Comune di Ferrara

lunedì, 21 maggio 2018

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Ripristino della Chiesa della Madonnina, riqualificazione di piazza Verdi e di porzioni delle Mura, iniziative nei musei, affidamento di impianti sportivi

GIUNTA COMUNALE - Le principali delibere approvate nella seduta del 15 maggio 2018

Ripristino della Chiesa della Madonnina, riqualificazione di piazza Verdi e di porzioni delle Mura, iniziative nei musei, affidamento di impianti sportivi

15-05-2018 / Giorno per giorno

Queste le principali delibere approvate nella riunione della Giunta comunale di martedì  15 maggio:

Assessorato ai Lavori Pubblici e Mobilità, Sicurezza Urbana, Protezione civile, assessore Aldo Modonesi:

Presentati i progetti per il ripristino post sisma della Chiesa della Madonnina e la riqualificazione di piazza Verdi e di porzioni delle Mura
Sono stati illustrati stamani dall'assessore Aldo Modonesi con una informativa alla Giunta i  progetti relativi a una serie di opere pubbliche in programma nel territorio comunale. Gli interventi sono in via di approvazione e assegnazione da parte dell'Amministrazione comunale, con determine dirigenziali.

LE SCHEDE a cura dei tecnici del Settore Opere pubbliche e Mobilità:

- Interventi di riparazione e rafforzamento post sisma della chiesa di S. Maria della Visitazione, detta della "Madonnina", e dell'annessa canonica, in via Formignana a Ferrara, dell'importo complessivo di 1.088.798 euro (Iva compresa) con finanziamento della Regione Emilia Romagna
Gli interventi in progetto prevedono la riparazione e il rafforzamento locale dei corpi di fabbrica, per i quali si provvederà a risarcire i danni causati dal terremoto e a consolidare le strutture murarie al fine di migliorare il comportamento complessivo del fabbricato in risposta ad un eventuale altro terremoto, nel rispetto della storicità dei luoghi.
Tra gli interventi in programma figurano:
- Collegamento con cordolo metallico in sommità: per il solo corpo di fabbrica della Chiesa si prevede la realizzazione di un cordolo di coronamento in sommità al perimetro delle pareti, che si configura come un intervento di consolidamento
- Consolidamento posteriore della facciata
- Consolidamento del piano di copertura e della relativa struttura portante
- Inserimento di tiranti
- Consolidamento delle volte in laterizio
- Riparazione delle murature
- Consolidamento del solaio del primo piano dell'ex Convento
- Coperture: il progetto esecutivo prevede il completo smontaggio con successivo rimaneggiamento del manto di copertura previa posa di una guaina impermeabilizzante, il riposizionamento di nuove lattonerie in lamiera di rame, il ripristino degli abbaini e dei principali camini esistenti.
- Opere di finitura:
Per la chiesa il progetto prevede il ripristino e la ripresa degli intonaci lesionati o distaccati e, a finire, la completa tinteggiatura interna previa valutazione materica e cromatica eseguita in accordo con la Soprintendenza. E' opera di finitura esterna la verniciatura, in tono mimetico rispetto agli apparati murari adiacenti, delle strutture metalliche di consolidamento del frontone e della vela campanaria.
Per la canonica si prevede la tinteggiatura dei locali di servizio alle funzioni religiose, previo ripristino e ripresa degli intonaci lesionati e/o distaccati conseguentemente all'esecuzione delle opere di riparazione e rafforzamento strutturale.
Per l'ex convento si prevede la demolizione di tutte le murature incongrue non strutturali, dei pavimenti con relativi sottofondi con smontaggio ed accatastamento per un loro successivo riutilizzo di pavimenti di pregio in cotto. La demolizione delle murature incongrue permette inoltre di liberare al piano terra le colonne di quello che probabilmente doveva essere l'originale atrio di ingresso del convento.
- Opere di rimozione e rifacimento degli impianti termoidraulici ed elettrici esistenti.

- Progetto esecutivo relativo all'intervento "La Grande Cornice Verde", nell'ambito del POR FESR 2014-2020 (Asse 5 - Valorizzazione delle risorse artistiche, culturali e ambientali), dell'importo complessivo di 1.490.000 euro, comprendente quattro sub-interventi:
1  Baluardo di San Lorenzo: recupero strutturale
2  Baluardo dell'Amore: Parco Archeologico
3  Piazza Verdi: riqualificazione
4  Porta Paola: forniture arredi

1 Baluardo di San Lorenzo: recupero strutturale
Finalità dell'intervento è il recupero completo del bene monumentale, restaurandone il paramento murario esterno e realizzando una nuova struttura portante della parete, ma slegata ed indipendente dalla struttura ormai compromessa, attraverso la realizzazione di nuovi setti in calcestruzzo posati su palificata di fondazione pressoinfissa.
Queste opere renderanno sicura la parete in muratura del Baluardo, consentendo il ripristino della piena funzionalità del terrapieno destinato a parcheggio e sede del mercato settimanale.
Sarà comunque necessario effettuare ulteriore scavo del terrapieno al fine di raggiungere le quote delle fondazioni originali e realizzare importanti opere provvisionali e di puntellamento della parete di paramento murario che permettano l'esecuzione delle lavorazioni in completa sicurezza.
Infine, i lavori di scavo interni saranno anche l'occasione per approfondire meglio la conoscenza e le trasformazioni temporali del Baluardo, dalla coesistenza con il "Castelnuovo" alla conformazione attuale in seguito alla realizzazione della Porta Paola.

2 Baluardo dell'Amore: Parco Archeologico
A seguito del completamento degli scavi archeologici e dell'esecuzione delle opere di restauro e consolidamento dei ritrovati, sono state eseguite le indagini archeologiche mirate ad esplorare la sequenza stratigrafica dei paramenti murari e dei pavimenti oltre che i rilievi architettonici dell'intera area interessata mediante laser-scanner; ciò ha permesso di rappresentare fedelmente lo stato di fatto e di ricostruire la storia del luogo, dal Quattrocento ad oggi.
Sulla base di queste conoscenze prende forma il progetto per la realizzazione del Parco Archeologico del Baluardo dell'Amore che, nel rispetto della conservazione dei ritrovati, propone la valorizzazione del bene al fine di "raccontare" al visitatore una parte di storia estense fra le più importanti della Ferrara antica.
Si  potranno  ammirare  dopo  circa  400  anni  le  strutture  originarie,  tombate  per disposizioni papali attorno al 1630 e ricalcare le orme dei predecessori estensi del XV e XVI secolo, attraversando la piazza d'armi, passando sotto ed all'interno del I livello della Porta dell'Amore, piuttosto che salire sulle antiche cannoniere per immaginarsi scene belliche difensive e ritrovare gli originari coni ottici delle guardie estensi. L'esigenza di un intervento funzionale volto alla ricucitura del percorso sopra mura ed alla permeabilità pedonale della cinta muraria, fra città e vallo sottomura, hanno presentato  l'occasione  per  disegnare  i  percorsi  di  visita  del  Parco  Archeologico ricalcando fedelmente i percorsi degli estensi.

3 Piazza Verdi: riqualificazione
La superficie complessiva interessata dalle opere è di circa 1.500 mq. Tra gli interventi in programma figurano:
- Risagomatura complessiva della piazza

Il progetto prevede di mantenere pressoché invariate le quote del colmo stradale di via Spronello e del compluvio di via Verdi, modificando invece quelle di tutta la parte destinata a piazza vera e propria.
- Pavimentazione

Sui marciapiedi in via Castelnuovo e in via Mayr verrà realizzata una pavimentazione in lastre di pietra naturale di Trachite colore grigio (tipo Magma White o equivalente) o pietra Alberese a finitura sabbiata o bocciardata, di larghezza cm 30/40, lunghezza a correre e spessore cm 4, lo stesso materiale sarà utilizzato come  bordo di finitura sia nei marciapiedi che nei gradoni di ingresso alla piazza. La pavimentazione in pietra verrà posata con il  classico mix di sabbia grossa mista a cemento.
In tutta la restante superficie dell'area di progetto: il sedime di via Castelnuovo, la parte centrale della piazza sostanzialmente complanare, le rampe di collegamento e l'area destinata alla sosta cicli in via Verdi, sarà realizzata una pavimentazione architettonica con effetto sasso lavato in conglomerato cementizio e graniglie naturali di varie granulometrie e toni cromatici.
- Aiuole e arredo

Il perimetro della piazza è interamente definito da grandi vasche in acciaio corten. Le parti più basse delle pareti di contenimento delle aiuole saranno sagomate in modo da costituire superfici di seduta all'interno della piazza.
- Impianti

Verrà realizzato un nuovo impianto per la raccolta delle acque meteoriche da collegare alla fognatura pubblica. Verranno realizzate le opere necessarie alla realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione attorno alla piazza e nella piazza stessa. Verranno realizzati i pozzetti per l'allacciamento alla rete idrica esistente dell'impianto di irrigazione previsto  all'interno delle aiuole. Verranno realizzate le opere edili necessarie ad un nuovo allacciamento alla linea ENEL a servizio delle attività nella piazza e interrate due tubazioni tra via scienze e l'ingresso del teatro Verdi per il collegamento alla rete dati.

4  Porta Paola: forniture arredi
Allestimento per il Centro di documentazione sulle mura urbane di Ferrara all'interno del fabbricato Porta Paola.

 

Assessorato alla Cultura, Turismo, Giovani, Cooperazione Internazionale - Politiche per la pace, vicesindaco Massimo Maisto:

Il 2 giugno ingresso gratuito ai musei comunali
Festa della Repubblica all'insegna della cultura per i ferraresi e i turisti che vorranno approfittare dell'apertura gratuita dei musei civici a Ferrara il prossimo 2 giugno. Anche quest'anno infatti l'Amministrazione comunale ha voluto partecipare al programma delle celebrazioni cittadine, coordinate dalla Prefettura, per la ricorrenza dell'anniversario della fondazione della Repubblica, offrendo l'ingresso libero alla Palazzina di Marfisa d'Este, al Museo di Storia Naturale, al Museo del Risorgimento e della Resistenza, al Padiglione d'Arte Contemporanea e al Museo della Cattedrale.

Sostegno a iniziative culturali in città
E' di 4.500 euro il contributo comunale destinato all'associazione Autori Diari di Viaggio per la realizzazione dell'iniziativa "Festival Autori Diari di Viaggio", che si è svolto a Ferrara dal 4 al 6 maggio scorsi, con la finalità di promuovere il disegno ed il carnet di viaggio attraverso mostre, conferenze, laboratori creativi, workshop.
Ammonta invece a 3.500 euro l'erogazione a favore dell'associazione Il Turco di Ferrara per la realizzazione dell'iniziativa "Appuntamento al mercato", con l'allestimento all'interno del Mercato Comunale di via Boccacanale di Santo Stefano di un mercato temporaneo a integrazione delle bancarelle ancora attive, e di altre iniziative, in occasione della manifestazione 'Interno verde', dall'11 al 13 maggio scorsi.

Ingresso gratuito al Museo di Storia Naturale per la serata musicale dedicata alla biodiversità
In occasione della "Giornata Internazionale della Biodiversità", sabato 26 maggio prossimo il Museo civico di Storia Naturale proporrà una serata musicale gratuita aperta al pubblico dal titolo "I suoni della biodiversità" con la collaborazione del Conservatorio di Musica "G.Frescobaldi". Dalle 21 alle 23 i musicisti suoneranno brani incentrati sulla riproduzione musicale dei suoni e dei canti degli animali, in tre diverse sale del Museo e i visitatori saranno invitati a seguire una sorta di "percorso musicale" che partirà dal piano terra proseguendo poi nelle sale del piano superiore.
Per l'occasione, la Giunta ha quindi approvato l'ingresso serale gratuito al Museo dalle 21.

 

Assessorato al Commercio, Semplificazione Amministrativa, Servizi Informatici, Patrimonio, assessore Roberto Serra

Aggiornato l'elenco degli organizzatori di eventi nel territorio comunale
Sono una settantina i soggetti privati organizzatori di eventi e manifestazioni nel territorio comunale con particolare interesse pubblico, che compaiono nell'apposito elenco aggiornato approvato stamani dalla Giunta, come previsto dal Regolamento comunale di occupazione del suolo pubblico. In base a una modifica di quest'ultimo Regolamento deliberata nel 2016, i soggetti inseriti nell'elenco, qualora, nell'ambito delle proprie manifestazioni, intendano adibire aree allo svolgimento di attività commerciali, potranno usufruire di un canone scontato dell'80%.

Collaborazione alla manifestazione enogastronomica "Sapori dell'Emilia Romagna"
E' in programma per il 26 e 27 maggio 2018 in via Garibaldi a Ferrara la manifestazione enogastronomica "Sapori dell'Emilia Romagna" per la cui realizzazione il Comune di Ferrara garantirà la propria collaborazione organizzativa e logistica all'agenzia Feshion Eventi. La manifestazione, alla sua terza edizione, mira a far conoscere e promuovere le eccellenze enogastronomiche dell'Emilia Romagna, con l'allestimento di stand di degustazione di prodotti proposti da aziende alimentari e vinicole del territorio.

 

Assessorato al Decentramento e Sport, assessore Simone Merli:

Nuova assegnazione in gestione per l'area sportiva di via Moggi a San Bartolomeo in Bosco
Saranno affidate all'Asd San Bartolomeo in Bosco la manutenzione e la gestione dell'area sportiva attrezzata in via Moggi a San Bartolomeo, comprendente un campo da tennis in terra rossa e un campo in sabbia per il beach volley (priva dei servizi di base: spogliatoi, docce e servizi igienici) . L'Asd, essendo già concessionaria dell'adiacente campo di calcio, risulta infatti l'unica in grado di garantire l'utilizzo di spogliatoi e servizi igienici all'utenza interessata, oltre a personale immediatamente reperibile da dedicare alla custodia e manutenzione dell'area sportiva stessa, nonché l'uso del defibrillatore automatico.
Il nuovo affidamento in gestione si è reso necessario dopo la recessione anticipata dal contratto da parte del precedente gestore.
In base allo schema di concessione approvato oggi dalla Giunta, non è previsto il versamento di un canone annuo, vista la destinazione dell'area sportiva ad un uso del tutto gratuito da parte della cittadinanza, e fruibile solo nel periodo estivo, e vista la mancanza dei servizi di base. La durata della concessione sarà parificata a quella del campo di calcio di San Bartolomeo in Bosco, ossia con scadenza il 30 giugno 2024.

Prorogato l'affidamento dell'impianto sportivo comunale di via Pastro
Sarà prorogata fino al 31 dicembre prossimo la convenzione fra il Comune di Ferrara e la Polisportiva "O. Putinati", per l'affidamento a quest'ultima dell'uso e della gestione dell'impianto sportivo, di proprietà comunale, composto da campo polivalente e palestra (entrambi con annessi spogliatoi e servizi igienici) in via Pastro a Ferrara. La proroga è stata decisa in attesa dell'ultimazione di un bando ad evidenza pubblica per l'affidamento della nuova concessione dell'intero complesso sportivo.

 

Le delibere approvate nel corso delle sedute della Giunta comunale vengono pubblicate nei giorni successivi, con le modalità e nei termini di legge, sulle pagine internet dell'Albo Pretorio on line del Comune di Ferrara all'indirizzo http://www.comune.fe.it/index.phtml?id=1818 

Immagini scaricabili:

chiesa_madonnina.jpg