Comune di Ferrara

venerdì, 22 febbraio 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > A sei anni dal terremoto: una comunità che ha reagito con forza e determinazione

A sei anni dal terremoto: una comunità che ha reagito con forza e determinazione

20-05-2018 / Punti di vista

di Tiziano Tagliani

Carissime concittadine, carissimi concittadini,
sono passati 6 anni dalle forti scosse del terremoto del 20 e 29 maggio 2012. E' una ferita profonda che la nostra comunità non dimenticherà. Una comunità che, però, ha reagito con forza e determinazione.
Dal prossimo anno saremo ufficialmente fuori dal "cratere" e non potremo ricorrere a nove candidature di progetti e risorse, é dunque tempo di verifiche in un paese come l'Italia dove puntualmente a questo punto - in altri contesti di tempo e luogo - scema il ricordo per i lutti ed il rimpianto per le perdite dei tesori d'arte e si apre lo spazio di polemiche infinite su ritardi, occasioni mancate, reciproche accuse di responsabilità.
Noi siamo i testimoni di una Italia invece che sa reagire, nell'immediata emergenza con i VVFF e la protezione civile, con Carabinieri ed Volontariato con le Istituzioni coese e presenti sui territori.
Siamo i testimoni di un territorio che ha tratto il meglio dalla convinta collaborazione con il Governo alla quotidiana relazione con la Regione Emilia Romagna.
Da subito abbiamo rialzato la testa e ci siamo rimessi in piedi: hanno ripreso le attività commerciali, sono state riattivate le produzioni delle aziende, abbiamo riaperto scuole e palestre prima inagibili, abbiamo costruito una nuova scuola materna, recuperato e riqualificato i nostri beni pubblici e monumentali, siamo intervenuti sull'edilizia residenziale pubblica, abbiamo sostenuto gli interventi di edilizia privata, aiutato persone e famiglie e continueremo a lavorare solidali con chi non ha ancora completato gli interventi di ricostruzione.
I cantieri sono in parte terminati, avviati a conclusione comunque tutti già dotati delle risorse finanziarie necessarie fino al loro completo collaudo.
Dopo sei anni possiamo affermare di essere stati una comunità solidale e unita, che ha dimostrato la propria capacità di collaborare e per questo vorrei ringraziare ancora istituzioni, partiti di maggioranza ed opposizione, dipendenti comunali, sindacati, forze dell'ordine, organi di informazione, associazioni e volontari, commercianti ed imprenditori, aziende e ordini professionali, che hanno saputo resistere e restare in piedi, tendersi la mano e darsi coraggio ed aiuto reciproco per rispondere a tutte le necessità.
Ciò che più ci inorgoglisce è l'aver creato con queste grandi opere nuove occasioni e nuove funzionalità per tanti importanti contenitori cittadini: dai Diamanti al Massari, Da Schifanoia a Porta Paola immaginando e poi progettando quindi avviando a realizzazione una Ferrara nuova capace di competere in Italia con realtà anche più ricche, non meno dotate di patrimonio culturale ed artistico, abbiano accompagnato idee e progetti, raccolto collaborazioni e suggerimenti, incontrato la disponibilità del ministro Franceschini, per le risorse che non potevano essere attinte dal fondo per il sisma, ma anche delle strutture periferiche del Mibact che ci ha consentito di fare bene e presto.
Oggi il nostro pensiero va anche alle comunità di altri paesi a noi vicini, alcuni dei quali hanno sofferto di più, purtroppo anche con alcune vittime tra i loro concittadini e a cui va il nostro abbraccio fraterno.
Per condividere il percorso che abbiamo fatto, ricordando, emozionandoci, sorridendo, invito tutti Martedì 29 maggio a venire in Piazza Trento Trieste. Perché quando non siamo soli, siamo più forti.
Ringraziando tutti, sono orgoglioso di essere cittadino di Ferrara.

Tiziano Tagliani, sindaco di Ferrara