Comune di Ferrara

giovedì, 13 dicembre 2018

Dove sei: Homepage > Lista notizie > "Casa Niccolini": conclusi i lavori di restauro e riqualificazione architettonica della futura biblioteca dedicata a bambini e ragazzi

ASSESSORATO LAVORI PUBBLICI - Sopralluogo del sindaco Tagliani e dell'ass. Modonesi con i giornalisti al cantiere di via Romiti. Apertura prevista nel marzo 2019

"Casa Niccolini": conclusi i lavori di restauro e riqualificazione architettonica della futura biblioteca dedicata a bambini e ragazzi

07-12-2018 / Giorno per giorno

Si è svolta venerdì 7 dicembre a casa Niccolini in via Romiti 13 a Ferrara, una conferenza stampa per illustrare la conclusione dei lavori di restauro e riqualificazione architettonica di "Casa Niccolini", a cura dell'assessorato ai Lavori Pubblici del Comune di Ferrara.

All'incontro con i giornalisti sono intervenuti il sindaco Tiziano Tagliani, l'assessore ai Lavori Pubblici Aldo Modonesi, il capo Settore Opere Pubbliche e Mobilità Luca Capozzi, la dirigente del Servizio Beni Monumentali Natascia Frasson, i tecnici collaboratori e i progettisti.

"Con questo intervento di restauro e riqualificazione - ha affermato il sindaco Tagliani - andiamo a completare il progetto del Polo delle Carte che mette in campo in un'area prestigiosa della città i servizi della biblioteca Ariostea per adulti e ragazzi e il patrimonio dell'Archivio Storico. A tutti coloro che hanno partecipato a questa realizzazione va il mio personale ringraziamento e quello di tutti i ferraresi che hanno a cuore il nostro patrimonio culturale e urbanistico". 

"Per un cantiere che finisce altri dodici sono attivi e operativi nella nostra città - ha aggiunto l'ass.Modonesi - e hanno tutti l'obiettivo di restituire alla fruizione della collettività edifici e spazi strategici con una storia importante alle spalle. Ora è tutto pronto per ospitare gli arredi della nuova biblioteca dedicata ai bambini e ragazzi che ipotizziamo di aprire ufficialmente nel marzo 2019". 

"Abbiamo adottato soluzioni tecnologicamente avanzate e basate sui criteri di sostenibilità ambientale - hanno sottolineato l'ingegner Capozzi e l'architetta Frasson - con la scelta di materiali nuovi e il riutilizzo di elementi appartenenti all'edificio originario. Pensiamo che sia importante ospitare le giovani generazioni in un edificio accogliente che racconterà in ogni suo angolo i principi del riuso e dell'attenzione all'ambiente".

All'incontro hanno partecipato anche rappresentanti e soci della Società Dante Alighieri e Amici della Biblioteca Ariostea che nel nuovo spazio di via Romiti troveranno la propria sede.  

DOCUMENTAZIONE scaricabile in fondo alla pagina (schede, foto, planimetrie)

>> LA SCHEDA (a cura del Servizio Beni Monumentali del Comune di Ferrara) - Lavori di riparazione e miglioramento strutturale post sisma Casa Niccolini di Ferrara Via Romiti 11 - 13 Ferrara
Responsabile del Procedimento in fase di Progettazione: Ing Luca Capozzi
Responsabile del Procedimento in fase di Esecuzione: Arch. Natascia Frasson
Servizio Beni Monumentali e Centro Storico - Settore Opere Pubbliche e Mobilità

Obiettivi dell'intervento - Nell'ambito del programma di recupero delle Opere Pubbliche e dei Beni Culturali danneggiati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012, l'Amministrazione Comunale della Città di Ferrara - in coordinamento con la Regione Emilia Romagna - ha individuato, tra gli interventi urgenti, la riparazione e il miglioramento strutturale Casa Niccolini.
Casa Niccolini è un fabbricato di origine medievale trasformato nel corso dei secoli, soprattutto nel XIX e nel XX secolo, quando assume l'aspetto attuale.
A causa delle modifiche subite sia all'esterno che all'interno dell'edificio non permangono elementi architettonici o artistici di particolare pregio.
La casa assume un certo interesse storico in quanto (come ricorda la lapide posta sulla facciata) questa fu dimora di Pietro Niccolini (22 gennaio 1866 - 15 ottobre 1939) personaggio di primo piano nella Ferrara di fine Ottocento ed i primi anni del Novecento. Oltre ad essere conosciuto come giornalista e saggista, rivestì la carica di sindaco della città, di senatore e di presidente della Società Dante Alighieri, di cui fu il fondatore.
Il senatore Niccolini alla sua morte lasciava l'immobile all'Opera Pia "Lascito Niccolini" costituitasi presso la Cassa di Risparmio di Ferrara. La nuova proprietà negli anni 1970 e 1980 eseguì una serie di interventi edilizi.
Solo nel 1987 il Comune di Ferrara decideva di acquistare Casa Niccolini dall'Opera Pia citata, per avere un edificio sufficientemente vicino a Palazzo Paradiso, al fine di destinarlo a deposito libri ed ampliare la capacità libraria della Biblioteca Ariostea.
L'intera area e' stata pertanto trasformata nella sezione della biblioteca dedicata ai ragazzi con spazi appositi per la lettura e per la didattica, in collegamento con la Biblioteca Ariostea.
Al proprio interno, oltre alle sale dedicate alla lettura dei più giovani e alle attività didattiche, ospiterà anche la sede dell'Associazione Dante Alighieri.

Descrizione dell'intervento - Nell'ambito di un inquadramento unitario degli interventi di progetto per il miglioramento sismico di Casa Niccolini, è stata realizzata una soluzione progettuale in conformità ai criteri di sicurezza, di tutela e conservazione dell'edificio, ritenendo opportuno prevedere interventi sulle strutture volti a sanare sia le vulnerabilità in ambito sismico che le deficienze statiche e di sicurezza, che sul rifacimento e miglioramento della parte impiantistica, sulla conseguente riqualificazione architettonica.
A seguito degli eventi sismici del maggio 2012, alcuni elementi strutturali di casa Niccolini avevano subito gravi danni con conseguenti rotture di alcune parti, parziali crolli ed un consistente quadro fessurativo che, vista la vetustà della casa, ne hanno inficiato la possibilità all'utilizzo.
La particolarità dell'edificio, è la sostenibilità ambientale: per il riscaldamento e' stato realizzato un sistema a pompa di calore con pozzi geotermici.
L'intervento ha previsto anche la realizzazione di un ampliamento, un nuovo corpo che si presenta come recupero volumetrico, realizzato in struttura tradizionale latero-cementizia, rivestita con un sistema a facciata ventilata con pannelli di rame aggraffati e serramenti esterni ad alta prestazione; Tale nuovo elemento assume la funzione di nodo di collegamento fra gli spazi riqualificati di casa Niccolini e il complesso esistente della Biblioteca Ariostea, attraverso lo storico giardino.
Entro marzo 2019 la struttura potra' essere utilizzata a pieno regime, avendo per tale data completato anche le forniture degli arredi .

Dati contratto - IMPRESA PROSERVICE COSTRUZIONI srl- Modena
Contratto REP 4700 del 21.09.2016 n. 6029

Stato dei lavori - Inizio Lavori: 11.07.2016
Fine Lavori : novembre 2019
Finanziamento - Importo complessivo dell'opera: € 1.184.905,08
Tipologia di finanziamento - Contributi Regionali assegnati con finanziamento concesso dal Commissario Delegato: € 335.263,12
Importo finanziato con fondi comunali (assicurazione): € 299.641,96
Importo finanziato con fondi donazioni private (sms): € 550.000,00

Referenti

Progetto architettonico Arch. Raffaela Vitale, Arch Francesca Barbuto (collaboratore), Davide Costa
Geom Riccardo Malagutti
Direzione Lavori Arch. Raffaela Vitale, Arch Francesca Barbuto (collaboratore), Davide Costa, Geom Riccardo Malagutti, Arch Nevina Falchi

Progetto e D.O strutture Ing. Davide Grandis, Ing Davide Giuriola (collaboratore)

Progetto e D.O impianti  Ing. Massimo De Marchi

Coordinatore sicurezza progettazione ed esecuzione Arch. Giuseppe Rondinelli

 

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: