Comune di Ferrara

sabato, 23 giugno 2018

Dove sei: Homepage > Lista notizie > L'Orchestra a plettro Gino Neri festeggia il 120° compleanno con un concerto aperto alla città

ASSESSORATO ALLA CULTURA - Sabato 7 aprile alle 20.45 al teatro comunale Abbado. Ingresso gratuito ritirando i tagliandi ingresso

L'Orchestra a plettro Gino Neri festeggia il 120° compleanno con un concerto aperto alla città

13-03-2018 / Giorno per giorno

Si è svolta in mattinata (martedì 13 marzo) nella residenza municipale la conferenza stampa di presentazione del Concerto per il 120° anniversario della fondazione dell'orchestra a plettro Gino Neri in programma sabato 7 aprile alle 20.45 al teatro comunale Abbado. All'incontro con i giornalisti erano presenti il vicesindaco e assessore alla Cultura Massimo Maisto, il presidente onorario dell'orchestra a plettro Vincenzo Viglione, il viceopresidente del Teatro comunale Abbado Dario Favretti, il direttore dell'orchestra Giorgio Fabbri, il segretario Riccardo Magri e il presidente della Gino Neri Luca Bonora.

Il concerto del 7 aprile è a ingresso gratuito. Da lunedì 19 marzo saranno disponibili in biglietteria i tagliandi di ingresso con posto assegnato.

Per info: tel. 0532 202675, www.teatrocomunaleferrara.it

(Comunicazione a cura degli organizzatori)

Nel 2018 ricorre il 120° anniversario dalla Fondazione dell'Orchestra Gino Neri, che si costituì a Ferrara nel 1898, e rientra nel novero delle orchestre europee più longeve di tutta Europa. Una longevità ancor più degna di nota, in quanto la "Gino Neri" è stata capace di mantenere viva la sua attività culturale e artistica, superando indenne due guerre mondiali, gravi crisi economiche e calamità naturali come il terremoto che ha colpito Ferrara nel 2012, riuscendo a ritrovare ogni volta, nella passione per la musica che ha sempre animato i suoi componenti, energie e motivazioni per continuare a perseguirne gli obiettivi.

L'Orchestra festeggia la ricorrenza con una serie di eventi, tra cui la pubblicazione di tre nuovi CD - il primo, "Suoni dal grande schermo", è stato pubblicato di recente da Digressione Music - oltre a una serie di concerti in sedi di prestigio (tra i quali un concerto presso la Reggia di Caserta in programma il 9 settembre 2018) e una mostra che si terrà a Ferrara nell'ottobre 2018.

L'evento di punta del programma di iniziative dedicato a questo anniversario è certamente il concerto in programma il 7 aprile, pensato come una grande festa della musica, che raccoglierà sul palcoscenico del Teatro Comunale di Ferrara - a suonare tutti insieme - quasi 150 musicisti provenienti dalle più importanti orchestre a plettro italiane:
• Orchestra Mandolinistica Città Di Torino
• Orchestra a Plettro Pietro Mascagni (Campobasso)
• Orchestra a Plettro Tita Marzuttini (Udine)
• Orchestra Mandolinistica Euterpe (Bolzano)
• Orchestra Mutinae Plectri (Modena)
• Gruppo Mandolinistico Codigorese
• Quartetto a Plettro Ad Libitum (Udine)
• Classe di Mandolino del Conservatorio C. Pollini di Padova (docente Maria Cleofe Miotti)

Il pubblico potrà ascoltare alcuni dei brani più rappresentativi del repertorio dell'Orchestra Gino Neri, tratti dal grande archivio di oltre 400 composizioni, che annovera trascrizioni dal grande repertorio lirico-sinfonico europeo, insieme a composizioni di matrice popolare e a brani originali composti appositamente per questa formazione.

Grande spazio nel programma avrà l'opera lirica, con pagine tratte da L'Italiana in Algeri di Rossini, Nabucco e La Traviata di Verdi, Carmen di Bizet, Mefistofele di Boito, insieme a brani di colore e descrittivi come "In un mercato persiano", "Poeta e Contadino" o "I pattinatori", e all'intramontabile "Al levar del sole sul golfo di Napoli", uno dei cavalli di battaglia dell'orchestra.

La presenza sul palcoscenico di una massa così consistente di musicisti è l'aspetto che renderà questo evento unico e originale, e offrirà al pubblico l'occasione di vivere un'emozione irripetibile.

Il concerto sarà diretto da Giorgio Fabbri, già alla guida dell'Orchestra Gino Neri dal 1995 al 2000, con la quale ha vinto nel 1998 il Primo Premio al Concorso Internazionale Giacomo Sartori, che l'ha diretta anche nella colonna sonora del film "Ferrara" di Florestano Vancini per la RAI. Dal 2011 di nuovo alla guida dell'orchestra, Fabbri l'ha diretta nella registrazione dei CD "Giglio Fiorentino" (pubblicato da Tactus) e "Suoni dal grande schermo" (pubblicato da Digressione Music). Con l'Ensemble da Camera Gino Neri ha vinto nel 2015 il Secondo Premio al Concorso Internazionale Sartori di Trento.

 Il concerto del 7 aprile è ad ingresso gratuito. Da lunedì 19 marzo saranno disponibili in biglietteria i tagliandi di ingresso con posto assegnato.

--------------------------------------------------------------------

IL PROGRAMMA - TEATRO COMUNALE CLAUDIO ABBADO - FERRARA SABATO 7 APRILE 2018 - ORE 20.45 CONCERTO PER IL 120° DELLA FONDAZIONE DELL'ORCHESTRA A PLETTRO GINO NERI - Direttore Giorgio Fabbri

 
Gioachino Rossini (1792-1868)
Sinfonia da L'Italiana in Algeri

Albert Ketelbey (1875-1959)
In un mercato persiano

Franz von Suppé (1819-1895)
Ouverture da Poeta e contadino

Giuseppe Verdi (1813-1901)
Preludio dal primo atto de La Traviata
Sinfonia da Nabucco

i n t e r v a l l o

Georges Bizet (1838-1875)
Suite da Carmen
Aragonaise - Fate motive - Habanera - La Garde Montante - Intermezzo - Les Toreadors

Arrigo Boito (1842-1918)
Preludio e Salmodia finale del Prologo da Mefistofele

Emile Waldteufel (1837-1915)
I pattinatori

Ino Savini (1904-1995)
Al levar del sole sul Golfo di Napoli

----------------------------------------------------------------------

NOTE BIOGRAFICHE ORCHESTRA A PLETTRO GINO NERI: UNA STORIA LUNGA 120 ANNI
L'Orchestra a plettro Gino Neri fu fondata a Ferrara il 7 febbraio del 1898, con il nome di "Circolo Mandolinistico Ferrarese". In seguito assunse il nome di "Circolo Mandolinistico Regina Margherita", in omaggio alla Regina Margherita di Savoia, che diede il suo assenso e il suo sostegno all'attività dell'orchestra. Negli anni Venti l'Orchestra giunse ad avere una quarantina di esecutori.
Nel 1947, per onorare la memoria del maestro Gino Neri, che l'aveva diretta per diversi decenni, trasformandola nell'odierna formazione, il nome dell'orchestra divenne "Circolo di cultura musicale - Orchestra a plettro Gino Neri". Nel corso degli anni, in particolare dal secondo dopoguerra, l'Orchestra Gino Neri si è progressivamente ampliata, fino a toccare nel corso degli anni '70 un organico di 75 componenti. Oggi l'orchestra è costituita da una cinquantina di esecutori.
La formazione ferrarese si distingue per la presenza al suo interno, accanto a mandolini e mandole, di alcuni strumenti unici al mondo: si deve al chitarrista e liutaio Luigi Mozzani l'ampliamento della gamma sonora degli strumenti dell'orchestra con l'invenzione dei mandolini ottavini e quartini, delle mandole divise in contralti e tenori e con l'ideazione dei mandoloncelli, dei mandoloni bassi e contrabbassi. Questi strumenti sono tuttora usati e rendono questa formazione unica al mondo per ricchezza timbrica e duttilità esecutiva, e per la possibilità di affrontare repertori molto ampi e diversificati, che vanno dalla musica sinfonica e operistica fino alla musica popolare e alla musica da film.
I 120 anni di attività dell'orchestra sono testimoniati da una continuità di presenza sul territorio, con l'esecuzione di quasi mille concerti, e la pubblicazione di 10 CD e di 3 DVD, tratti dal suo vasto e unico repertorio di oltre 400 composizioni manoscritte, trascritte dai più famosi capolavori della musica classica e romantica. Il livello di eccellenza espresso dalla Gino Neri è testimoniata dai molti concorsi vinti nel corso della sua storia e dalle numerose tournée effettuate in tutto il mondo, in Francia, Belgio Olanda, Romania, Bulgaria, Cecoslovacchia, ex-Jugoslavia, Svizzera, Germania, Tunisia, Russia, Galles, Spagna, Stati Uniti e più recentemente in Giappone.
Nel 1997 ha ottenuto il I Premio al Concorso Internazionale di Ala di Trento e nel 2016 è stata ospite del 79° Maggio Musicale Fiorentino, dove nella storica cornice di Palazzo Davanzati ha eseguito un concerto presentando il suo ultimo CD "Giglio Fiorentino", pubblicato dalla casa discografica Tactus e distribuito in tutto il mondo da Naxos.
Nonostante le difficoltà economiche che hanno segnato i primi anni del secondo millennio, e anche quelli più recenti, l'Orchestra continua a svolgere con immutata passione la sua attività, con lo scopo di diffondere e valorizzare la tradizione musicale legata al repertorio per strumenti a plettro.

 

Immagini scaricabili: