Comune di Ferrara

giovedì, 21 settembre 2017

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Torna il progetto estivo di "Accoglienza Saharawi" in favore dei bambini

COOPERAZIONE INTERNAZIONALE - Illustrata la 18.ma edizione da ass. Maisto e referenti del progetto Oltreconfine, Cri e Aic

Torna il progetto estivo di "Accoglienza Saharawi" in favore dei bambini

17-08-2017 / Giorno per giorno

E' stato presentato oggi, giovedì 17 agosto 2017, il progetto "Accoglienza Saharawi 2017". All'incontro con i giornalisti nella residenza municipale sono intervenuti l'assessore alle Politiche per la pace Massimo Maisto, la presidente di Oltreconfine-Associazione per i diritti onlus (titolare del progetto) Agnese Casazza, il presidente del Comitato della Croce Rossa italiana di Ferrara Alessio Zagni e l'accompagnatore Saharawi del gruppo Hamadi Omar Mohamed.  Insieme al Comune di Ferrara, tra gli enti e le associazioni che collaborano fattivamente al progetto di Oltre|Confine (associazione affiliata ad Arci), con azioni di sostegno organizzativo e logistico vi sono l'Associazione italiana celiachia, l'associazione Puedes, la cooperativa Il Germoglio, la Lipu e l'Ostello di Ferrara. 

LA SCHEDA - a cura di Oltre Confine Onlus
Progetto di accoglienza bimbi profughi Saharawi estate 2017 a cura di Oltre confine, associazione onlus per i diritti, in collaborazione con il Coordinamento regionale di solidarietà per il Sahara Occidentale e con la rappresentanza del Fronte Polisario in Italia. Per il diciottesimo anno l'associazione organizza il progetto di accoglienza di alcuni bambini provenienti dai campi profughi Saharawi. Il progetto sarà interamente gestito da volontari dell'Associazione, con la preziosa collaborazione della CRI-Croce Rossa italiana di Ferrara, con il sostegno di enti locali e delle associazioni del territorio, e garantisce continuità rispetto ai progetti analoghi presentati gli anni passati. La scelta del periodo estivo dipende dal fatto che nel deserto algerino i mesi di luglio e agosto risultano essere i più torridi, e questo aggrava considerevolmente le condizioni di salute già precarie dei più deboli: i bambini, gli anziani e i malati.Per alleviare le sofferenze, da molti anni il Fronte Polisario organizza soggiorni estivi in Italia e Spagna.
Obiettivo. Lo scopo dell'accoglienza è triplice: innanzitutto si vuole allontanare dai campi profughi i bambini al fine di far trascorrere un loro un periodo più sereno, ed in condizioni ambientali meno precarie di quelle abituali. In secondo luogo il progetto di accoglienza è inteso a svolgere un percorso sanitario, nel corso del quale i bambini possano effettuare gli accertamenti sanitari necessari e svolgere le relative terapie. Ultimo ma non meno importante è l'obiettivo di favorire la conoscenza tra i bambini Saharawi e i bambini ferraresi. Negli anni passati i piccoli Saharawi hanno avuto modo di incontrate i loro coetanei ferraresi nei momenti di gioco e conoscenza, raccontando gli aspetti della cultura e della tradizione del popolo Saharawi ed imparando a conoscere la nostra lingua e le nostre tradizioni. Con il semplice linguaggio che utilizzano i bambini, basato sul gioco, anche quest'anno vorremmo favorire quello scambio culturale che nelle precedenti esperienze ha profondamente arricchito chiunque sia venuto in contatto con i piccoli profughi.


Ospitalità. Il progetto prevede l'accoglienza di un gruppo che quest'anno sarà composto da 8 bambini più un accompagnatore Saharawi ,che funge da interprete e mediatore culturale. La rete di enti, circoli, associazioni ed altri soggetti interessati a vario titolo nei diversi aspetti dell'accoglienza che abbiamo costruito negli anni, si impegna a fornire vitto e sostegno agli ospiti, curando anche gli aspetti logistici e ricreativi delle permanenza.
Attività. Il piano delle iniziative giornaliere prevede che i piccoli ospiti partecipino alle attività organizzate dai volontari dell'associazione. Verranno infatti organizzati incontri ed attività che possano essere per gli ospiti momenti di libertà, divertimento e socializzazione. Le tante associazioni che hanno appoggiato il progetto, si sono già rese disponibili ad ospitare ed a offrire ai bambini attività le più diverse e ciascuno per i propri settori d'intervento.
Gite. S'intende organizzare per il periodo di permanenza a Ferrara dei piccoli ospiti alcune gite presso alcuni luoghi d'interesse quali la visita al Giardino delle Capinere gestito da Lipu, il pomeriggio in piscina, la visita al Parco Urbano, al Museo di storia naturale e del Castello, la visita del Centro di Ferrara, e presso tutti quei siti che siano di svago e ricreazione, senza però eccedere nella proposte per non creare spiacevoli ansie al ritorno nei campi profughi.
Aspetti sanitari. Come più sopra richiamato, durante il soggiorno ferrarese in accordo con il Fronte Polisario, sarà a disposizione un pediatra che avrà il compito di monitorare la salute dei bambini e di far compiere loro tutti i controlli medici prima del rientro nei campi.

 

Pagina internet progetto Oltre|Confine: http://www.oltreconfine.info/sito/i-progetti/saharawi/

 

 

 

 

 

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: