Comune di Ferrara

domenica, 21 aprile 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Novità sulle agevolazioni per gli abbonamenti bus, aggiornato il Piano comunale anticorruzione, dimezzate le tariffe delle palestre per le attività under 16

GIUNTA COMUNALE - Le principali delibere approvate nella seduta del 29 gennaio 2019

Novità sulle agevolazioni per gli abbonamenti bus, aggiornato il Piano comunale anticorruzione, dimezzate le tariffe delle palestre per le attività under 16

29-01-2019 / Giorno per giorno

Queste le principali delibere approvate nella riunione della Giunta comunale di martedì  29 gennaio 2019:

Assessorato alla Sanità, Servizi alla Persona, Politiche Familiari, assessore Chiara Sapigni:

Abbonamenti agevolati per il trasporto pubblico: novità su tariffe, procedure e categorie di aventi diritto alle riduzioni
(Nota a cura dell'Assessorato ai Servizi alla Persona del Comune di Ferrara)

La Giunta comunale ha approvato oggi una delibera sugli abbonamenti agevolati Tper per l'anno 2019 che recepisce l'accordo tra le Organizzazioni Sindacali e il Distretto Centro Nord, con capofila il Comune di Ferrara.
Contemporaneamente è stato approvato anche il testo del protocollo operativo che verrà a breve sottoscritto tra lo stesso Distretto e Tper.
Per le categorie di cittadini aventi diritto alle riduzioni tariffarie sugli abbonamenti annuali agevolati al trasporto pubblico urbani ed extraurbani previste dagli accordi regionali (disabili, anziani con più di 65 anni e ISEE inferiore a 15.000 euro, famiglie con quattro e più figli con ISEE inferiore a 18.000 euro) è prevista la proroga fino al 31 marzo 2019 dell'Avviso in vigore per presentare la domanda di rimborso da parte del Comune (v. CronacaComune del 16 gennaio 2019).

Dall'1 aprile prossimo la nuova procedura, condivisa con TPER, prevede invece che i Comuni verifichino i requisiti delle persone richiedenti prima che queste si presentino allo sportello Tper a ritirare l'abbonamento agevolato già ridotto grazie al contributo del Comune. Si tratta di procedure più snelle, a favore dei cittadini aventi diritto alle riduzioni tariffarie che potranno così acquistare direttamente l'abbonamento a prezzo ulteriormente scontato agli sportelli Tper.
Il Comune, quindi, liquiderà direttamente a Tper il contributo per ogni utente avente i requisiti per la riduzione.
Sono state inoltre rimodulate le fasce Isee ed aumentati i contributi ai cittadini che ne hanno diritto (v. tabelle in allegato scaricabili a fondo pagina).

Sempre dall'1 aprile 2019 verranno poi inserite nuove categorie di cittadini che potranno usufruire di riduzioni tariffarie sugli abbonamenti TPER, ossia le famiglie con tre figli e Isee inferiore a 15.000 euro e le famiglie monogenitoriali con figli (a partire da uno) con Isee inferiore a 15.000 euro. Queste tipologie di utenti si aggiungono a quelle già inserite nel 2018, ossia le famiglie degli utenti dell'Emporio Solidale "Il Mantello" e i detenuti coinvolti in attività esterne al carcere.
Per questi quattro gruppi di utenti il contributo del Comune sarà fisso di 60 o 120 euro (a seconda se urbano o extraurbano) sul prezzo del normale abbonamento già acquistato allo sportello Tper.
Per individuare gli aventi diritto uscirà, sempre dopo l'1 aprile prossimo, uno specifico avviso che stabilirà le modalità per presentare al Comune la domanda di contributo che, in questo caso, sarà una restituzione a posteriori esattamente come è stato finora per gli altri utenti.
(v. in allegato scaricabile a fondo pagina le tabelle di dettaglio per le diverse categorie di agevolazioni)

 

Assessorato agli Affari Generali, Affari Legali, Relazioni Istituzionali, sindaco Tiziano Tagliani:

Nuovo aggiornamento del Piano comunale per la prevenzione della corruzione
Tiene conto delle indicazioni contenute nell'"Aggiornamento 2018 al Piano Nazionale Anticorruzione" dell'Anac (del 21 novembre 2018), l'aggiornamento del 'Piano Triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza (Ptpct) 2019-2021' del Comune di Ferrara che è stato approvato stamani dalla Giunta.
Il Piano comunale era stato ratificato dalla Giunta nel 2014, fra i documenti adottati in attuazione della legge sulle 'Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione' (n.190 del 6 novembre 2012).
L'aggiornamento deliberato stamani giunge dopo la pubblicazione della Relazione annuale 2018 del Responsabile comunale della prevenzione della corruzione (in base all'art. 1, comma 14, della Legge n.190/2012) sul sito del Comune (all'interno della sezione "Amministrazione trasparente", sotto sezione "Altri contenuti - Prevenzione della Corruzione" http://www.comune.fe.it/index.phtml?id=3611), dove sarà presto disponibile anche l'aggiornamento approvato oggi. All'interno di quest'ultimo vengono, tra l'altro, indicati gli impegni e le azioni che, nel corso dell'anno 2019, l'Amministrazione comunale intende porre in atto per dare concretezza ed effettività alla disciplina della prevenzione della corruzione nell'ambito della propria attività.

 

Assessorato al Decentramento e Sport, assessore Simone Merli:

Confermata anche per il 2019 la riduzione del 50% delle tariffe d'uso delle palestre di Comune e Provincia per le attività sportive under 16
Sarà valida anche per tutto il 2019, con decorrenza dall'1 gennaio, la riduzione del 50%, approvata oggi dalla Giunta, della tariffa per la concessione in uso temporaneo delle palestre di Comune e Provincia per lo svolgimento delle attività motorie e sportive under 16. L'agevolazione, già attivata da maggio a dicembre 2018, è in particolare rivolta alle Associazioni Sportive Dilettantistiche cittadine regolarmente iscritte al registro del CONI, alle Federazioni Sportive e agli Enti di Promozione Sportiva riconosciuti dal CONI e alle Discipline Sportive Associate del CONI, nel rispetto dell'Ordinamento Sportivo Nazionale. Sarà inoltre riconosciuta alle Associazioni di Promozione Sociale iscritte ai registri di cui alla Legge Regionale 34/2005 e rientranti nei requisiti previsti per l'iscrizione nei registri Nazionali degli Enti del Terzo Settore di cui al D.lgs 03/07/2017 nr.117 Codice del terzo Settore.
L'intento dell'iniziativa è quello di favorire l'avvio alla pratica sportiva delle giovani generazioni, riducendo i costi a carico delle famiglie e contribuendo alla diffusione di una cultura rivolta ai corretti stili di vita e alimentazione e al contrasto dell'abuso di bevande alcoliche, fumo e altre sostanze.

Prorogato l'affidamento in gestione all'Uisp del Campo scuola di via Porta Catena
Sarà nuovamente prorogata, fino al 31 dicembre 2019, la convenzione con cui il Comune di Ferrara affida al Comitato Provinciale UISP - Lega di Atletica Leggera l'uso e la gestione del Campo Sportivo Scolastico Comunale di via Porta Catena, sempre a canone gratuito e con un sostegno economico annuo di 35mila euro. Il tutto in attesa della predisposizione di un bando di gara per l'affidamento in concessione ad un unico soggetto dell'intera "Cittadella dello Sport" costituita dai quattro impianti sportivi dell'area (Campo Sportivo Scolastico Comunale, Pattinodromo, Motovelodromo e Circolo Tennis "Le Mura"). Il progetto della "Cittadella dello Sport", che prevede diversi interventi di ristrutturazione, riqualificazione e completamento dei quattro impianti sportivi, per un totale di 1.550.000 euro, ha tra l'altro ottenuto un finanziamento del 50% tramite un bando regionale per l'impiantistica sportiva.

Spazi comunali in concessione ad associazioni sportive
Saranno prorogate fino al 30 giugno 2020 le convenzioni per la concessione in uso da parte del Comune di Ferrara all'Associazione Sportiva Dilettantistica 'Gruppo Teatro Danza' della palestra di piazzetta San Nicolò 4, a Ferrara, e all'associazione sportiva 'Jazz Studio Dance' della sala attrezzata di vicolo Boccacanale 3, entrambe di proprietà del Comune di Ferrara.

Rinnovata la concessione in uso al Comune del Palapalestre
Sarà rinnovata ancora fino al 31 dicembre 2019 la convenzione con cui il Coni concede al Comune di Ferrara l'uso e la gestione dell'impianto sportivo del "Palapalestre", con canone annuo di 36.600 euro.

 

Assessorato all'Urbanistica, Edilizia, Rigenerazione Urbana, assessore Roberta Fusari:

Candidato a finanziamenti europei un progetto ferrarese mirato a uno sviluppo urbano sostenibile
Ha per titolo RENAISSANCE (REgenerating Ferrara through NAture-based Innovative Solutions for Sustainable urban development alliANCEs) il progetto che il Comune di Ferrara intende candidare al bando europeo Urbact - Urban Innovative Actions (UIA) finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale Fesr a sostegno di  azioni innovative nell'ambito dello sviluppo urbano sostenibile. Il progetto, passato oggi al vaglio della Giunta, ha come tema centrale l'"Uso sostenibile del suolo e le soluzioni basate sulla natura".
Accanto al Comune di Ferrara in qualità di ente coordinatore, il progetto prevede la partecipazione di una serie di altri partner territoriali, tra cui l'Università di Ferrara, la Regione Emilia Romagna e il Consorzio di Bonifica di Ferrara, oltre a diversi stakeholder.
Per la sua realizzazione (durata prevista: 36 mesi + 12 mesi per l'attività di chiusura) è stato preventivato un costo totale di 6.250.000 euro, e in caso di approvazione l'80% sarà coperto da risorse FESR e il 20% dovrà essere coperto da co-finanziamento. A favore del Comune di Ferrara è previsto un budget di 1.239.058 euro, di cui l'80% finanziato dal Fondo FESR e il restante 20% coperto da somme consistenti nella valorizzazione dei costi dello staff interno coinvolto direttamente nella realizzazione del progetto.

LA SCHEDA (a cura del Settore Pianificazione territoriale del Comune di Ferrara
Tra le tante e più recenti iniziative avviate e sostenute dal Comune di Ferrara, quella connessa alla rigenerazione urbana delle Ex Distillerie Alc.Este, area industriale dismessa di circa 20ha, la più grande area di trasformazione della città, localizzata poco oltre le mura rinascimentali, a breve distanza dalla stazione ferroviaria e all'intersezione di due vie d'acqua, costituisce un'esperienza progettuale inedita, segnata da un percorso di pianificazione innovativo con l'ideazione di un Piano Urbanistico Attuativo (PUA) che affida alle prestazioni di interesse collettivo, identificate, progettate e realizzate con il coinvolgimento degli stakeholder locali (pioneers communities), un ruolo strategico di "motore" per la rigenerazione urbana ed economica dell'area. La sua trasformazione determinerebbe importanti ricadute per l'intero tessuto urbano e sociale comunale rievocando per principi ispiratori, organicità e relativa rilevanza dimensionale, l'Addizione Erculea che, realizzata sul finire del 400, rese Ferrara una tra le più importanti e moderne città europee.
Il processo attivato ha portato alla condivisione di una Visione al futuro incentrata sul tema dei giovani, di un Piano di Azione Incrementale articolato lungo tre assi strategici di intervento (Abitare la e nella ricerca; Servire la creative class; Vivere le sponde) e all'elaborazione di un Piano Urbanistico Attuativo che, insieme, costituiscono quella combinazione innovativa di piani urbani e progetti locali, fisici e spaziali richiamati dal Bando UIA, necessari per l'attivazione di modelli di business e finanziari innovativi.
In considerazione della particolare collocazione geografica dell'area (cinta per metà del suo perimetro da canali), e la centralità che l'acqua e la terra hanno storicamente rivestito per la città di Ferrara, RENAISSANCE project pone il tema delle infrastrutture blu e verdi al centro delle iniziative "innesco" che si intendono implementare nell'ambito dell'iniziativa UIA, elevandolo a principio insediativo fondamentale del futuro quartiere.

 

Assessorato alla Cultura, Turismo, Giovani, Cooperazione Internazionale - Politiche per la pace, vicesindaco Massimo Maisto:

Concesse in prestito per esposizioni e rassegne diverse opere delle collezioni ferraresi
Sono cinque le opere di proprietà delle Gallerie d'Arte moderna e contemporanea di Ferrara che dal 31 gennaio al 4 febbraio 2019 parteciperanno alla rassegna "Courtesy Emilia Romagna" nell'ambito di Arte Fiera a Bologna. Si tratta di due tele di Filippo de Pisis ('Fiori nel vaso', 1943, olio su tela) e Titina Maselli ('Parliamo di pittura (Il pittore Gilles Aillaud)', 1965, acrilico su tela), e di tre opere di Michelangelo Antonioni ('Montagne incantate' blow-up). La concessione del prestito è stata approvata oggi dalla Giunta che ha dato il via libera anche al prestito di un'opera di Giovanni Muzzioli ('I funerali di Britannico', 1836, olio su tela), di proprietà del Museo dell'Ottocento di Palazzo Massari alla mostra 'Ottocento. L'arte dell'Italia tra Hayez e Segantini', che si terrà dall'8 febbraio al 16 giugno 2019 ai Musei di San Domenico di Forlì.
Approvata, infine, anche la concessione di prestiti-scambi di opere di Giovanni Boldini. Alla Galleria nazionale di Roma Ferrara ha infatti richiesto, per la partecipazione alla rassegna 'Boldini e la moda', in programma a Palazzo dei Diamanti dal 16 febbraio prossimo, l'opera 'La Marchesa Casati con piume di pavone' (1913, olio su tela), che sarà concessa in prestito in cambio del dipinto di proprietà ferrarese 'Ritratto del giovane Subercaseux' (1891, olio su tela). Mentre al Musée des Beaux Arts di Bordeaux è stata richiesta da Palazzo dei Diamanti l'opera di Boldini 'Ritratto di Cecilia de Madrazo Fortuny' (1882, olio su tela) in cambio del 'Ritratto della Contessa Gabrielle de Rasty' (1879, olio su tela).

 

Le delibere approvate nel corso delle sedute della Giunta comunale vengono pubblicate nei giorni successivi, con le modalità e nei termini di legge, sulle pagine internet dell'Albo Pretorio on line del Comune di Ferrara all'indirizzo http://www.comune.fe.it/index.phtml?id=1818 

 

Allegati scaricabili: