Comune di Ferrara

venerdì, 15 febbraio 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Dalla Regione fondi per piste ciclabili e attività economiche, ok al progetto per il Mercato coperto, variazioni dell'imposta sulla pubblicità, avviso per contributi a manifestazioni in zona Giardino

GIUNTA COMUNALE - Le principali delibere approvate nella seduta del 5 febbraio 2019

Dalla Regione fondi per piste ciclabili e attività economiche, ok al progetto per il Mercato coperto, variazioni dell'imposta sulla pubblicità, avviso per contributi a manifestazioni in zona Giardino

05-02-2019 / Giorno per giorno

Queste le principali delibere approvate nella riunione della Giunta comunale di martedì 5 febbraio 2019:

 

Assessorato ai Lavori Pubblici e Mobilità, Sicurezza Urbana, Protezione civile, assessore Aldo Modonesi:

Dalla Regione contributi per tre piste ciclabili ferraresi
Ammonta a 521.500 euro il contributo regionale assegnato al Comune di Ferrara per gli interventi necessari al completamento della ciclabile di via Bologna e della ciclabile di via Chiesa e alla realizzazione della ciclopedonale di via Marconi. I tre progetti ferraresi sono stati infatti inseriti tra quelli ammessi a cofinanziamento nell'ambito dell'Azione 4.6.4 del Por Fesr 2014-2020 per il  sostegno allo "Sviluppo delle infrastrutture necessarie all'utilizzo del mezzo a basso impatto ambientale anche attraverso iniziative di charginghub". I rapporti tra la Regione e il Comune di Ferrara per l'attuazione degli interventi sono regolati da una convenzione che ha ottenuto oggi il via libera della Giunta. L'investimento complessivo per i tre progetti ammonta a 800.000 euro.

Mercato coperto: via libera al progetto di fattibilità tecnico economica per il project financing
La Giunta comunale ha dato il proprio assenso al progetto di fattibilità tecnico economica presentato dalla società Giò Costruzioni srl di Sanremo da porre a base di gara per la concessione della progettazione ed esecuzione degli interventi di recupero funzionale, riqualificazione e gestione del Mercato coperto di via Santo Stefano a Ferrara.
La soluzione proposta prevede il rispetto delle caratteristiche architettoniche e funzionali dell'edificio esistente, con la conservazione degli elementi peculiari dell'immobile e il mantenimento della destinazione d'uso attuale, che quindi sarà commerciale al piano terra e con uffici al primo piano. E' previsto l'adeguamento e l'ammodernamento di tutti gli elementi tecnologici con l'esecuzione di una serie di opere edili e impiantistiche, mirate anche al miglioramento dell'efficienza energetica dell'edificio e alla soluzione delle problematiche riguardanti la sicurezza antincendio.
L'investimento complessivo previsto, interamente a carico della ditta proponente, è di 2.704.650 euro.

 

Assessorato all'Urbanistica, Edilizia, Rigenerazione Urbana, assessore Roberta Fusari:

Diverse aree del territorio comunale di Ferrara interessate dai contributi regionali per l'insediamento e la riqualificazione di attività economiche e enti
(Nota a cura dell'Assessorato all'Urbanistica)
La Giunta comunale ha approvato la definizione delle aree del Comune di Ferrara interessate dal Bando regionale per la rivitalizzazione dei centri storici nei comuni più colpiti dagli eventi sismici del 20-29 maggio 2012.
Finalità dell'agevolazione della Regione è favorire il ripopolamento e la rivitalizzazione dei centri storici dei comuni colpiti dagli eventi sismici del 2012, incentivando l'insediamento di nuove attività economiche e professionali e di associazioni, fondazioni, enti no profit, in coerenza con il contesto economico, culturale, sociale e architettonico dei centri stessi, oppure la riqualificazione, lo sviluppo e l'ampliamento delle attività economiche e professionali e delle associazioni, fondazioni e enti no profit esistenti.
Per il Comune di Ferrara le aree interessate sono i centri storici di Ferrara e della frazione di Francolino (così come definita nel Piano Strutturale Comunale approvato nel 2009), e le frazioni che hanno visto attività economiche colpite dal sisma: Borgo Scoline, Casaglia, Cocomaro di Cona, Fondo Reno, Fossanova San Marco, Francolino, Gaibanella, Montalbano, Porotto-Cassana, Porporana, San Bartolomeo in Bosco, San Martino e Sant'Egidio.
Beneficiari dei contributi sono le PMI (appartenenti a qualsiasi settore di attività economica Ateco 2007), regolarmente costituite e iscritte nel registro delle imprese o nel REA; i liberi professionisti ordinistici e non ordinistici; le associazioni, fondazioni, e enti no profit che al momento della domanda di contributo si impegnano a realizzare gli interventi in una delle aree interessate. Per i nuovi insediamenti, l'attività dovrà essere attiva al momento della presentazione della rendicontazione delle spese.
Il finanziamento è a fondo perduto fino al 70% della spesa ammessa; i progetti per essere ammissibili devono avere una dimensione minima di 10.000 euro, e l'importo massimo del  contributo sarà pari a 150.000 euro. Ferrara avrà a disposizione 1,5 milioni di euro complessivi.
Sono ammissibili le spese per opere edili, murarie e impiantistiche (impianti elettrici, risc/raffrescamento), acquisto di finiture, arredi, impianti, macchinari e beni strumentali e attrezzature, acquisto di hardware, software, servizi di cloud computing, spese per la realizzazione di siti internet ed e-commerce, acquisto e allestimento dei mezzi di trasporto elettrici strumentali all'attività, servizi di consulenza specializzata e progettazione, e spese promozionali correlate all'investimento.
Il bando della Regione Emilia Romagna uscirà entro pochi giorni.

 

Assessorato alla Contabilità e Bilancio, Partecipazioni, assessore Luca Vaccari:

(Nota a cura dell'Assessorato al Bilancio)
Variazioni dell'imposta sulla pubblicità e i diritti sulle pubbliche affissioni
Nella riunione di Giunta di oggi sono state deliberate le tariffe e i diritti sulla pubblicità e le pubbliche affissioni in vigore dall'1 gennaio 2019.
Con le nuove tariffe le pubblicità di superficie fino a un metro quadrato (che sono la grande maggioranza delle pubblicità riscosse e includono, ad esempio, le insegne delle attività economiche) vengono ridotte del 20%, ritornando ai valori del 2008; stessa riduzione è prevista per la pubblicità sonora, quella su veicoli, aeromobili, proiezioni, ecc. Le pubblicità di dimensioni maggiori (oltre un metro quadrato) subiscono un aumento del 10% rispetto alle tariffe applicate fino allo scorso anno, aumento che scende al 5%, se rapportato alle tariffe del 2008.

 

Assessorato alla Sanità, Servizi alla Persona, Politiche Familiari, assessore Chiara Sapigni:

Contributi comunali a sostegno di manifestazioni culturali e sportive nel quartiere Giardino
Ammonta a 90mila euro la somma messa a disposizione dal Comune di Ferrara per l'assegnazione, tramite un avviso pubblico, di contributi riservati a enti del Terzo settore per l'organizzazione di manifestazioni di animazione territoriale, culturali e sportive su suolo pubblico nel quartiere Giardino nel periodo maggio-dicembre 2019.
Alla base dell'iniziativa vi è l'idea che per questa zona della città, oltre all'indispensabile presidio del territorio da parte della Forze dell'Ordine, sia fondamentale la prevenzione comunitaria costituita anche da forme di aggregazione sociale, che coinvolgano le realtà associative, finalizzate da un lato a promuovere occasioni di incontro tra cittadini residenti, tese alla riappropriazione territoriale e al rinsaldamento del tessuto e dalla coesione sociale, e dall'altro ad attirare frequentatori di altre zone, aumentando il livello di inclusione dell'area.

Anche Ferrara nella 'Rete per l'inclusione' delle vittime di tratta e violenza
Mira all'inclusione delle persone vittime di tratta e di violenza l'operazione 'Chance-Rete per l'inclusione' oggetto di un Protocollo di collaborazione di ambito regionale a cui anche il Comune di Ferrara garantirà la propria adesione, come deliberato oggi dalla Giunta. Il Protocollo è finalizzato alla candidatura dell'operazione all'avviso regionale 'Invito a presentare operazioni per l'inclusione attiva PO FSE 2014/2020 Obiettivo Tematico 9 - Priorità di investimento 9.1'.
La candidatura è il frutto di una consolidata collaborazione tra CEFAL Emilia Romagna associata ad A.E.C.A (Soggetto Titolare del Protocollo di Collaborazione) e la Rete regionale di "Oltre la Strada", di cui il Comune di Ferrara è partner. Una collaborazione ha permesso di integrare i programmi di protezione sociale a favore di  persone vittime di tratta a fini di sfruttamento sessuale e persone vittime di tratta a fini di sfruttamento lavorativo, favorendo l'inserimento socio-occupazionale attraverso processi di attivazione del potenziale sociale, di vita comunitaria con finalità preventive e di integrazione sociale.
Obiettivo specifico dell'Operazione 'Chance-Rete per l'inclusione' è quello di rendere disponibili alle persone vittime di tratta e/o di violenza, anche di genere, in carico ai servizi competenti, opportunità qualificate per accompagnarli nella conoscenza delle organizzazioni e del mercato del lavoro e nell'acquisizione delle competenze di base, trasversali, e dove possibile tecnico professionali, necessarie per l'apprendimento nei contesti lavorativi e sostenerne l'inserimento nel mercato del lavoro. Le azioni orientative, formative e di accompagnamento al lavoro saranno volte anzitutto a rafforzare l'occupabilità delle persone vittime di tratta e/o di violenza, anche di genere, permettendo loro di acquisire maggiore consapevolezza delle proprie attitudini e aspettative e di confrontarle con le attese e le opportunità del mercato del lavoro.
Oltre a diversi Comuni capoluogo, il Protocollo di collaborazione vede l'adesione di numerosi enti e associazioni del territorio regionale.

 

Assessorato all'Ambiente, Lavoro, Attività Produttive, Sviluppo Territoriale, Personale, assessore Caterina Ferri:

Prosegue con il ricco programma 2019 l'attività di educazione alla sostenibilità del Centro Idea del Comune
Attività di comunicazione, campagne di sensibilizzazione, iniziative di formazione. Anche per il 2019 si preannuncia ricca di impegni in materia ambientale l'agenda del Centro Idea, il Centro di Educazione alla Sostenibilità (Ceas) del Comune di Ferrara, con sede a casa Biagio Rossetti in via XX Settembre. Accanto alla realizzazione di percorsi educativi per gli istituti scolastici cittadini, il programma annuale del Centro, approvato stamani dalla Giunta, prevede infatti, tra l'altro, lo svolgimento di attività comunicative e di campagne di sensibilizzazione su varie tematiche ambientali, la gestione di processi partecipativi e la produzione di materiali divulgativi sui temi legati alla sostenibilità.
Assieme al programma di lavoro per il nuovo anno, la Giunta ha vagliato anche il rendiconto delle attività svolte nel 2018 che registra, fra l'altro, la partecipazione a diverse campagne di sensibilizzazione e a un ampio numero di progetti sui vari ambiti della sostenibilità. Lo scorso anno, inoltre, il Centro Idea ha curato il coordinamento di numerosi percorsi didattici che hanno visto il coinvolgimento di 216 classi per un totale di 4.483 studenti delle scuole ferraresi di ogni ordine e grado.
Il Centro Idea rientra nella rete regionale Infeas (Informazione Educazione Alla Sostenibilità) che riunisce i Ceas accreditati dalla Regione Emilia Romagna. (Per ulteriori informazioni consulta le pagine web del Centro Idea)

 

Assessorato alla Cultura, Turismo, Giovani, Cooperazione Internazionale - Politiche per la pace, vicesindaco Massimo Maisto:

Due nuove collezioni entomologiche in dono al Museo di Storia Naturale di Ferrara
Andranno ad arricchire il patrimonio del Museo civico di Storia Naturale di Ferrara le due collezioni entomologiche donate da Ettore Contarini e Leonardo Senni. Le collezioni, di cui la Giunta ha formalizzato l'accettazione, comprendono migliaia di esemplari di insetti preparati a secco e saranno rese disponibili per il pubblico e gli studiosi, per scopi didattici, divulgativi e di studio.

 

Assessorato al Decentramento e Sport, assessore Simone Merli:

Prorogata la concessione della Darsena di San Paolo al Cus
Sarà prorogata fino al 31 dicembre 2019 la convenzione con cui il Comune di Ferrara ha assegnato al Centro Universitario Sportivo (Cus) di Ferrara - Sezione Canottaggio la gestione in concessione dell'area e delle strutture della Darsena di San Paolo.

 

Le delibere approvate nel corso delle sedute della Giunta comunale vengono pubblicate nei giorni successivi, con le modalità e nei termini di legge, sulle pagine internet dell'Albo Pretorio on line del Comune di Ferrara all'indirizzo http://www.comune.fe.it/index.phtml?id=1818