Comune di Ferrara

venerdì, 15 febbraio 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Riapertura del Baluardo di San Lorenzo a Ferrara dopo i lavori di recupero

BENI MONUMENTALI - Venerdì 8 febbraio alle 12,30 - DOCUMENTAZIONE (scheda intervento e immagini)

Riapertura del Baluardo di San Lorenzo a Ferrara dopo i lavori di recupero

08-02-2019 / Giorno per giorno

[Nella foto un momento dell'incontro di riapertura del parcheggio sul Baluardo San Lorenzo svoltosi venerdì 8 febbraio 2019]

Venerdì 8 febbraio 2019 alle 12,30 è prevista la riapertura del Baluardo di San Lorenzo a Ferrara, dopo la conclusione dei lavori di recupero strutturale e restauro realizzati dal Comune di Ferrara nei mesi scorsi.

Interverranno all'appuntamento il sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani, l'assessore comunale ai Lavori pubblici Aldo Modonesi, l'ingegnere capo del Comune di Ferrara Luca Capozzi, la dirigente del Servizio comunale Beni Monumentali Natascia Frasson e i tecnici del Servizio Beni Monumentali e del Servizio Infrastrutture e Mobilità del Comune.

>> Per info su modalità accesso al parcheggio: http://www.ferraratua.it/parcheggi/

- - - - - - - - - - - - - - - - - - -  

LA SCHEDA (a cura dell'Assessorato Lavori Pubblici - Servizio Beni Monumentali) 

Lavori di Recupero Strutturale e Restauro del Baluardo di San Lorenzo - Via Baluardi

Responsabile del Procedimento in fase di progettazione ed esecuzione: Arch. Natascia Frasson

Servizio Beni Monumentali e Centro Storico

Settore Opere Pubbliche e Mobilità

Obiettivi dell'intervento - Nell'ambito della programmazione Por Fesr 2014 - 2020 Asse 5 - Valorizzazione delle risorse artistiche, culturali e ambientali, la Regione Emilia Romagna ha approvato il bando per progetti di qualificazione dei beni ambientali e culturali.

All'interno dell'Asse 5, il Comune di Ferrara ha partecipato con l'intervento denominato "La Grande Cornice Verde", con un progetto che consiste nel recupero di alcuni spazi collocati nella zona sud della città all'interno delle antiche Mura, uno di questi spazi è il Baluardo di San Lorenzo.

Il Progetto iniziale per il restauro delle Mura, (finanziato con fondi FIO '86 e '91) non prevedeva lo scavo del Terrapieno di riempimento del Baluardo di San Lorenzo fino alla riscoperta della "Piazza Bassa", (sul lato città interno alle mura) che serviva al rifornimento munizioni delle "cannoniere basse" per il fuoco radente la muratura sia in direzione di Porta Paola che del Baluardo di San Pietro. Infatti fu ritenuta ormai storicizzata le destinazione del terrapieno a piazzale, per lo svolgimento già dal secolo scorso del Mercato Bestiame e a tutt'oggi è mantenuta la destinazione a mercato settimanale e parcheggio auto.

Pertanto, l'intervento di restauro ha riguardato solamente il paramento murario sul vallo con la chiusura delle aperture chiamate "camattoni" che consentivano di sfruttare le cavernosità ricavate nel terrapieno tra i contrafforti murari.

L'intervento di consolidamento strutturale proposto vuole concludere la messa in sicurezza del paramento esterno del Baluardo già iniziata nel mese di luglio 2011. In tale periodo furono infatti predisposti dei sistemi di puntelli posizionati all'esterno delle mura di San Lorenzo, dopo le deformazioni in evoluzione di una sua porzione di paramento. Le indagini volte all'individuazione delle cause dell'innescarsi di tale fenomeno deformativo proseguirono con uno sbancamento del terreno al lato parcheggio e a ridosso delle Mura, piuttosto superficiale.

Questo scavo permise di ridurre sensibilmente le spinte attive trasmesse dal terreno alle pareti e mise in evidenza la presenza di diffusi manufatti in muratura piena e di tessitura piuttosto disordinata, posti proprio a ridosso della zona di muratura fortemente lesionata.

Durante i lavori di scavo, furono rinvenuti preoccupanti quadri fessurativi delle murature di controvento del Baluardo relazionate ad importanti cedimenti fondali di un grosso setto murario collocato in direzione parallela al paramento esterno delle Mura.

L'intervento di consolidamento strutturale proposto ha avuto lo scopo di stabilizzare il movimento di una tratto delle Mura del Baluardo di San Lorenzo.

Il progetto ha interessato due fronti distinti:

  • Consolidamento della muratura esistente;
  • Consolidamento delle pareti esterne del Baluardo attraverso un sistema di controventi in c.a. solidarizzati alla muratura esistente ed alle fondazioni profonde, grazie alla realizzazione di un reticolo di travi orizzontali e verticali in c.a..

Descrizione dell'intervento - I lavori del "Recupero strutturale e restauro del Baluardo di San Lorenzo" oltre a prevedere il recupero completo del bene monumentale, attraverso il restauro del paramento murario esterno e la realizzazione di una nuova struttura portante della parete indipendente dalla struttura ormai compromessa, sono stati occasione anche di un radicale ripensamento funzionale degli spazi sul terrapieno, destinato a parcheggio e sede del mercato settimanale.

Sono stati riorganizzati, infatti, i posti auto del parcheggio - 194 posti auto complessivi a pagamento e per residenti, più 8 posti moto - attraverso la creazione di percorsi pedonali e l'installazione di idonea illuminazione notturna. Verranno inoltre collocate rastrelliere per biciclette.

La precedente illuminazione del parcheggio era realizzata con 4 proiettori con lampade al sodio da 250W, alimentati in "serie" dalla linea dell'impianto di Via Baluardi, installati su un unico sostegno posizionato nel punto di accesso al parcheggio.

Nell'ambito dei lavori di restauro del Baluardo, l'impianto di pubblica illuminazione è stato completamente rifatto, prevedendo l'illuminazione dell'intera area.

La scelta della tipologia dei componenti impiantistici è stata effettuata in modo da valorizzare le scelte architettoniche progettuali, con utilizzo di moderne apparecchiature illuminanti a Led, ad altissima efficienza, in conformità alle attuali leggi e normative in materia di illuminazione esterna e inquinamento luminoso.

 

Dati contratto - Determinazione n. DD-2018-1702 esecutiva dal 27/07/2018 per aggiudicazione alla Ditta "SVAM S.R.L." con sede in Quarto D'Altino (VE).

 

Stato dei lavori - Inizio dei Lavori 11/09/2018. Consegna parziale del cantiere 08/02/2018

Finanziamento - Importo dei lavori € 355.586,82 (ribasso d'asta 17,393%)

Importo complessivo dell'opera € 540.000,00

 

Tipologia del finanziamento

Finanziamento RER € 250.000,00

Finanziamento Comunale € 290.000,00

 

Referenti

Responsabile del Procedimento in fase di progettazione: Arch. Natascia Frasson

Responsabile del Procedimento in fase di esecuzione: Arch. Natascia Frasson

Referenti per il progetto ed assistenti al RUP: Arch. Rina Scicchitano

Progetto architettonico: Arch. Rina Scicchitano

Progetto e D.O. strutturale: Ing. Denis Zanetti

Progetto e D.O. impianti: Dott.sa Mary Minotti

Direttore dei lavori: Arch. Rina Scicchitano

Coordinatore per la sicurezza: Ing. Stefano Masotti

 

Immagini scaricabili: