Comune di Ferrara

domenica, 21 luglio 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Un trittico degli studenti del Dosso Dossi per ricordare l'esempio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin

ASSESSORATO CULTURA E GIOVANI - Inaugurato dipinto nella sede della Scuola Media de Pisis alla presenza dell'ass. Maisto

Un trittico degli studenti del Dosso Dossi per ricordare l'esempio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin

17-12-2018 / Giorno per giorno

Un dipinto per ricordare l'esempio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, giornalista e operatore Rai trucidati in un tragico agguato avvenuto a Mogadiscio il 20 marzo del 1994, è stato inaugurato questa mattina, lunedì 17 dicembre 2018, nell'atrio principale della scuola secondaria di primo grado Filippo De Pisis di Ferrara.

Realizzato dagli studenti della 2E dell'Istituto superiore Dosso Dossi di Ferrara, guidati dal prof. Mauro Nannini, l'opera è collocata a poche decine di metri dal giardino pubblico intitolato il 3 maggio scorso sempre a Ilaria e Miran dal Comune di Ferrara su sollecitazione dell'associazione "Le Case degli Angeli di Daniele".

Alla cerimonia sono intervenuti il vice sindaco e l'ass. comunale alla Cultura, Turismo e Giovani Massimo Maisto, Nedda Alberghini Po (presidente dell'associazione), la vice dirigente della scuola media Cinzia Occhi, Mauro Nannini (docente Dosso Dossi), il responsabile dell'Ufficio Stampa del Comune Alessandro Zangara, gli studenti del Dosso Dossi coinvolti nella realizzazione dell'opera e gli studenti della scuola De Pisis, accompagnati dai rispettivi docenti.

Durante l'incontro gli studenti hanno seguito con molta attenzione tutti gli interventi che hanno sottolineato l'importanza dell'impegno e del sacrificio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin e della necessità di tutelare e promuovere una informazione libera e corretta come strumento di democrazia e di consapevolezza civica.

Applaudita anche la breve performance di danza moderna proposta da due studentesse del Dosso Dossi raffigurante la lotta tra il bene e il male.

 

Links:

Immagini scaricabili: