Comune di Ferrara

lunedì, 23 ottobre 2017

Dove sei: Homepage > Lista notizie > "Ferrara Città del Rinascimento e il suo Delta del Po" durante le giornate del MaB-Man and Biosphere Youth Forum

ASSESSORATO ALLA CULTURA - Presentazione al Teatro Verdi con ass. Maisto, consigliera regionale Zappaterra e studenti del MaB

"Ferrara Città del Rinascimento e il suo Delta del Po" durante le giornate del MaB-Man and Biosphere Youth Forum

20-09-2017 / Giorno per giorno

Si è svolta mercoledì 20 settembre 2017, nella sede del Teatro Verdi, la conferenza stampa di presentazione del sito Unesco "Ferrara Città del Rinascimento e il suo Delta del Po" durante le giornate del MaB-Man and Biosphere Youth Forum (in programma il 20-22 settembre 2017).

All'incontro con i giornalisti è intervenuto il vicesindaco e assessore alla Cultura del Comune Massimo Maisto che ha accolto gli studenti del MaB spiegando loro il significato della visita e le ragioni per cui la città è stata riconosciuta patrimonio mondiale dell'umanità, senza tralasciare le politiche che si stanno sviluppando al suo interno per valorizzare tale riconoscimento. La consigliera regionale Marcella Zappaterra ha contestualizzato l'impegno di Ferrara in materia di rigenerazione urbana all'interno della regione Emilia-Romagna. Scendere nello specifico - con gli studenti partecipanti al tour - del progetto ideato per il recupero del Teatro Verdi è invece spettato al dirigente del Servizio Sistemi Informativi e Territoriali del Comune di Ferrara Fabio De Luigi, mentre Luca Lanzoni della coop Città della Cultura/Cultura della Città, ha illustrato ai giornalisti il workshop che gli studenti svolgeranno venerdì 22 settembre, ospiti del Consorzio Wunderkammer.

Sito web di riferimento: www.biosferadeltapo.org

LA SCHEDA - I ragazzi e le ragazze del Forum mondiale dei giovani MAB UNESCO a Ferrara - Mercoledì 20 e venerdì 22 settembre

Nella giornata di mercoledì 20 settembre, un gruppo di ragazzi e ragazze del Forum mondiale dei giovani MAB UNESCO, in svolgimento nella Riserva di Biosfera Delta del Po, è stato ospitato a Ferrara grazie alla "visita studio" organizzata dalla cooperativa Città della Cultura/Cultura della Città. Durante la visita, dal significativo titolo "Ferrara città patrimonio UNESCO. Un laboratorio urbano tra storia e valorizzazione contemporanea", i partecipanti hanno potuto comprendere i motivi per cui la città di Ferrara è stata inserita nella lista patrimonio mondiale e come al suo interno si stanno ampliando politiche per avvalorare questa nomina.

"Non può più essere la mia generazione a pianificare lo sviluppo sostenibile del nostro territorio - esordisce il consigliere regionale Marcella Zappaterra - Abbiamo bisogno di mettere in campo idee nuove e fresche: il Forum è la prima occasione in cui i ragazzi sono i protagonisti e mi aspetto davvero che il documento finale sia ricco di spunti utili per il governo di questa provincia. Abbiamo chiesto alla delegazione di spostarsi dalle zone del Delta al centro urbano perché dobbiamo continuare a tenere insieme il territorio, a pensarlo nella sua unicità. La complessità del nostro panorama significa varietà e deve essere considerata una risorsa". In sella a una bici - ça va sans dire - i partecipanti potranno visitare i principali siti storici della città e interagire con i principali attori, pubblici o privati, che in questo momento sono alle prese con progetti e azioni di rigenerazione urbana e valorizzazione del patrimonio.

"Avere cinquanta giovani professionisti che arrivano da tutto il mondo - prosegue il vicesindaco e assessore comunale alla Cultura e turismo Massimo Maisto - e ragionano con noi in materia di rigenerazione è un'opportunità preziosa e costruttiva. Investendo su scambi come questo l'università e le attività culturali devono renderla sempre più internazionale. Durante la giornata mostreremo loro come dialogano città e campagna; non a caso li porteremo anche a Terra Viva, unico caso in Italia che dal Cinquecento preserva dei campi dentro le Mura, e a visitare le contaminazioni tra passato e presente che abbiamo favorito, o meglio, il dialogo che rafforza la nostra identità odierna rispetto alla nostra tradizione". Si parte dal Castello Estense con visita al centro storico, per arrivare a Palazzo dei Diamanti dove faranno tappa per una visita guidata. I ragazzi raggiungeranno poi l'incantevole angolo verde all'interno delle mura con visita alla Associazione Culturale Nuova Terra Viva dalla quale si sposteranno, in un itinerario che idealmente segue il percorso delle mura cittadine, al Jazz Club Ferrara (Torrione S. Giovanni), al Teatro Ferrara Off, all'ex Teatro Verdi, all'ex caserma dei vigili del fuoco ora Consorzio Factory Grisù per terminare con una la visita presso Consorzio Wunderkammer. Ad ogni tappa i ragazzi avranno l'occasione di interfacciarsi con un testimone preferenziale che racconterà l'iniziativa della quale fa parte al gruppo, spiegandone gli obiettivi e l'impulso fondamentale nel realizzarla.

"Forse non ci rendiamo conto di quanto sia rilevante - conferma Roberta Fusari, assessore comunale all'Urbanistica e al patrimonio Unesco - avere un sito Unesco città e territorio che in parte coincide con un riconoscimento Man and the Biosphere. L'occasione di poterci confrontare con imprenditori e operatori culturali che non vivono qui, sarà la dimostrazione di come il territorio può lavorare insieme e fare sinergia. Il MaB ha trovato un approccio per legare una volta di più il Parco del Delta del Po con il contesto ferrarese, per valorizzare l'intera provincia".

A ogni partecipante alla visita studio è stato consegnato un notebook formato da una serie di schede inerenti ai casi studio locali visitati (testo in inglese più una serie di foto) e una parte dedicata alla raccolta di note (suggerimenti, impressioni, ecc.) emerse durante la visita. Il quaderno si presenta come uno strumento utile per ricordare i luoghi visitati e mettere in evidenza aspetti positivi, negativi, debolezze e punti di forza dei casi studio. Le informazioni contenute nel quaderno saranno la base di partenza per il workshop del venerdì 22 settembre, sempre a Ferrara, "Rigenerazione urbana e contemporaneità. Un possibile collegamento tra la valorizzazione contemporanea del patrimonio e i valori del MAB", ospiti della sede del Consorzio Wunderkammer.

(A cura dell'Assessorato alla Cultura e al Turismo, Comune di Ferrara)

 

 

Immagini scaricabili: