo del laboratorio è prepararsi alla prossima sfida culturale e mostrare come in tre giorni di lavoro - dal 10 al 12 novembre 2017 - si possa ripensare l'allestimento di una collezione in chiave digitale. Cosa significa concretamente? Attività e simulazioni per trasformare le idee raccolte in progetti, mettendo alla prova il proprio bagaglio di conoscenze. Si alterneranno da un lato momenti dedicati a chi si accinge a candidare un museo alla call internazionale, dall'altro a chi vuole mettersi in gioco in prima persona sessioni di lavoro con gli esperti per sapere tutto sulla maratona creativa che "remixa" gli spazi museali.

Per iscriversi al workshop è sufficiente cliccare su questo indirizzo internet [https://www.eventbrite.it/e/biglietti-how-to-museomix-32326029023]

IL PROGRAMMA NEL DETTAGLIO

Il workshop comincerà mercoledì 22 marzo alle 14.30, con l'introduzione curata da IBC Emilia-Romagna e Aster, supporter della community italiana di Museomix. Alle 14.45 seguirà il warm up, una video-presentazione con commenti live. Dalle 15.30 alle 17.30 sarà il momento del desk/lab, un laboratorio di presentazione delle candidature per supportare chi desidera candidare un museo alla prossima call. A questo si sommeranno i suggerimenti e i consigli da parte degli esperti. Tra i facilitatori ci saranno: Ilaria Valoti di Museomix Midi-Py - Musée Saint-Raimond, Marco Caselli del Museo Civico di Storia Naturale di Ferrara, Elena Bertelli di BAM! Strategie Culturali, Valentina Felicetti del CAOS Centro Arti Opificio Siri, Fabio Fornasari del Museo Tolomeo e Cristina Casadei del Museo Carlo Zauli. Dalle 15.30 alle 17.30 si passerà alla speed date, una sessione di mentorship per aspiranti "museomixer". I partecipanti delle edizioni precedenti saranno pronti a rispondere a ogni domanda. Tra i mentor non mancheranno: Elisa Bruttini della Fondazione Musei Senesi, Rosanna Spanò e Federico Borreani di BAM! Strategie Culturali, Michela Malvolti di Promocultura e Lucio Agnellidi MakeInCo. Infine, dalle 17:30 alle 18, si terrà la plenaria conclusiva, per  fare il punto e un ultimo ripasso della roadmap.

(A cura dell'Assessorato alla Cultura e al Turismo)

 

Immagini scaricabili: