Comune di Ferrara

venerdì, 22 settembre 2017

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Cinque anni trascorsi a rimarginare le ferite del sisma

INTERVENTI POST SISMA - Il punto sull'accoglienza dei cittadini e la ricostruzione degli edifici pubblici e privati

Cinque anni trascorsi a rimarginare le ferite del sisma

17-05-2017 / Giorno per giorno

"Quello del sisma del 2012 è un anniversario che ci teniamo a non dimenticare, sia per gli eventi luttuosi che il terremoto ha causato in tutto il territorio emiliano colpito, sia per l'enorme lavoro che ha comportato in seguito a favore della ricostruzione del tessuto urbano, ma anche per l'impegno che ha lasciato per il futuro di questo territorio, riscopertosi a rischio sismico". E' così che il sindaco Tiziano Tagliani ha riassunto i sentimenti della città e dell'Amministrazione comunale a cinque anni da quelle scosse che tante conseguenze hanno lasciato nell'immediato, ma anche per gli anni successivi e per quelli che verranno. Per fare il punto della situazione degli interventi eseguiti e in corso, sul piano dell'accoglienza delle persone e su quello della ricostruzione degli edifici privati e dei beni pubblici e monumentali sono intervenuti oggi in conferenza stampa assieme al sindaco, gli assessori Aldo Modonesi, Roberta Fusari e Chiara Sapigni.
Quest'ultima ha in particolare ricordato che da maggio 2012 a maggio 2017 sono state 1.335 le persone con abitazioni danneggiate alle quali è stata fornita la necessaria accoglienza (per una spesa complessiva di oltre tre milioni e mezzo) e di queste, 57 sono ancora in attesa di rientrare nelle proprie case. "I tempi sono ovviamente - ha chiarito l'assessore Sapigni - legati a quelli della riparazione edilizia, con un percorso integrato tra servizi di accoglienza e pratiche edilizie per le ristrutturazioni, con il nostro Coc che fin dall'inizio ha accompagnato mano nella mano queste persone".
"Fin da subito - ha ricordato l'assessore Fusari - si è costituito in Comune un Ufficio per la Ricostruzione che sta continuando a vagliare le istanze sui danni subiti dalle abitazioni private. Ad oggi sono 448 le richieste di contributo accettate dal Comune ed è stato approvato il rilascio di un totale di 45.900.000 euro di contributi commissariali. Mentre per una cinquantina di richieste sono ancora in corso le valutazioni, con tempi legati alla complessità degli interventi".
"Il nostro obiettivo - ha dichiarato l'assessore Modonesi -, in vista dell'uscita di Ferrara dal cratere nel 2019, è quello di riportare tutte le persone nelle loro abitazioni e completare le opere di restauro dei nostri beni monumentali. Tanti sono i cantieri che andranno a concludersi nei prossimi mesi e altri sono in fase di avvio". Sei in particolare sono le opere in corso su altrettanti complessi edilizi: Palazzo Massari, Casa Niccolini, l'edificio comunale di via Marconi, Palazzo dei Diamanti, la Certosa monumentale e la palazzina dell'ex Mof. Per questi ultimi due il prossimo sabato 20 maggio l'Amministrazione comunale ha organizzato due visite guidate gratuite ai cantieri: alle 10 alla Certosa e alle 16 alla Palazzina ex Mof (con ritrovo all'interno del parcheggio ex Mof nei pressi della palazzina). Durante le visite, la dirigente del Servizio Beni monumentali del Comune Natascia Frasson illustrerà gli interventi di recupero in corso e lo storico Francesco Scafuri descriverà le caratteristiche architettoniche e storiche dei due complessi (v. invito in allegato).
Altri quattro sono poi i cantieri di recupero post sisma in partenza nelle prossime settimane, quelli del Teatro Comunale, di Porta Paola, della Chiesa di San Cristoforo e del Palazzo di Giustizia. Prossimamente in gara andranno poi quelli di Palazzo Schifanoia, ex monastero di San Paolo, Palazzo del Podestà e Sant'Antonio in Polesine.
"Ad oggi - ha concluso Modonesi - il totale delle spesa finanziata per interventi post sisma diretti o indiretti del Comune di Ferrara, tra accoglienza, edilizia privata e pubblica, ammonta a 112 milioni di euro".
E per ricordare ai ferraresi cosa ha significato per le nostre terre il sisma del 2012, sabato 20 maggio alle 21 sarà proiettato al Cinepark Apollo Multisala il film 'La notte non fa più paura' con la regia di regia di Marco Cassini, con Stefano Muroni, Walter Cordopatri, Valeria Romanelli, Silvana Spina (v. scheda in allegato). "Con il nostro film - ha dichiarato Stefano Muroni - trattiamo il tema della ricostruzione emotiva e psicologica delle persone, perché è importante intonacare anche quel tipo di crepe causate dal sisma"

 

LE SCHEDE:

I DATI DELL'ACCOGLIENZA POST SISMA - La situazione a maggio 2017:

- 1.335 persone in accoglienza nel periodo maggio 2012 - maggio 2017: 658 CAS (Contributo Autonoma Sistemazione); 544 in strutture ricettive; 89 alloggi in locazione (Piano Casa); 44 Contributo traslochi e depositi

3,52 milioni di euro di spese per l'accoglienza (1,78 CAS; 1,19 strutture ricettive, campi, case di riposo; 0,51 Piano Casa; 0,04 Contributo traslochi e depositi)

- Maggio 2017: 57 persone ancora in accoglienza (48 CAS e 9 Piano Casa). Attualmente, i nuclei familiari in assistenza sono 28 per il CAS e 5 per il Piano Casa.

Preme evidenziare che sempre più le attività del COC Accoglienza si stanno spostando dall'accoglienza/assistenza ai cittadini sfollati (che diminuiscono man mano che gli interventi di riparazione del danno e ricostruzione vengono ultimati), a un'attività di controllo e monitoraggio.
In particolare, con l'entrata in vigore dell'ordinanza regionale n. 20/2015, e successive modifiche e integrazioni, è stato assegnato al COC Accoglienza il compito di svolgere i controlli relativi al rispetto degli obblighi da parte dei beneficiari dei contributi per la ricostruzione. Le Dichiarazioni sullo stato di occupazione dell'abitazione depositate al momento sono 188, per un totale di circa 1.300 unità immobiliari oggetto di controllo. 

 

GLI INTERVENTI DI EDILIZIA PRIVATA MUDE (aggiornamento al 15 maggio 2017):

448 richieste di contributo accettate dal Comune di Ferrara: 349 su ordinanza 29(ricostruzione leggera); 94 su ordinanze 51 e 86 (ricostruzione pesante)

405 decreti di contributo firmati per un totale di 45.911.761€
Lavori conclusi: 329 (73,4%) per 22.431.362 € erogati
Tempo medio per istruttoria: 150 gg
Termine ultimo per presentazione domande ottobre 2017

 

 TOTALE INTERVENTI DIRETTI O INDIRETTI COMUNE DI FERRARA fino a maggio 2017
• Interventi già realizzati: 12,0 milioni €
• COC Accoglienza: 3,5 milioni €
• Edilizia residenziale pubblica: 4,3 milioni €
• MUDE al 15/05/17: 45,9 milioni €
• Piano opere pubbliche 2017: 46,6 milioni €
• TOTALE: 112,3 milioni €

Immagini scaricabili:

INVITO visita cantieri 20 maggio 2017.jpg 17mag2017 sisma

Allegati scaricabili: