Comune di Ferrara

mercoledì, 20 novembre 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Nota sullo stato di agitazione del Sulp

Nota sullo stato di agitazione del Sulp

14-02-2019 / Punti di vista

di Tiziano Tagliani*

Logico e prevedibile che la Lega strumentalizzi ogni argomento per la campagna elettorale non avendo alcuna propria proposta da mettere seriamente in campo, slogan a parte, scontato è anche che il sindacato autonomo SULPL-DICCAP che ne è il braccio sindacale, la spalleggi.

Il tema del quarto turno non è una invenzione tardiva di questa Amministrazione, ma una precisa richiesta del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto di Ferrara che, tramite il Questore Dr. Pallini, ha dato voce ad una previsione delle più recenti circolari di Salvini, che evidentemente la Lega locale non legge.

Si chiede in sostanza ai Comuni di coprire l'intero arco delle 24 ore festivi compresi per la rilevazione dei sinistri stradali e sollevare pertanto da questi compiti le forze dell'ordine. Anche l'accesso per le Polizie Locali alla banca dati interforze del Viminale, previsto da ultimo dal decreto 113/18, sembrerebbe funzionale proprio a tale fine, a condizioni ancora peraltro non del tutto chiare.

Credo sia giusto dare risposta a queste richieste di quel tavolo nello spirito collaborativo del patto per la sicurezza sottoscritto. Quindi, come peraltro da me già anticipato durante la Festa della Polizia Municipale qualche settimana fa, ho chiesto al Comando di far sapere quali siano le risorse di uomini e mezzi che saranno necessari a questo fine. Si parla di un numero considerevole di unità (oltre 20) che devono essere assunte per concorso e quindi adeguatamente formate.

Per questa ragione, nota a tutti e trasparente, questa amministrazione si è attivata subito nei tempi che residuano da qui alla fine della legislatura (tre mesi) per incrementare le risorse per il personale ed avviare, come ha sempre fatto, un confronto con le organizzazioni sindacali, sui temi aperti: formazione, logistica, dotazioni. Tutto per consentire a chi governerà Ferrara, di avere a disposizione almeno in parte maggiori risorse prima ancora di approvare il consuntivo 2018.

Il SULPL non ha firmato il contratto collettivo e quindi non è stato invitato a quell'incontro, se non tramite la propria rappresentanza RSU, presente infatti all'incontro. Il SULPL DICCAP non è quindi rappresentativo nei termini previsti per legge. Poiché questo i loro rappresentanti lo sanno bene, lo stato di agitazione è dunque una manovra elettorale ed ingiustificata: il Comune ha aperto un confronto su un tema importante sollevato dal Ministro dell'interno, senza nascondere nulla ed alla presenza del delegato SULPL DICCAP eletto nella RSU, che, nulla eccependo durante la riunione, senz'altro ne avrà riferito gli esiti ai propri referenti provinciali. Se però il sig. Falcitano vuole far carriera politica, questa è un'altra cosa.

Comprendo la sua agitazione.

 

*sindaco di Ferrara

 

(Comunicazione diffusa dalla portavoce del Sindaco)