Comune di Ferrara

lunedì, 16 luglio 2018

Dove sei: Homepage > Lista notizie > 'HeraLAB': concluso il primo ciclo con sette iniziative dedicate al territorio

ASSESSORATO ALL'AMBIENTE - A gennaio si insedierà il nuovo LAB, spazio di dialogo, ascolto e progettazione di iniziative per lo sviluppo sostenibile

'HeraLAB': concluso il primo ciclo con sette iniziative dedicate al territorio

18-12-2017 / Giorno per giorno

Si è svolta oggi in mattinata (martedì 19 dicembre) nella residenza comunale la conferenza stampa a cura del Gruppo Hera per illustrare le iniziative proposte e attivate nei tre anni di attività dal LAB di Ferrara, giunto alla sua conclusione. Nell'occasione sono stati presentati i componenti del nuovo LAB che da gennaio inizierà i lavori. All'incontro con i giornalisti sono intervenuti l'assessora comunale all'Ambiente Caterina Ferri, il direttore Csr Hera spa Filippo Bocchi, l'Area Manager Ferrara Hera Spa Enrico Bordigoni, Roberto Cassoli e altri rappresentanti di Hera LAB Ferrara.

(Comunicazione a cura Ufficio stampa di Hera)

Conclusi i tre anni di lavoro di HeraLAB, il "laboratorio" del Gruppo Hera che coinvolge gli stakeholder locali in uno spazio di dialogo, ascolto e progettazione di iniziative per lo sviluppo sostenibile del territorio. A gennaio si insedierà il nuovo LAB con 12 nuovi componenti.

Si chiude con un bilancio decisamente positivo l'esperienza del primo LAB di Ferrara, nato nel 2014,e che in oltre due anni di lavoro ha portato a termine 6 progetti per la città.
IL LAB è il consiglio degli stakeholder locali promosso da Hera per migliorare la sostenibilità dei servizi e per dialogare con le comunità del territorio in tutte le aree gestite: è uno spazio sia di ascolto dei bisogni e aspettative dei diversi interlocutori, che di elaborazione e raccolta di proposte per lo sviluppo sostenibile del territorio. Nasce per rispondere in modo mirato alle aspettative dei diversi interlocutori del Gruppo Hera, affrontando anche temi critici e di grande interesse per i singoli territori.

Il LAB di Ferrara: i risultati di tre anni di lavoro
Tra i temi affrontati in questi tre anni: Teleriscaldamento, Raccolta differenziata e tariffe, Qualità del servizio di igiene urbana, Politiche del credito e utenze deboli.
Di seguito si riportano le ultime iniziative approvate:
- "Promuoviamo il Riciclandino": Incentivazione alla raccolta differenziata presso i Centri di Raccolta tramite un meccanismo di premialità nei confronti delle scuole del territorio. Avviato a settembre 2016, il progetto ha permesso la raccolta di oltre 78.300 Kg. di rifiuti differenziati e ha visto la premiazione di 5 istituti comprensivi del Comune aderenti al progetto, con un riconoscimento complessivo di 5.300 euro.
- "Angelo - Consulente ecologico di quartiere": Iniziativa che, a seguito dell'avvio del sistema di tariffazione puntuale a Ferrara, ha messo in campo degli eco - volontari come tutor ambientali che presidiano, informano e sensibilizzano i cittadini sulla corretta gestione dei rifiuti urbani, con particolare attenzione alla raccolta differenziata.
Angelo ha preso avvio a Dicembre 2016 nel quartiere di Pontelagoscuro, prima area sperimentale per il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti.
- "Un centro del riuso a Ferrara": Realizzazione di un'area/box all'interno dell'Isola Ecologica di via Caretti, dove gli utenti possano conferire i beni da destinare al riuso su indicazione degli addetti CdR. Questa zona, separata funzionalmente, fungerà da locale di ausilio a Officina 68 (ex Scacco Matto), Onlus partner a Ferrara del progetto «Cambia il Finale» del Gruppo Hera, la quale previa verifica dello stato e della funzionalità dei beni, potrà ritirarli o ritenerli non idonei, lasciandoli ai CdR e conferendoli come rifiuti.

Ma non solo. Nel corso degli anni passati è stato approvato un protocollo d'intesa tra ASP, Comune di Ferrara e Hera finalizzato a prevenire le sospensioni delle forniture alle famiglie assistite dai servizi social con il progetto "OLGA: vicini alle utenze deboli" grazie al quale è stato possibile evitare la chiusura del contatore nell'82% dei casi; si è pensato di promuovere la conoscenza dei vantaggi, economici per gli utenti e ambientali per il territorio, relativi l'utilizzo del teleriscaldamento attraverso workshop dedicati alle categorie economiche con l'iniziativa "Teleriscaldamento: raccontiamo i benefici", iniziativa che sarà realizzata nei prossimi mesi; l'Istituto Tecnico Bachelet di Ferrara è stato coinvolto per offrire agli studenti approfondimenti sulla geotermia e sul teleriscaldamento con "Alla scoperta del teleriscaldamento"; è stato realizzato un evento, denominato Hera Innovation Day, che sul modello speeddate/pitching sessions, ha visto 13 start-up del territorio, selezionate insieme ad Aster, Innovami e SIPRO sulla base dei loro progetti e della possibile comunanza con Hera, presentare le proprie idee e sottoporle alla valutazione dall'azienda in ottica di opportunità di collaborazione.


Il "gettone di presenza": ad oggi devoluti circa 64.000 euro ad associazioni del territorio
La nomina e la partecipazione al LAB è a titolo gratuito. Hera eroga per ciascun incontro e per ogni partecipante un gettone di presenza di 100€. I gettoni complessivamente maturati vanno a costituire un fondo che il LAB devolve ogni anno per sostenere iniziative e progetti di sostenibilità promossi da enti o realtà non profit locali individuati dal LAB stesso. Dal 2013 ad oggi questo meccanismo ha permesso di donare quasi 64.000 euro nei 6 territori dove sono stati attivati i LAB. In particolare, nei suoi tre anni di attività, HeraLAB Ferrara ha maturato oltre 10.000 euro, che i partecipanti hanno ripartito tra l'"Associazione Viale K" per la realizzazione di un orto all'interno del carcere di Ferrara, "Scacco Matto" per l'attuazione di progetti mirati al reinserimento sociale e professionale, "Il Mantello Emporio Solidale" e "Associazione Giulia" per sostenere progetti di ricerca e formazione a personale medico specializzato in oncologia e psico-oncologia pediatrica.

I prossimi passi: una nuova partenza
Il 25 gennaio 2018 i 12 nuovi componenti di HeraLAB si daranno appuntamento per realizzare il primo incontro della nuova edizione del progetto. Il nuovo LAB di Ferrara avrà la durata di un anno e in 5 incontri definirà un nuovo piano di iniziative locali che Hera si impegnerà a realizzare nei 2 anni successivi.
A partire da giugno 2015, giunti a metà del percorso dei LAB, è stato possibile iniziare a tracciare un bilancio del progetto, evidenziando i principali risultati raggiunti e raccogliendo i suggerimenti da parte dei partecipanti. Tali elementi hanno concorso a definire le linee di evoluzione di un nuovo modello del progetto che mira a continuare ad avere un presidio sul territorio, rivolgendosi allo stesso tempo nella direzione di iniziative più collegate ai business gestiti da Hera.

I LAB del Gruppo Hera
Sono 6 i LAB avviati da Hera su altrettanti territori serviti. Il primo è stato quello di Ravenna nel 2013, in seguito sono stati creati quelli di Imola/Faenza, Ferrara, Rimini, Bologna e Modena.
Dall'avvio di HeraLAB a novembre 2017 sono stati realizzati complessivamente 81 incontri (pari a circa 1.700 ore di ascolto) e grazie alla collaborazione dei 69 componenti, sono stati ideati e proposti all'azienda 48 nuovi progetti.

Per saperne di più
Hera racconta iniziative e risultati dei LAB sul sito www.heralab.gruppohera.it

 

Per info: Ufficio stampa Hera, Leonarda Maresta, tel. 051 287346, cell. 348 0184001, email leonarda.maresta@gruppohera.it.

Immagini scaricabili:

hera 5 hera3 hera2 hera1

Allegati scaricabili: