Comune di Ferrara

sabato, 19 gennaio 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > 'Noi, parti offese': un gioco di ruolo per sperimentare la solidarietà in scena

CENTRO MEDIAZIONE - Il 20 febbraio alle 15 a Bologna presentazione e distribuzione gratuita. Aperte le adesioni

'Noi, parti offese': un gioco di ruolo per sperimentare la solidarietà in scena

08-01-2019 / Giorno per giorno

(Comunicato a cura del Centro di mediazione del Comune di Ferrara)
Teatro dell'Argine e la Fondazione emiliano-romagnola per le vittime dei reati presentano il kit didattico Noi, parti offese. Solidarietà in scena.
Si tratta di un gioco di ruolo pensato per promuovere tra gli adolescenti comportamenti responsabili, di solidarietà e rispetto della legge, incominciando dal riflettere sulle conseguenze della violenza. Realizzato dalla Fondazione e dal Teatro dell'Argine, insieme al Comune di Ferrara e alla Regione Emilia-Romagna, Noi, parti offese. Solidarietà in scena verrà sperimentato e consegnato gratuitamente ai partecipanti nell'evento che si terrà a Bologna mercoledì 20 febbraio 2019, alle 15, presso il Palazzo Legacoop (via Aldo Moro, 16).
L'incontro è rivolto a insegnanti, psicologi scolastici, educatori, operatori delle associazioni o dei servizi che svolgono interventi educativi con gli adolescenti su temi quali la violenza di genere, il bullismo, i rischi del web, per promuovere valori di solidarietà, legalità, rispetto dell'altro.

Un pomeriggio per conoscere ancora più a fondo le attività e le pratiche della Fondazione Emiliano-Romagnola per le vittime di reato.
Scopriremo insieme, grazie ad un gioco da tavolo interattivo, come avviare l'intervento della Fondazione e quali storie possono essere oggetto del nostro lavoro. 
A ciascun partecipante verrà consegnata una copia del gioco da tavolo affinché possa utilizzarlo nelle proprie scuole, centri educativi o ricreativi o nelle situazioni in cui ritiene possa essere d'aiuto.
L'incontro è gratuito, ma a numero chiuso per ragioni organizzative. Gli interessati alla partecipazione possono chiedere informazioni alla mail centro.mediazione@comune.fe.it

 

Immagini scaricabili:

noi parti offese 20feb2019