Comune di Ferrara

lunedì, 23 ottobre 2017

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Prosegue l'operazione "martellamento": chiusura di un chiosco di Viale Po e altri servizi di controllo del territorio

SICUREZZA E COMMERCIO - Nota della Questura di Ferrara del 4 ottobre 2017. Il ringraziamento degli ass. Modonesi e Serra

Prosegue l'operazione "martellamento": chiusura di un chiosco di Viale Po e altri servizi di controllo del territorio

04-10-2017 / Giorno per giorno

Prosegue l'operazione "martellamento" chiusura CHIOSCO di V.le Po, 1/D zona giardini GAD - Sospensione attività per 60 giorni art.100 T.U.L.P.S. e L. 48/2017 Sicurezza urbana.-

Gli assessori comunali Aldo Modonesi (Sicurezza Urbana) e Roberto Serra (Commercio) hanno espresso parole di "compiacimento per il lavoro congiunto svolto in questi mesi da Questura e Polizia Municipale Terre Estensi, e ringraziamento anche a tutti quei cittadini che hanno collaborato in modo determinante all'efficacia delle operazioni di controllo con le proprie segnalazioni".

Il Questore di Ferrara ha disposto la chiusura per gg. 60 di una attività commerciale relativa al chiosco di questo Viale Po, 1/D (zona giardini GAD) gestito da NECHIFOR Marian, nato in Romania classe 1974 in applicazione all'art. 100 TULPS e L. 18.04.2017 n. 48 (Decreto Sicurezza).-

L'esercizio in argomento è di fatto un chiosco inserito nei giardini antistanti il c.d. grattacielo nel quartiere GAD di questo Comune che era divenuto un luogo di ritrovo di pregiudicati e pusher di origine extracomunitaria che ne avevano fatto la loro base d'appoggio per ricevere la clientela dei consumatori di sostanze stupefacenti.

Oltretutto il titolare della SCIA è stato più volte sanzionato da personale della locale Polizia Municipale per esercizio abusivo di somministrazione di bevande alimenti in virtù del fatto che gli era stato ordinata l'immediata cessazione dell'attività.

Anche nel mese di settembre, disattendendo l'ordine del Comune il predetto veniva controllato e sanzionato nuovamente per la somministrazione nonostante il divieto. Inoltre, a carico del NECHIFOR risulta anche un ordine di rimozione del chiosco e della distesa (tra l'altro abusiva in quanto eccedente la metratura concessa) a spese del predetto. Ordine anche questo disatteso nonostante la concessione di occupazione di suolo pubblico sia scaduta il 15.06.2016.-

L'amministrazione Comunale ha notificato gli atti sopra indicati ma né il titolare della scia (oggi sospesa) né il proprietario della struttura hanno provveduto alla rimozione del chiosco e delle sue pertinenze.

Nei controlli costanti nell'ambito del controllo del territorio disposti dal Questore, il predetto chiosco è stato controllato più volte riscontrando la presenza di cittadini extracomunitari gravati da precedenti per furto ricettazione e spaccio di stupefacenti.-

Con questa chiusura si intende fare "terra bruciata" per i clienti assuntori che provenienti dalla provincia di Ferrara si recano nel quartiere GAD sapendo di trovare pusher pronti a cedere loro stupefacenti di ogni genere (marijuana, cocaina ed eroina)

Non ultimo il controllo della Squadra Mobile del 19.09.2017 dove nell'attività di controllo di alcuni cittadini di origine nigeriani si è proceduto alla denuncia per possesso di stupefacenti al fine di cessione a terzi.- Tra l'altro in quell'occasione l'attività del chiosco era chiusa ma le strutture presenti, si ripete abusive e da rimuovere in quanto la concessione di occupazione del suolo pubblico è ormai scudata da tempo, agevolano la permanenza di pusher locali che stazionano giorno e notte sotto i tendoni del predetto chiosco.-

Si segnala che il gestore sanzionato in precedenza aveva gestito altra attività relativamente al circolo privato denominato "D-VERSO" (ex mela) sito in Via Modena, 183. Anche in quell'occasione per motivi sia di sicurezza e ordine pubblico sia di natura amministrativa, nel mese di giugno e nel mese di settembre 2016, gli era stata notificata da parte del Comune la cessazione immediata dell'attività di somministrazione.

-------------------------------------------

Inoltre, sono stati attuati nel pomeriggio di ieri (3ott2017), al fine di garantire maggiori livelli di sicurezza, dei servizi straordinari di controllo del territorio nell'area di questo capoluogo denominata "GAD", con l'ausilio di personale del reparto Prevenzione Crimine di Bologna. 

In particolare, sono stati denunciati in stato di libertà, un cittadino nigeriano 28enne e una cittadina della Repubblica Domenicana, 36enne. I predetti, a seguito di un controllo in questa via Felisatti, nei giardini pubblici adiacenti il grattacielo, risultavano privi di documenti di identità e irregolari sul territorio italiano.  

Inoltre, sono stati rinvenuti in questa via Feliciani e con l'ausilio di un'unità cinofila, tre involucri contenenti sostanza stupefacente risultata positiva ai derivati della cannabis del peso netto complessivo di grammi 14,10.

Ferrara, 4 ottobre 2017

Il Capo di Gabinetto

Questura di Ferrara