Comune di Ferrara

martedì, 10 dicembre 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > L'assessore Balboni annuncia la nascita della Consulta Città Universitaria

L'assessore Balboni annuncia la nascita della Consulta Città Universitaria

15-07-2019 / Punti di vista

UNIVERSITA', L'ASSESSORE BALBONI: "NUOVA CONSULTA CITTA' UNIVERSITARIA. A BREVE UN GRUPPO DI LAVORO TRA COMUNE, STUDENTI E UNIFE"

 

"Ferrara necessita di un tavolo permanente di dialogo e confronto con l'Università e i suoi studenti. Ho già avuto incontri con le associazioni studentesche e con i delegati del Rettore e siamo al lavoro per dare corpo alla Consulta Città Universitaria (che sostituirà la Commissione Città Universitaria) ampliando i temi da trattare e garantendo un'apertura più diretta al mondo delle associazioni di categoria. Sarà un gruppo di lavoro permanente e partecipato da Comune, Università, Associazioni studentesche e altri soggetti coinvolti nelle dinamiche di rapporto con gli studenti, attraverso il quale vogliamo garantire un dialogo costante e proficuo tra le parti". Alessandro Balboni assessore comunale ai Rapporti con l'Università, commenta così l'ipotesi di attivare un gruppo di lavoro sulla scia di quella che era la Commissione Città Universitaria per favorire le relazioni tra le parti, in vista dell'aumento del numero di studenti in città.

"In qualità di assessore ai Rapporti con l'Università ho il delicato compito di favorire una virtuosa e rispettosa convivenza tra la comunità universitaria, che ha superato la quota di 20.000 studenti, e una cittadinanza demograficamente anziana, con bisogni e stili di vita propri. Per questo motivo, al fine di stabilire un dialogo costruttivo con le parti in causa, è utile pensare a un tavolo di lavoro permanente che metta in comunicazione le associazioni studentesche, una rappresentanza dell'Amministrazione e una delegazione dell'Università di Ferrara, capace di dialogare, quando necessario, anche con il mondo delle associazioni di categoria".

Il gruppo di lavoro "avrà un ruolo quanto mai necessario e delicato proprio in vista del trend positivo dell'aumento degli iscritti, i quali, non dobbiamo mai dimenticarlo, rappresentano una incredibile risorsa non solo economica, con una stima di circa 150 milioni di euro di indotto annuo per la nostra città, ma anche culturale e demografico", spiega l'assessore.

"Nei sei anni passati all'interno del Consiglio degli Studenti, due dei quali da presidente, mi sono spesso scontrato con difficoltà di comunicazione con gli attori del panorama universitario ferrarese, trovando arduo il dialogo tra cittadini, studenti fuorisede, la vecchia Amministrazione comunale poco attenta al tema e gli organi decisionali dell'Università di Ferrara - conclude Balboni -. In questo contesto ho imparato il valore del dialogo e dell'ascolto delle istanze studentesche che ora voglio valorizzare e rendere proficuo".