Comune di Ferrara

giovedì, 17 agosto 2017

Dove sei: Homepage > Lista notizie > "Rainbow dream come back": giornata internazionale contro omofobia e transfobia

memo PARI OPPORTUNITA' - Mercoledì 17 maggio alle 12 inaugurazione della mostra fotografica in Municipio

"Rainbow dream come back": giornata internazionale contro omofobia e transfobia

12-05-2017 / Giorno per giorno

(In allegato a fondo pagina e in apertura foto della cerimonia inaugurale)

 

Mercoledì 17 maggio alle 12 nel salone del Palazzo Municipale dedicato all'Albo Pretorio e nel Corridoio della Carta della residenza municipale si terrà l'inaugurazione della mostra fotografica "E va bene così", curata e allestita dal Gruppo Giovani di Circomassimo.

L'iniziativa si colloca nell'ambito della Giornata Internazionale contro l'omofobia e transfobia. La manifestazione "Rainbow dream Come back" a Ferrara si vuole porre come un momento di riflessione sulle discriminazioni basate sull'orientamento sessuale, con un affondo sui tragici avvenimenti in Cecenia, ma anche - ha spiegato l'assessora comunale alle Pari opportunità Annalisa Felletti - come una Festa di Strada dove momenti ludici si alterneranno a momenti eno-gastronomici. L'iniziativa ha il patrocinio del Comune di Ferrara.

(CronacaComune di venerdì 12 maggio 2017) Festa di strada in via Ripagrande e altre iniziative sono in programma a Ferrara mercoledì 17 maggio 2017 per celebrare la Giornata internazionale contro l'omofobia e la transfobia "Rainbow dream Come back".
Il programma della giornata è stato presentato venerdì 12 maggio 2017 in Municipio. All'incontro con i giornalisti sono intervenute l'assessora alle Pari opportunità Annalisa Felletti, la presidente dell'associazione Circomassimo Arcigay e Arcilesbica Manuela Macario, la presidente di Arcilesbica Cristina Zanella, le responsabili del gruppo giovani di Arcilesbica e Arcigay Rossana Zanetti e Matilde Turchi, Francesca Battista di Cgil Ferrara e Silvia Borelli dell'Università di Ferrara.

(Comunicazione a cura degli organizzatori)
Mercoledì 17 maggio ricorre l'undicesima edizione della Giornata internazionale contro l'omofobia e la transfobia, il cui obiettivo è quello di contrastare culturalmente e socialmente i fenomeni di violenza e di discriminazione nei confronti di persone gay, lesbiche, bisessuali, transessuali e nel contempo promuoverne i diritti di uguaglianza e di pari dignità.

Anche quest'anno quindi le associazioni LGBTI di Ferrara, Circomassimo-Arcigay e Arcilesbica, Famiglie Arcobaleno e Agedo, ormai impegnate da sedici anni a questa parte nella promozione di una cultura che valorizzi le differenze, nel contrasto di ogni forma di discriminazione e nella lotta per il riconoscimento di pari diritti, si attivano per far si che il 17 maggio diventi un'occasione di riflessione, approfondimento e condivisione di istanze che non riguardano solo le persone lgbti, ma che coinvolgono tutta la società civile.
Il Comune di Ferrara, attraverso l'Assessorato alle Pari Opportunità, sostiene con forza e determinazione quelle iniziative volte a promuovere l'inclusione di ogni diversità e a combatterne i pregiudizi.
"Siamo tutti cittadini del mondo - ricorda Annalisa Felletti, assessora alle Pari Opportunità del Comune di Ferrara - e come tali abbiamo tutti gli stessi diritti di libertà ed eguaglianza. Non è umanamente accettabile assistere immobili a tante violenze e discriminazioni che quotidianamente vengono perpetrate contro le persone più vulnerabili della nostra collettività. Occorre promuovere una sensibilizzazione costante contro gli stereotipi di genere e per farlo occorrono tutte le sinergie possibili per offrire strumenti di conoscenza e di approfondimento siano essi artistici, culturali, sociologici o politici per il superamento di quei pregiudizi che ancora oggi condizionano il dibattito culturale e i comportamenti sociali della comunità. Ecco quindi perché il Comune di Ferrara sta con orgoglio a fianco di queste Associazioni, come a tante altre, il cui obiettivo principale è promuovere una cultura dell'accoglienza e rinnovare l'impegno per il contrasto alla violenza omo-bi-transfobica e di genere".
La giornata di mercoledì 17 maggio verrà celebrata in più luoghi e in più momenti che coinvolgeranno la città di Ferrara. Si comincia con l'inaugurazione (alle 12 nella sala dell'Albo Pretorio della residenza municipale) di una mostra fotografica dal titolo "E va bene così", curata e realizzata da Gruppo Giovani Circomassimo. La rassegna vuole offrire l'occasione per riflettere su come si possa facilmente cadere vittime di pregiudizi sulla base di un'immagine e sulle difficoltà che è costretto ad affrontare chi diventa "oggetto" di forme diverse di pregiudizio, sia esso razziale, di genere, omofobico o religioso.
All'inaugurazione sarà presente il sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani, l'assessora alle Pari Opportunità Annalisa Felletti, Manuela Macario presidente dell'associazione Circomassimo, Arcigay e Arcilesbica, I giovani artisti dell'associazione Circomassimo che hanno realizzato la mostra fotografica, alcune scolaresche opportunamente invitate all'evento e varie Associazioni locali che hanno aderito alla manifestazione. E comunque tutti coloro che sono interessati a partecipare. L'evento è gratuito e aperto a tutti.

A partire dalle 18 poi in via Ripagrande 12, sede delle Associazioni Lgbt locali, nel tratto di strada compreso tra il numero civico 2 e il numero civico 22 si svolgerà una festa di strada che alternerà un momento di saluti istituzionali e di confronto e dibattito politico sul tema emergente della violazione dei diritti umani in Cecenia con ospiti qualificati del panorama mondiale, a momenti di svago e di intrattenimento artigianale e musicale grazie alla collaborazione di altre associazioni e istituzioni locali impegnate su un unico fronte e per un unico obiettivo: sconfiggere la cultura omo-transfobica, ghettizzante ed escludente.

Quest'anno infatti la manifestazione del 17 maggio si arricchisce della collaborazione di Unife, Cgil, Arci e Uisp impegnate da sempre nella tutela e nella difesa dei diritti oltre le differenze di genere.

Le iniziative programmate per la Giornata Internazionale contro l'omofobia sono rivolte a tutta la cittadinanza interessata: alle famiglie, ai giovani, agli operatori del sociale, ai professionisti del diritto e dell'informazione. Un pubblico eterogeneo ma che ha a cuore i diritti umani e civili nel nostro Paese.

Programma della giornata del 17 maggio 2017
- ore 11 - Inaugurazione della mostra fotografica "E va bene così"
(a cura del Gruppo Giovani Circomassimo) nei saloni di rappresentanza della Residenza Municipale di Ferrara. Allestimento dello scalone Municipale con i colori "rainbow" dell'Arcobaleno.
- ore 17 - Via Ripagrande 12 in festa
- ore 17 Apertura della Festa di Strada con stand artistici, gastronomici ed area giochi da tavolo e calcio balilla;
- ore 18 - Saluti delle Autorità istituzionali locali. Sindaco e Assessora alle Pari Opportunità;
- ore 18,30 - La Cecenia e il fantasma dell'omocausto
Intervento di Simone Alliva, giornalista di "Huffingtonpost" e autore dell'intervista a Elena Milashina, firma del Giornale Russo "Novaya Gazete";
- ore 19.30 - Musica dal vivo con InTrio-EsperienzAcustica;
- dalle 20 alle 24 - Dj set #Circomassimoeventi, alla consolle dj Allis, dj Becki e dj Cri.

(a fianco l'immagine del Banner plastificato che sarà esposto dalle finestre di Palazzo Municipale, su Corso Martiri della Libertà (Volto del Cavallo)

Immagini scaricabili:

locandina_programma banner Presentazione della giornata "Rainbow dream". Da sinistra Matilde Turchi, Rossana Zanetti, l'assessora comunale Annalisa Felletti, Manuela Macario, Cristina Zanella La presentazione dell'iniziativa con Cristina Zanella, Manuela Macario, l'assessora comunale Annalisa Felletti, Rossana Zanetti, Matilde Turchi foto inaugurazione 1 foto inaugurazione 2 foto inaugurazione 3