Comune di Ferrara

martedì, 22 gennaio 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Focus group su "Cambiamenti climatici e gestione del rischio nelle città"

PIANIFICAZIONE TERRITORIALE - Martedì 20 novembre alle 9.30 al Castello Estense (largo Castello 1, Ferrara)

Focus group su "Cambiamenti climatici e gestione del rischio nelle città"

16-11-2018 / Giorno per giorno

Martedì 20 novembre 2018 dalle 9.30 alle 17 nella sala dei Comuni del Castello Estense (largo Castello 1, Ferrara) si terrà il focus group locale dal titolo "Cambiamenti climatici e gestione del rischio nelle città". L'appuntamento rientra nell'ambito del 'Progetto Europeo Protecht2Save - Programma Central Europe', di cui il Comune di Ferrara è partner attraverso il Settore Pianificazione Territoriale. La registrazione partecipanti è prevista alle 9.30 e alle 9,50 interverrà per i saluti istituzionali Roberta Fusari, assessora comunale all'Urbanistica, Edilizia, Rigenerazione Urbana, Unesco, Partecipazione; seguirà la presentazione dei lavori da parte di Davide Tumiati, Project Manager del Progetto Protecht2Save e Dirigente del Settore Pianificazione Territoriale del Comune di Ferrara. Il programma dettagliato degli interventi della giornata è scaricabile nel pdf allegato in fondo alla pagina.

LA SCHEDA a cura del'Ufficio Relazioni Internazionali del Comune - I rischi per il patrimonio culturale derivanti dai cambiamenti climatici al centro dei lavori del Local Focus Group nell'ambito del Progetto Interreg Central Europe "ProteCHt2save - Risk assessment and sustainable protection of Cultural Heritage in changing environment", in programma martedì 20 novembre nella Sala dei Comuni del Castello Estense a partire dalle 9.30.
L'organizzazione, a cura del Settore Pianificazione Territoriale e dell'Ufficio Progettazione Europea del Comune di Ferrara, partner del progetto europeo Interreg Central Europe "Protecht2Save" coordinato dall'Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima del CNR di Bologna, ha riunito professionisti ed esperti operanti nel territorio in un confronto finalizzato all'approfondimento e all'affondo puntuale sulla realtà locale.
Dalle lezioni derivanti dalle esperienze di gestione dei beni culturali all'indomani del sisma del 2012 alle connessioni tra protezione idraulica del territorio e attenzione ai sistemi fognari, gli interventi che si susseguiranno dalle 10 alle 17 serviranno a comporre la visione di un processo integrato di salvaguardia del territorio e delle sue espressioni culturali. L'orizzonte, quello per cui prevenzione e risposta all'emergenza sono progettate e messe in atto in sinergia e discendono da infrastrutture e protocolli d'intervento coerenti alle risorse proprie di queste terre. I lavori, così come il dibattito finale, sono aperti al pubblico. In allegato (scaricabile in fondo alla pagina), il programma dettagliato del Focus Group.

Disastri e catastrofi naturali mettono a rischio non solamente la conservazione dei beni del patrimonio culturale e i valori storici, artistici e culturali, che vi sono associati, ma anche la sicurezza dei visitatori, degli operatori e delle comunità. Inoltre, sono indiscutibili le conseguenze negative sulla qualità della vita e sulle economie locali a causa della perdita di entrate provenienti dal turismo, inteso anche come fonte di supporto economico alle popolazioni locali che dipendono da esso.
Il progetto ProteCHt2Save contribuisce al rafforzamento delle capacità del settore pubblico e privato di mitigare l'impatto del cambiamento climatico e delle calamità naturali sulla città e sui siti del patrimonio culturale, le sue strutture e i suoi manufatti. Il progetto si focalizza sui temi legati: all'individuazione e sviluppo di soluzioni fattibili (e su misura) per la resilienza delle città e degli edifici in caso di inondazioni e piogge eccezionali, alle isole di calore urbano, al supporto alle autorità locali e regionali per la preparazione di misure, piani e azioni orientate a limitare i danni potenziali delle conseguenze di tale cambiamento (evacuazioni in caso di emergenze).

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: